Ti sarà inviata una password per E-mail
CARUGATE (MI) | giardini comunali di Villa Cavazzi della Somaglia | dal 4 luglio 2015

di DEIANIRA AMICO

Claudio Onorato, Albero delle luci, Carugate (MI)

Il 4 luglio ha inaugurato a Carugate il restauro e restyling dell’opera Albero delle luci dell’architetto, pittore e scultore Claudio Onorato. Il cedro secolare davanti alla piazza del Municipio di Carugate, morto durante i lavori di ristrutturazione della sede del Comune nel 2000 e divenuto simbolo della cittadinanza che vi si era affezionata, torna a nuova vita attraverso un’opera a metà strada tra scultura, architettura, design di arredo urbano dopo l’intervento strutturale e illuminotecnico di Claudio Onorato. Artista milanese, classe ’67, Onorato da oltre vent’anni vive e lavora in una ex fabbrica nel quartiere che ha visto installarsi la nuova Fondazione Prada.

Il suo studio-laboratorio è stato gradualmente trasformato, all’insegna del riuso e della libertà compositiva di piani, colori, spazi: l’asfalto del cortile esterno è stato in parte demolito per far nascere al suo posto un orto urbano, per una produzione a reale kilometro zero; i resti di precedenti lavorazioni presenti nello stabilimento sono stati riutilizzati per comporre oggetti di arredo. L’artista, dai tempi della facoltà di architettura, dove si è formato con una tesi sul riuso (molto prima della Biennale di Architettura del 2012 Reuse, reduce and recycle), parallelamente ai suoi celebri e precisi “intarsi” su cartoncino nero – poetici composizioni in levare, dove senso, sogno e critica del reale si mischiano su leggerissimi supporti retroilluminati, appesi in composizioni eteree – ha portato avanti una personale ricerca riguardo la trasformazione delle cose, anche in chiave anti consumista; in una sorta di metempsicosi del mondo oggettuale, le cose si reincarnano in altro mostrando il loro essere con una nuova lettura e interpretazione mediata dall’artista.

Claudio Onorato, Albero delle luci, Carugate (MI)

Psicanalisi, memoria, ironia e umanesimo, sono gli ingredienti delle “trasformazioni” di Onorato, un re Mida che dopo aver parlato a tu per tu con Duchamp, dopo aver chiacchierato con distacco con Warhol e amichevolmente scherzato con Haring, tutto trasforma; ogni cosa porta memoria di un vissuto ma è anche altro da sé.
I risultati sono spesso sorprendenti come in questa opera di Carugate, l’Albero delle luci, unica nel suo genere e ben lontana dalla superficialità di altri alberi artificiali eretti per celebrare l’incelebrato Expo 2015; attraverso lo scavo e il reimpianto di luci al led al posto dei rami, attraverso un solido basamento e l’eliminazione della ruvida corteccia, il tronco, che pare restituito da un mare lontano, si innalza sulla piazza riqualificandone la qualità architettonica. Rivestite di foglia d’oro tutte le ghiere metalliche e le parti ammalorate dell’albero secondo la pratica giapponese del Kintsugi per il restauro, l’Albero delle luci si colloca come simbolo di un’altra dimensione possibile, highlander senza tempo, autentico testimone di amori, litigi e forse segreti, della vita degli abitanti.

guarda il video con le fasi dell’intervento:

Installazione permanente Albero delle luci di Carugate

Dal 4 luglio 2015

Giardini comunali di Villa Cavazzi della Somaglia
Via XX Settembre 2-4, Carugate (MI)

Info: www.claudioonorato.it


Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi