Ti sarà inviata una password per E-mail
LONDRA | Design Museum | 5 settembre 2012 – 31 gennaio 2013

Negli ultimi dieci anni, il design e l’architettura Swarovski hanno avuto il ruolo di piattaforma sperimentale per protagonisti del design per concettualizzare, sviluppare e condividere le proprie idee più radicali. Sulla base di questa piattaforma, il Design Museum di Londra e Swarovski hanno deciso di sfidare alcuni dei talenti più interessanti della creatività contemporanea facendogli esplorare il futuro della memoria nell’era digitale in una emozionante nuova mostra che si svolgerà dal 5 settembre al 13 gennaio.

Deyan Sudjic, direttore del Design Museum, spiega che il tema centrale della mostra è «il significato della memoria nell’epoca del digitale. Con la fine dell’era analogica il nostro rapporto con la memoria personale – le fotografie, i diari, le lettere, il tempo in generale – sta cambiando» , afferma Sudjic e continua: «Digital Crystal parte da questo concetto per mettere in discussione il futuro e il nostro rapporto con un mondo in veloce trasformazione, nel quale è facile perdere di vista il tangibile; la memoria e gli affetti personali che una volta “tenevamo stretti” a noi oggigiorno si disperdono facilmente viaggiando in un istante sul web».

Oltre a pezzi appositamente commissionati ai designers, in mostra sarà presente anche un numero selezionato di opere provenienti dagli archivi Swarovski. Contrapponendo vecchio e nuovo, Digital Crystal apre una discussione sulla natura mutevole del nostro rapporto oggetto-tempo. Nadja Swarovski afferma: «È un onore che il Design Museum abbia scelto di collaborare con Swarovski. È affascinante lavorare con queste menti creative, vedere come hanno risposto alla richiesta di offrire nuove prospettive al cambiamento del rapporto tra memoria e tecnologia. L’impegno appassionato di Swarovski al design d’avanguardia contemporaneo e all’innovazione è guidato dal lavoro con questi visionari che si spingono oltre i confini, utilizzando il cristallo come ingrediente assolutamente creativo».

Per la mostra sono stati selezionati 14 designers:

Random International
Semiconductor
Fredrikson Stallard
Troika
Anton Alvarez
Paul Cocksedge
Arik Levy
Philippe Malouin
Ron Arad
Hye-Yeon Park
Hilda Hellström
Marcus Tremonto
Yves Béhar
Maarten Baas

Il pezzo più atteso è sicuramente Lolita di Ron Arad, già concepito per lo Swarovski Crystal Palace nel 2004 e completamente ridisegnato per la mostra: la struttura a lampadario può interagire con telefoni cellulari e smartphones permettendo la ricezione di Tweets e SMS.

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi