SEGRATE (MI) | Parco dell’Arte dell’Idroscalo | giovedì 18 giugno 2015 ore 18

Nel suggestivo Parco dell’Arte dell’Idroscalo, giovedì 18 giugno alle ore 18 si assiste ad una performance che crea un intenso dialogo con “Vento”, la grande opera della scultrice Maria Cristina Carlini collocata in permanenza di fronte all’ingresso Punta dell’Est.

L’inedito concerto di FASBERDUO, con Claudio Fasoli al sax (tenore e soprano) e Gianni Bertoncini alla batteria e electronics, offre un originale omaggio alla scultura grazie a brani originali in cui la tradizione jazzistica di sassofono e batteria si unisce alla ricerca sperimentale elettronica. “Vento”, alta quattro metri, realizzata in legno di recupero e acciaio corten, è legata all’elemento naturale di cui porta il nome, si inserisce perfettamente nella cornice ricca di piante secolari del Parco dell’Arte e in questa occasione diviene scenografia di una musica contemporanea.

Maria Cristina Carlini, Vento, 2013, legno di recupero, acciaio corten, cm 430x300x100 ©Mimmo Capurso

Il Parco accoglie opere di importanti scultori di fama internazionale e offre un’inedita passeggiata; un’esperienza artistica indimenticabile nel contesto naturale del “Mare dei milanesi”.

La performance all’Idroscalo fa parte degli Eventi di EXPO in città e dialoga idealmente con La nuova città che sale, la scultura monumentale presentata da Philippe Daverio e installata in Fiera Milano Rho – porta Sud –, che con i suoi dieci metri di altezza, si erge specchiandosi sul laghetto artificiale, mettendo in risalto l’acciaio corten e il legno di recupero che la compongono.

In occasione di Expo Maria Cristina Carlini apre inoltre al pubblico il suo studio con cinque appuntamenti (21 maggio, 4 giugno, 2 luglio, 17 settembre, 22 ottobre) che offrono l’opportunità di entrare in contatto diretto con l’artista e con la sua originale espressività. Nel loft con giardino accanto a numerosi lavori di grandi e piccole dimensioni – in grès, ferro, acciaio corten, bronzo, maquette in cartapesta e opere su carta – sono presenti materiali e strumenti utilizzati per la creazione delle sculture fra cui due grandi forni per la cottura del grès.

Durante la visita due filmati con interventi di Martina Corgnati, Gino Di Maggio, Camillo Fornasieri e Philippe Daverio raccontano momenti salienti del percorso artistico della scultrice e sono inoltre in consultazione numerose pubblicazioni con testi di importanti critici tra cui, Luciano Caramel, Claudio Cerritelli, Martina Corgnati, Gillo Dorfles, Carlo Franza, Flaminio Gualdoni, Yakouba Konaté, Elena Pontiggia.

Maria Cristina Carlini, La nuova città che sale, 2014, acciaio corten, legno, h 10 metri, Fiera Milano Rho, ©Matteo Bernardini

Maria Cristina Carlini inizia a lavorare il grès a Palo Alto in California, per poi esprimersi con l’utilizzo di diversi materiali quali il ferro, l’acciaio corten, la resina e il legno di recupero. Il suo percorso artistico comprende importanti mostre personali e collettive in sedi pubbliche e private, nazionali e internazionali. Pubblicazioni di rilievo hanno punteggiato l’attività artistica di Maria Cristina Carlini negli anni, si ricordano le case editrici Mudima e Skira. Maria Cristina Carlini è presente con le sue sculture monumentali collocate in permanenza in tre continenti: Europa, America e Asia.

www.mariacristinacarlini.com

Performance musicale con la scultura “Vento” di Maria Cristina Carlini

giovedì 18 giugno, dalle 18 alle 19

Parco dell’Arte all’Idroscalo
Ingresso Punta dell’Est (parcheggio B)
Via Circonvallazione Idroscalo – Segrate (MI)

In caso di pioggia la performance si terrà presso la Sala Torre – ingresso Porta Maggiore (parcheggio A) – Via Circonvallazione Idroscalo – Segrate (MI)

Ingresso libero fino a esaurimento posti

Open Studio

Giovedì 21 maggio 2015, ore 16 – 20
Giovedì 4 giugno, ore 16 – 20
Giovedì 2 luglio, ore 16 – 20
Giovedì 17 settembre, ore 16 – 20
Giovedì 22 ottobre, ore 16 – 20

Studio Maria Cristina Carlini
Via Savona 97, Milano
cell. 339 24.98.907

Come arrivare: Tram 14 fermata via Tolstoj
Bus 90 / 91 fermata P.za Napoli

Ingresso libero

Info pubblico: info@irmabianchi.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •