Ti sarà inviata una password per E-mail
Apre LAC Lugano Arte Cultura, il nuovo polo culturale di Lugano dedicato alle arti visive, alla musica e alle arti sceniche, che si candida a diventare un punto di riferimento per la Svizzera e a livello internazionale. Al LAC ha sede il nuovo Museo d’arte della Svizzera italiana, Lugano.
LUGANO | LAC Lugano Arte e Cultura | inaugurazione 12 settembre 2015

Viene inaugurato il 12 settembre a Lugano, con tre fine settimana di festeggiamenti, l’atteso LAC Lugano Arte e Cultura: il nuovo centro culturale dedicato alle arti visive, alla musica e alle arti sceniche, che si candida a diventare uno dei punti di riferimento culturali della Svizzera, con l’intento di valorizzare un’ampia offerta artistica ed esprimere l’identità di Lugano quale crocevia culturale fra il nord e il sud dell’Europa.
All’interno della suggestiva struttura architettonica affacciata sul lago trova spazio una ricca programmazione di mostre ed eventi, stagioni musicali, rassegne di teatro e danza, insieme a una varietà di iniziative culturali e un folto programma di attività per i giovani e le famiglie.

LAC Lugano Arte Cultura L’edificio visto dall’esterno © LAC 2015 – Foto Studio Pagi

Al LAC ha sede il Museo d’arte della Svizzera italiana, Lugano (MASILugano), nato dall’unione del Museo Cantonale d’Arte e del Museo d’Arte di Lugano. I suoi tre piani espositivi ospitano la collezione permanente della città di Lugano e del Canton Ticino, mostre temporanee e installazioni site specific. Il 12 settembre vengono inaugurati i nuovi spazi del museo con le esposizioni temporanee che resteranno aperte fino ad inizio 2016:

Orizzonte Nord-Sud. Protagonisti dell’arte europea ai due versanti delle Alpi 1840-1960
LAC Lugano Arte e Cultura | 12 settembre 2015 – 10 gennaio 2016

Anthony McCall. Solid Light Works
LAC Lugano Arte e Cultura | 12 settembre 2015 – 31 gennaio 2016

Zimoun
171 prepared dc-motors, cotton balls, cardboard boxes 60x20x20cm
LAC Lugano Arte e Cultura | 12 settembre 2015 – 31 gennaio 2016

Teatro di MNEMOSINE. GIULIO PAOLINI d’après WATTEAU
Spazio -1 Collezione Giancarlo e Danna Olgiati | 12 settembre 2015 – 10 gennaio 2016

In Ticino. Presenze d’arte nella Svizzera italiana 1840-1960
Palazzo Reali | 12 settembre 2015 – 28 febbraio 2016

Félix Vallotton Ratto d'Europa  1908 Oil on canvas,130 x 162 cm Kunstmuseum Bern, Dono Prof. Hans R. Hahnloser, Bern

La grande mostra Orizzonte Nord – Sud. Protagonisti dell’arte europea ai due versanti delle Alpi 1840-1960 si sviluppa su due dei piani espositivi del museo: un viaggio attraverso le opere di alcuni grandi protagonisti dell’arte degli ultimi due secoli a nord del Gottardo e nel “paese dove fioriscono i limoni”. Da Böcklin a De Chirico, da Jodler a Wildt, da Anker a Morandi, da Segantini a Medardo Rosso, per arrivare, attraverso esponenti del futurismo e dell’astrazione, a due maestri del Novecento come Fontana e Giacometti, contemplando anche due voci soliste, J. M. W. Turner e Paul Klee. La mostra è affiancata da un’esposizione complementare a Palazzo Reali – storica sede del Museo Cantonale d’Arte – dal titolo In Ticino. Presenze d’Arte nella Svizzera italiana 1840-1960, dedicata alla realtà artistica di quest’area nello stesso periodo, contraddistinta da un’importante storia di emigrazione e immigrazione di artisti attraverso il Canton Ticino. Il terzo piano espositivo del LAC ospita invece la mostra personale di Anthony McCall, Solid Light Works, espressamente concepita dall’artista britannico per questo nuovo spazio. Sono visibili quattro sculture di luce solida realizzate tra il 2003 e il 2013 e la versione digitale della sua opera principale, Line Describing a Cone, del 1973. Nell’atrio del secondo piano del museo è collocata l’installazione di Zimoun, che riassume in sé le diverse anime del LAC: fra i più interessanti artisti svizzeri emergenti, ha concepito per il MASILugano un’opera cinetica e sonora composta da 171 parallelepipedi in cartone entro i quali oscilla una pallina di cotone fissata a un’asta vibrante.

Giulio Paolini Mnemosine (Les Charmes de la Vie/3-6) 1981-87 Tele dipinte ad acrilico, calchi in gesso. Quattro tele 160 x 240 cm ciascuna, quattro calchi h 220 cm ciascuno, misure complessive 225 x 280 x 250 cm Proprietà dell’artista, Torino, Luparelli Foto Antonio Guerra, Bologna Courtesy Archivio Giulio Paolini, Torino © Giulio Paolini

L’artista italiano Giulio Paolini è protagonista allo Spazio -1 con il progetto Teatro di MNEMOSINE. GIULIO PAOLINI d’après WATTEAU, nell’ambito di una serie di approfondimenti dedicati agli artisti presenti nella Collezione Giancarlo e Danna Olgiati. Mnemosine (Les Charmes de la Vie, 1981-1990) è un ciclo di sei opere di Paolini dedicate alla dea della memoria e realizzate nell’arco di nove anni, che vengono per la prima volta integralmente riunite a Lugano con la personale supervisione dell’artista. Contestualmente lo Spazio -1 ospita il nuovo allestimento della Collezione Giancarlo e Danna Olgiati.

Il LAC è anche musica, teatro e danza, grazie alla nuova sala concertistica e teatrale da 1000 posti, interamente rivestita in legno e dotata di una speciale conchiglia acustica modulare e rimovibile. La sala accoglierà un ampio calendario di rappresentazioni sceniche e concertistiche. È la sede principale delle stagioni di LuganoInScena e di LuganoMusica (la nuova denominazione di Lugano Festival) alle quali si affiancheranno le attività della Compagnia Finzi Pasca e dell’Orchestra della Svizzera italiana, come pure parte della stagione concertistica della Radiotelevisione Svizzera.

Anthony McCall  Meeting You Halfway (II) 2009 computer, QuickTime movie file, videoproiettore, macchina per foschia artificiale ciclo di 15 minuti Vedute dell’esposizione MASI Lugano Lugano 2015 Foto Stefania Beretta, Verscio

Ad accompagnare il LAC nel suo percorso di nascita e crescita due partner principali di primo piano: Credit Suisse e UBS. Credit Suisse, già partner del Museo d’Arte di Lugano dal 1992, conferma il proprio sostegno e accompagnerà il Museo d’arte della Svizzera italiana, Lugano nelle sue sfide future. UBS affianca il proprio patrocinio allo sviluppo del nuovo programma di mediazione culturaleLAC edu, volto a favorire il coinvolgimento del pubblico sui temi di arte, musica e arti sceniche.

LAC Lugano Arte e Cultura
Piazza Bernardino Luini, 6
CH – 6901 Lugano

Orari:
Martedì – mercoledì, domenica: 10:30 – 18:30
Giovedì – sabato: 10:30 – 20:00
Lunedì chiuso

Info:
+41 (0)58 866 4200
info@luganolac.ch
www.luganolac.ch
www.masilugano.ch

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi