Non sei registrato? Registrati.
Sto caricando la mappa ....

Data/Orario
17 Mag 2018 - 13 Giu 2018
17:30 - 19:15

Luogo
sarzana

Info
3477825516
artprimitivegallery@hotmail.com

Questo evento è stato inserito da:
marco abbagnara

Categoria


Art Primitive Gallery
e’ lieta di presentare

Annika Lochtman
Extended Blue
dipinti
Dal 17 Maggio – 13 Giugno 2018
Frutto di una selezione attenta ai linguaggi, ai temi e al background di ognuno degli artisti, che s’ispirano alla,
Outsider art folk art e all’ Art brut.

La mostra e’ tenuta dentro la libreria Mulino dei libri
via Mazzini 34 Sarzana La Spezia
Curatore Marco Abbagnara

Linkedin https://it.linkedin.com/in/artprimitivegallery
Facebook https://www.facebook.com/ArtPrimitiveGallery
https://www.instagram.com/art_primitive_gallery/
Twitter@ArtPrimitiveG
Web site www.artprimitivegallery.com
E mail artprimitivegallery@hotmail.com

Annika Lochtman e’ una splendida artista nata 1974 ad Almelo, in Olanda.

Ha sempre dipinto da bambina dove ha avuto una spinta culturale molto forte da parte dei genitori portandola a sempre per Musei e mostre d’Arte .

La sua intenzione era quella di prendere lezioni di pittura ed infine di iscriversi in una scuola d’arte, ma i suoi genitori la consigliarono e la indussero a studiare legge, sono proprio i genitori a ostacolarla in questa sua passione .

Pur studiando legge ma con pochi profitti, nella sua mente creativa spingeva nel disegnare, nel creare forme nuove nel suo cuore e nella sua testa voleva solo dipingere,
lascio’ la scuola pochi anni dopo iniziando a lavorare come lavapiatti per diversi anni ma la sua testa era sempre immersa nell’Arte nelle tele e degli Artisti che ha incontrato nei musei e nelle mostre.
Nel suo tempo libero notturno incontrava e frequentava il mondo dei pittori e Scultori dove ha potuto imparare le tecniche di pittura, studiando e apprendendo , era come se bevesse e si nutrisse solo dell’Arte che aveva a disposizione.

Uno di loro ; il pittore Toussaint Essers, fu il suo principale insegnante, e da li’ inizio’ nel suo studio a dipingere le sue fantastiche creature colorate.
Si susseguirono numerose mostre in Portogallo, nei Paesi Bassi e più volte a Maastricht e anche a Hengelo.

Tutti i suoi dipinti sono direttamente nati dal suo cuore e mostrando i suoi sentimenti interiori,un’introspezione molto marcata dove E’ sempre lei il soggetto delle sue opere, un universo immaginario dove infanzia, maternità e sesso si trasfigurano sui suoi lavori.

I suoi dipinti esposti in Galleria sono appartenenti al suo periodo blu sono dominati da toni caldi e forti .
Si Affida all’utilizzo monocromatico del colore blu, in tutte le sue sfumature possibili: il suo blu e’ bello e spietato,in ragione della sua forza espressiva, ma soprattutto per la sua pregnante valenza psicologica,
il che consente di trascendere dalle naturalistiche descrizioni.

È in questo modo che Annika , colorando le proprie opere di blu e riducendo al minimo gli elementi decorativi, denuncia la sua progressiva voglia di vivere anche se rivelando una malinconia sottile e poetica e una malcelata inquietudine personale .

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •