Ti sarà inviata una password per E-mail
#aspettandoMIA #miafair

Intervista a MICHELE BELLA direttore dipartimento fotografia, Galleria Valeria Bella, Milano
di Francesca Di Giorgio

A meno di una settimana dall’opening di MIA Fair siamo giunti a metà strada del nostro viaggio insieme ad una selezione di gallerie che parteciperanno alla quinta edizione della prima fiera italiana interamente dedicata alla fotografia e all’immagine in movimento.Un ritratto di Michele Bella
Iniziamo la settimana con la Galleria Valeria Bella che non è nuova a partecipazioni fieristiche e che sostiene il MIA da tempo. Una galleria milanese che, dal  1964, opera nel settore della grafica antica e moderna sul mercato nazionale ed internazionale, dapprima con il nome Quattrifolio e poi, dal 1987 come Valeria Bella Stampe. Nel 2008 la galleria apre un settore di fotografia vintage e contemporanea.
Oggi abbiamo raggiunto Michele Bella, direttore del dipartimento fotografia della galleria, che conosce il mondo dalla fotografia dall’interno. La sua esperienza in galleria è supportata da quella sul campo come fotografo: dai primi scatti dedicati allo still life ai primi assignments dalle più prestigiose riviste di reportage di viaggio fino a specializzarsi nella fotografia di food & wine…

Il successo e la diffusione del termine immagine rispetto a fotografia. Tra la crisi del fotografo come “mestiere” e la richiesta del collezionista di produzioni fine art… Quale il ruolo della galleria?
La galleria a mio avviso rimane un luogo determinante nel mercato dell’arte, anche se internet e le fiere creano molte altre buone opportunità. Le fiere sono sempre di più e l’offerta sempre maggiore, ma la galleria rimane un luogo di conoscenza e di approfondimento, dove si crea un rapporto di fiducia tra cliente e gallerista. Certo le fiere sono fondamentali per allargare il proprio mercato e far circolare il proprio nome, ma in galleria il rapporto con il cliente va più in profondità.

Marco Maria Zanin, Ca' Peraro, Padova, courtesy Galleria Valeria Bella

Oggi centinaia di milioni di fotografie viaggiano su Facebook e sugli altri social Come distinguerle? Cosa rende le immagini diverse tra loro e, soprattutto, come possiamo stabilirne il valore?
Internet, i social network e la comparsa degli smartphone hanno democraticizzato la fotografia. Oggi chiunque è un fotografo, in linea di massima, e in rete si vedono anche tante belle foto fatte da “common people”. Ma i veri fotografi sono ben altro, meglio non fare confusione. La fotografia d’autore è un’arte a tutti gli effetti, da prendere molto sul serio. Non ci si improvvisa fotografi, per esserlo bisogna avere una grande preparazione e una grande cultura.

Il ruolo della fotografia nel mercato. Come resiste all’attuale crisi e, secondo voi, grazie a quali caratteristiche?
In Italia la fotografia ci ha messo un po’ ad affermarsi, ma ora il pubblico e i collezionisti sono più preparati e più interessati. Secondo me la fotografia sta attraversando un momento positivo. Riscontro molto interesse e curiosità e un buon ritorno in termine di vendite. Certo la crisi rallenta tutto, ma bisogna saper guardare il bicchiere mezzo pieno. La fotografia poi è un’arte giovane, facile da capire, e che parla un linguaggio comprensibile a tutti.

Marco Maria Zanin, Castello di Erice, Trapani, courtesy Galleria Valeria Bella

Qual è stata la prima fotografia ad entrare nella vostra galleria?
Una foto di Ernst Haas, raffigurante un Cow Boy aggrappato alle redini di un cavallo impennato, scattata durante le riprese del film “The Misfits” con Marilyn Monroe e Clark Gable. L’avevo vista da ragazzo pubblicata su una rivista, e quando me la sono trovata davanti non ho saputo resistere alla tentazione di comprarla. L’ho anche rivenduta in poco tempo.

Chi avete scelto di portare a MIA 2015?
Una personale di Marco Maria Zanin, che ha appena concluso un lavoro site-specific in Sicilia commissionato da Galleria Valeria Bella. Marco è un giovane molto bravo e determinato, con le idee chiare. Siamo molto contenti di lavorare insieme, e siamo contenti di partecipare a MIA, una fiera di cui siamo sostenitori e che ritengo importantissima per tutto il movimento della fotografia in Italia.

segui gli approfondimenti di MIA Fair sul nostro canale dedicato!!! clicca qui

Galleria Valeria Bella
via Santa Cecilia 2, Milano

Info: +39 02 76004413 | +39 335 6769748
photo@valeriabella.com
www.valaeriabella.com 

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi