Non sei registrato? Registrati.

Artissima 18 si è coperta di glassa grazie alla presentazione di un museo “temporaneo/permanente” ispirato alla Eat Art, una collezione di 80 capolavori di arte moderna realizzati sotto forma di torta. Le opere, esposte in quattro gruppi di 20 al giorno, si sono smaterializzate grazie alla partecipazione del pubblico, diventato complice nell’organizzarne la scomparsa, come previsto dal progetto “Approssimazioni razionali semplici” a cura di Lara Favaretto, un’ipotesi di museo che tenta di contrastare la tradizionale struttura permanente che acquisisce, cataloga, conserva e ordina, ma, al contrario, si presenta come un organismo temporaneo che appare, disperde, condivide, pubblica e scompare di nuovo. Ogni mattina il museo di torte è riapparso con altrettante torte rappresentanti nuove opere. In tal modo la permanenza è stata dispersa come esperienza gastronomica e culturale nei corpi e nelle memorie dei visitatori che hanno deciso di partecipare al rito.

www.artissima.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •