Ti sarà inviata una password per E-mail
Sto caricando la mappa ....

Data/Orario
9 Ago 2017 - 31 Ago 2017
18:00 - 21:00

Luogo
Antica Arcipretura

Info
3299833998
cosenzagiuseppe@yahoo.it

Questo evento è stato inserito da:
giuseppe salerno

Categoria


Località: Roccascalegna
Spazio: Antica Arcipretura
Indirizzo: Via San Pietro
Orario: 18.00-21.00
Periodo: 9-31 agosto
Titolo: Eccellenze ed Arte sotto le Stelle
Artisti: Paolo Ballerani, Toni Bellucci, Mario Boldrini, Pippo Cosenza, Silvano D’Orsi, Fabio Di Lizio, Sergej Glinkov, Lughia, Antonio Persichini, Antonio Sorace
Curatore: Giuseppe Salerno
Promotore: Rotary Club Atessa Media Val di Sangro
Organizzazione: Spazio 121 Perugia
Coordinamento: Pippo Cosenza e Silvano D’Orsi
Patrocinio: Comune di Roccascalegna

Inaugurazione venerdì 11 agosto ore 18.00

Con l’intento di diffondere l’arte contemporanea attraverso la contaminazione tra differenti forme artistiche, durante i giorni di esposizione gli artisti saranno impegnati in loco nella realizzazione di nuovi lavori che, al termine del loro soggiorno, andranno a sostituire quelli precedentemente esposti per essere quindi donati al Rotary Club di Atessa.

—————————————

Roccascalegna: una scala per il Paradiso

Vorrei stringere la mano, ad uno ad uno, ai mille abitanti di Roccascalegna. Vorrei dire loro che sono fortunati a vivere quassù, in questo avamposto tra le nuvole, già sulla strada del Paradiso. Là sotto, forse non lo sanno, ma nella valle, nelle città, nelle metropoli, dilaga la “peste nera”; non quella dei tempi di Boccaccio, quella che sconvolse l’Europa nel 1348, ma la Peste dell’Umanità, quella che corrode la bellezza, l’amicizia, la felicità. La sete per il potere, i soldi, l’accumulo, troppo facile chiamarlo capitalismo, è una degenerazione, una malattia terminale, come sa Papa Francesco. Una peste che stravolge la vita, la capovolge nei suoi valori.
Invece, si arriva quassù a Roccascalegna, in un Abruzzo quieto e solare, e ti accorgi di vivere in un altro mondo, in un altro modo.
L’Amministrazione e il Rotary club di Atessa hanno scelto di chiamare gli artisti per farli convivere qualche giorno con i cittadini, come in una sorta di Arcadia, come se ognuno degli invitati, rifugiati nella Rocca, raccontasse un episodio di un Decameron del Duemila. Ogni opera, una novella. Per ritrovare tutti insieme la voglia di vivere nel libro della favola bella dell’Umanità. Del resto anche Matteo Garrone nel suo favolistico “Il Racconto dei racconti” ha visto la Rocca come castello delle fiabe. E lo scrive anche Luigi Cicchitti nel suo perfetto lavoro di ricerca sul paese, che Roccascalegna fa parte di un autentico, vero, “patrimonio castellano”.
Una meta preziosa per chi vuole scappare dalla “peste” delle città, proprio come il Castello di Hochosterwitz, in Carinzia, avvitato anche questo su uno sperone, visitato da migliaia di turisti che salgono contenti verso la felicità.
Andreina de Tomassi

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi