ARTES | Some Velvet Drawings
progetto di disegno su carta e partecipazione

a cura di Eva Comuzzi
in collaborazione con Andrea Bruciati

INTRODUZIONE

Seconda tappa del format Artes ideato da Andrea Bruciati e volto ad indagare di anno in anno le diverse discipline artistiche, Some Velvet Drawings è una mostra di disegni su carta, allestita nel contesto di ArtVerona, alla quale è possibile partecipare attraverso un’open call lanciata su Espoarte, media partner del progetto per il secondo anno consecutivo.

L’iscrizione sarà aperta da mercoledì 13 maggio a domenica 28 giugno 2015 e gli artisti selezionati saranno 50.

Accanto a questi, Eva Comuzzi curatrice del progetto, con il supporto del direttore artistico di ArtVerona Andrea Bruciati, inviterà 10 artisti tra quelli rappresentati in fiera, che ne costituiranno non solo la preview, ma saranno il punto dal quale poi si dipanerà la successione di carte. Una sorta di arazzo, dove ogni tessitura darà vita ad un insieme di relazioni formali e contenutistiche che potranno essere da stimolo al dibattito.

Il progetto si sviluppa infatti secondo la logica del simposio aperto e include una riflessione collettiva sul disegno inteso come linguaggio e display innovativo di ricerca.

Le lectures in cui i 10 artisti invitati faranno da tutor e si incontreranno con pubblico e artisti partecipanti, e i due distinti momenti che vedranno prima esposti i 10 pezzi, poi tutti e 60, costituiranno l’anima del progetto, che verrà documentato con un video diffuso online.

L’iniziativa si caratterizza pertanto per la forte connotazione temporale e la fluidità di uno spazio che, attraverso una serie di fasi propedeutiche, si modifica e si accresce per le tre giornate di fiera, da venerdì 16 a domenica 18 ottobre 2015.

artverona_650px

CONCEPT

Se l’anno scorso, la mostra di pittura 2000Maniacs, si era distinta soprattutto per l’aspetto caotico e performativo, caratteristico di un temperamento ossessivo-lesivo, Some Velvet Drawings vuole portare l’attenzione alla dimensione silenziosa e intimista del disegno. Quella dimensione istintiva e misteriosa, troppo spesso celata nell’opera finale.

Il titolo fa riferimento alla canzone Some Velvet Mornings, scritta da Lee Hazlewood e cantata con Nancy Sinatra, ascoltata – credo per la prima volta – mentre affiancavo la cartiera di Fabriano. Una canzone di cui non ricordo più nulla, se non la sensazione ipnotica e oscura che mi ha ricondotto nei sotterranei lynchiani di Blue Velvet, e alla preziosità cangiante dei tessuti e dei disegni orientali antichi. A Some Velvet Drawings.

Il progetto sarà caratterizzato dalla costruzione di una mostra di disegno che, secondo un principio di funzionamento predeterminato, possa incorporare, opere di molti artisti creando un’opportunità di dialogo tra artisti, tra artisti e curatori e tra questi e il pubblico; una lettura della fenomenologia del disegno e dei principi di suo palesamento e allestimento, anche in relazione all’utenza; un momento di confronto rispetto alle attuali dinamiche di fruizione dell’arte.

FINALITÀ

Divulgazione del disegno contemporaneo e opportunità di dialogo tra artisti, curatori e visitatori.

MODALITÀ

Eva Comuzzi, con il contributo di Andrea Bruciati, selezionerà 10 artisti rappresentati da gallerie presenti in fiera.
Ognuno di loro presenterà un’opera che riterrà significativa per il progetto che verrà disposta in modo coerente nello spazio dedicato, secondo un principio espositivo relativamente tradizionale.

La mostra sarà aperta al pubblico contestualmente all’inaugurazione dei padiglioni, venerdì 16 ottobre 2015.

Il giorno successivo, la curatrice allestirà le opere degli artisti che avranno aderito all’open call, fino ad un numero di 50. Queste saranno installate in maniera progressiva, creando un una sorta di arazzo, dove ogni tessitura darà vita ad un insieme di relazioni formali e contenutistiche che potranno essere da stimolo al dibattito.

Durante i giorni di allestimento, sono previsti momenti di confronto e dialogo tra le parti per convergere su un’idea di simposio libero sulle tematiche principali desumibili dall’esperienza.

A chiusura della fiera, gli artisti che hanno risposto alla call recupereranno i loro lavori; mentre le opere degli artisti invitati saranno recuperate dalle gallerie di rappresentanza.

PROGRAMMA
  • 1° giorno, venerdì 16 ottobre 2015: apertura della mostra del nucleo fondante dell’iniziativa con le opere dei 10 artisti invitati, nel pomeriggio in occasione dell’opening della 11a edizione di ArtVerona.
  • 2° giorno sabato 17 ottobre 2015: costruzione della mostra ‘estesa’, con allestimento delle opere degli artisti che hanno aderito all’open call. Al termine dell’allestimento Eva Comuzzi presenterà il progetto e i lavori.
  • 3° giorno, domenica 18 ottobre 2015: sarà dedicata a momenti di dialogo e dibattito tra artisti, curatori e pubblico e successivo recupero delle opere della mostra con smontaggio della mostra ‘nucleo’.
  • 4° giorno, lunedì 19 ottobre 2015: alla chiusura della fiera le gallerie recupereranno i 10 lavori rimasti.
DATI TECNICI

Open call

13 maggio > 28 giugno 2015

Per partecipare:
Inviare all’email artes.artverona@gmail.com la scheda in allegato compilata, scaricabile anche dal sito di ArtVerona al link: www.artverona.it/in-fiera/artes-some-velvet-drawings/

SCARICA LA SCHEDA DI CANDIDATURA: CLICCA QUI

Durata del progetto:
5 giorni: 1 di allestimento, 3 di mostra, 1 di disallestimento

Orari:
venerdì 16 ottobre: ore 11.00 inaugurazione della manifestazione | ore 14.30 > 19.30 apertura al pubblico
sabato 17 e domenica 18 ottobre: dalle 11.00 alle 19.30
lunedì 19 ottobre: dalle 11.00 alle 15.00

Direzione lavori: Eva Comuzzi

Contatti:
artes.artverona@gmail.com
www.artverona.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •