Ti sarà inviata una password per E-mail
VERONA | Centro Audiovisivi di Verona | 12 ottobre – 17 novembre 2012

Doppio allestimento – nei giorni di fiera all’interno del padiglione 7, e dal 12 ottobre al 17 novembre 2012 presso il Centro Audiovisivi del Comune di Verona, al primo piano della Biblioteca Civica sede dell’Archivio Regionale di Video Arte – per Playtime, la rassegna di video d’artista curata da Cecilia Freschini, giovane curatrice indipendente residente a Beijing, realizzata in collaborazione con l’Area Cultura del Comune di Verona e VisualContainer di Milano.

“Quando si pensa all’arte contemporanea – dichiara Cecilia Freschini – è probabile che, di primo acchito, non venga in mente quel filone imperniato su gioco, scherzi o ironia. Eppure tutto ciò non solo costituisce una parte molto importante del nostro quotidiano, ma rappresenta anche una ricerca artistica ben precisa. Si tratta di un’attitudine sociale, che in modo significativo riesce a combinare sapientemente spirito ironico e critico al contempo. In Playtime i toni spesso irrazionali e disincantati evidenziano la concretezza di un presente incerto e imprevedibile. L’intero progetto è caratterizzato da una sottile venatura ironica e richiama il fascino dell’assurda intelligenza. In mostra, i video di nove artisti italiani, che propongono una riflessione sulla quotidianità in modo intimo e spontaneo. Attraverso situazioni giocose e ironiche, questi lavori sanno creare un forte impatto e una facile comunicabilità, poiché fondati su canoni universali. In virtù di questa riconoscibilità, la ricezione e assimilazione dell’idea è immediata. Il messaggio passa agilmente e con una certa leggerezza per lasciare, una volta interiorizzato, un retrogusto amaro che conduce a specifiche riflessioni. Questa ripresa consapevole dell’immaginario infantile, di giochi, favole, tradizioni o credenze assimilate, suggerisce un momento di evasione da una routine prestabilita che soffoca e limita l’interiorità e ci porta in una dimensione più sincera. La visione propone un immaginario surreale, da cui può emergere un forte senso di precarietà: Biancaneve uccide un nano, una prostituta fuori moda vende solo baci, un italiano cerca i far sparire il proprio passaporto, qualcuno gioca con un mappamondo, un pentito mafioso racconta la ricetta degli arancini, altri ancora cercano, invano, equilibri impossibili e situazioni bizzarre”.

VideoArtVerona – Playtime
a cura di Cecilia Freschini

Padiglione 7, Veronafiere
18-22 ottobre 2012


e
Centro Audiovisivi del Comune di Verona
Biblioteca Civica

I^ piano, Via Cappello 43, Verona

12 ottobre – 17 novembre 2012

Proiezioni della Rassegna: il lunedì e il mercoledì alle ore 18.oo – il sabato alle ore 11.00

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi