Ti sarà inviata una password per E-mail
Sto caricando la mappa ....

Data/Orario
26 Apr 2014 - 24 Mag 2014
16:00 - 19:00

Luogo
Galleria Sabrina Falzone

Info


Questo evento è stato inserito da:
sabrinafalzone

Categoria


Vernissage Sabato 26 aprile dalle ore 18 alle 20

Dal 26 aprile al 24 maggio 2014

Presso Galleria Sabrina Falzone di Milano

 

Programmazione:

Genio e Follia

Esposizione di Fotografia e Pittura

Sale Guttuso e Mirò

Espongono gli artisti:

Bruno Carati

Mauro Martin

Maria Pellini

Stefano Torrielli

Marco C.Wilme

Il senso della vita

Esposizione Internazionale d’Arte Contemporanea

Salone Bernini

Espongono gli artisti:

Raffaella Amoruso

Veronika Ban

Manrico Bertellotti

Sabrina Bertolelli

Gianni Bucher

Pari Ravan

Silvia Rinaldi

Cathy Rowdy-Sholeh

Stefano Torrielli

Michela Valenti

Adele Virgilio

Marco C.Wilme

 
L’inaugurazione del 26 aprile nello Spazio Museale Sabrina Falzone di Milano interesserà due progetti espositivi di risonanza internazionale, per i quali è stato selezionato un nucleo di validi artisti su tutta l’area nazionale ed intercontinentale al fine di favorire differenti sinergie creative.

La suggestiva cornice del palazzo novecentesco di via Pallavicino accoglierà le opere eseguite da alcuni autori contemporanei in ascesa sull’odierno panorama della ricerca artistica. I due temi trattati all’interno dell’esposizione riguardano argomenti di carattere estetico-esistenziale “Il senso della vita” e “Genio e Follia”, approfonditi attraverso l’analisi critica dello storico dell’arte Sabrina Falzone e l’efficacia comunicativa di un percorso espositivo mirato a coinvolgere il fruitore dall’inizio alla fine della visita.

Testo critico a cura di Sabrina Falzone

<<Nel 1681 il poeta inglese John Dryden nel poema satirico “Absalom and Achitophel” asseriva che alla follia è affine il grande genio e che solo una sottile parete li divide. E’ proprio questa lieve linea di confine ad elevare l’artista ad un equilibrio di creatività, nel quale confluisce un linguaggio universale ed esistenziale.

Nelle sale Guttuso e Mirò verranno esposte le opere dedicate al tema “Genio e follia” firmate Bruno Carati, Mauro Martin, Maria Pellini, Stefano Torrielli e Marco C.Wilme. Dalla ricerca fotografica di Mauro Martin, imperniata sull’osservazione della realtà quotidiana, il visitatore passerà ad ammirare i lavori eseguiti a tecnica mista da Maria Pellini che predilige il grande formato per esprimersi con innata gestualità e morbidezza grafica. Ad un primo sguardo colpisce l’impavido codice espressivo delle tensioni materiche affioranti dalle opere d’arte di Stefano Torrielli. Le tensioni materiche si alleviano nel languore pittorico del Maestro Bruno Carati, per sublimarsi nell’afflato artistico di Marco C.Wilme.

Nel Salone Bernini il percorso espositivo intitolato “Il senso della vita” è dedicato ad opere di alto contenuto socio-culturale: contro il femminicidio i quadri di Raffaella Amoruso reclamano il rispetto per la donna nell’accorato grido dell’energia materica.

Dal figurativismo cromatico di Veronika Ban al vibrante colorismo delle “Essenze d’Africa” di Sabrina Bertolelli, la tela si accende di nuove prospettive di colore fino a trasformarsi nelle calde tonalità della pittura di Silvia Rinaldi. Da esse nasce la profonda riflessione sul “panta rei” e sull’età dell’uomo che Rinaldi ritrae nel volto di un’anziana donna e nel giovane nudo rispettivamente come punto di arrivo e di partenza nel viaggio dell’uomo nel tempo.

Dall’accezione cosmica le tele di Michela Valenti rivelano una ricerca di carattere spirituale ben visibile nello stile dualistico della stesura orizzontale o verticale. Una straordinaria spiritualità si evince dalla ricerca dell’essenza nell’arte scultorea di Gianni Bucher, che racchiude un significato universale. Nel riferimento ai quattro elementi naturali anche Adele Virgilio, con il suo bagaglio di esperienza creativa, si proietta in direzione di un approfondimento ancestrale sul senso della vita, non scevro da allusioni alla genesi.

Verso la frammentazione dell’immagine si orienta la pittura dell’artista canadese Cathy Rowdy-Sholeh, residente in Germania, nel curioso accostamento agli irriverenti mosaici realizzati da Manrico Bertellotti con l’impiego di smalti di Murano, carichi di un senso ironico della vita.

Oltre alla partecipazione del pittore Dradi e dell’artista Dolores Filippo, l’artista iraniana Pari Ravan raggiunge un’interpretazione magistrale del senso della vita.>> (Sabrina Falzone)

Info: Spazio Museale Sabrina Falzone,

Via Giorgio Pallavicino 2920145 Milano – Italy

Orari di apertura: mart-ven h.16-19; sabato h.10-12

Chiuso lunedì e festivi

Ingresso gratuito

www.galleriasabrinafalzone.com

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi