Ti sarà inviata una password per E-mail
Sto caricando la mappa ....

Data/Orario
11 Nov 2017 - 30 Nov 2017
18:00 - 18:00

Luogo
Fortezza Vecchia

Info
3339872478
aequamentearte@gmail.com

Questo evento è stato inserito da:
aequamentearte@gmail.com

Categoria


La C23Home Gallery aequamente artecontemporanea di Lucca con il patrocinio dell’autorità portuale di Livorno, inaugura la mostra Labbr(o)ni(ri)ca  Sala del Piaggione della Fortezza Vecchia di Livorno

a cura di Costabile Guariglia

Coordinamento Scentidico: Raimondo Pinna 

Opening sabato 11 novembre ore 18,00 settembre ore 19,00 | Dal 11 al 26 novembre 2017

Le labbra dischiuse esprimono il gradimento nel linguaggio del corpo. Un gradimento che assume una potenza infinita quando le labbra dischiuse si accompagnano agli occhi chiusi, trasmettendo l’alito del sogno di un qualcosa che si desidera fortemente si possa avverare, nonostante qualsiasi ostacolo o difficoltà. Nomen-omen: l’etimo che definisce Livorno suggella la missione di accoglienza che questa città porta nei suoi canali, nei suoi quartieri, nelle sue piazze e strade. Lab(b)roni(ri)ca è un progetto pensato per concorrere a potenziare il ruolo della Fortezza Vecchia nell’attuale processo di integrazione tra porto e città.

L’iniziativa vuole essere un evento che esploda il sogno artistico sul tema dello status di chi solca i mari e chiudono gli occhi per raggiungere sognando un approdo magari irreale, forse rarefatto, certo felice. Un tema immaginifico fatto di futuro e di voglia di essere, positivo nella propria passione.
Artisti italiani e non, saranno gli interpreti della mostra di arte contemporanea da installare presso la struttura chiusa della Sala del Piaggione dei Grani. Una mostra sensibile che vuole trovare un proprio percorso interpretativo e una chiave artistica dove  gli artisti: Evita Andujar, Luca Cecioni, Dasha & Mari, Maria D’Anna, Giorgia Madonno, Arianna Matta, Pamela Napoletano, Ada Nori, Gianni Grattacaso, Costabile Guariglia, Federica Limongelli, Ying Xia, Carlo Sciff, potranno affrontare con curiosità il nostro viaggio nel tempo che è stato e che volutamente si installano per  la mostra nella Fortezza Vecchia con un architettura progettata, immaginata e realizzata per la difesa di un luogo; struttura fortificata collocata in una geografia dove mare e terra si incontrano; simbolo di incontro/scontro a rivendicare, perpetuare, anche imporre una propria identità territoriale, dell’amore di chi lo abita e lo vive sentendolo con tutti i cinque i sensi. Un concetto diverso nel tentativo di rappresentare un futuro nelle varie discipline artistiche: dalla pittura alla fotografia, dalla performance alla videoinstallazione.

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi