Ti sarà inviata una password per E-mail
TORINO | Raffaella De Chirico 30 gennaio – 28 febbraio 2015

Già dal titolo di questa mostra si preannuncia tutto lo spirito dell’originale ricerca del gruppo TTOZOI – composto dagli artisti avellinesi Stefano Forgione (1969) e Pino Rossi (1972) –, protagonisti della personale presentata alla galleria Raffaella De Chirico di Torino.
Sex on canvas. Molds, infatti, contiene tutti gli elementi costituenti il loro peculiare approccio alla “pittura”: Molds fa riferimento alla muffa che loro lasciano proliferare (Sex) liberamente sulla tela. Con un accento lievemente provocatorio, gli TTOZOI portano sulla superficie delle loro tele il meccanismo primordiale della riproduzione: con la diffusione delle spore, le muffe generano quegli elementi che ne permettono la crescita e la duplicazione e, come avviene per tutti gli organismi viventi, attuano il miracoloso meccanismo della conservazione della propria specie generando altri e nuovi individui.

TTOZOI, Sex on canvas#7, muffe e pigmenti naturali su juta Courtesy Raffaella De Chirico - Galleria Arte Contemporanea, Torino

Questo punto cruciale dell’esistenza, di trasmissione genetica e di salvaguardia dall’estinzione delle specie, viene lasciato agire dagli TTOZOI – per poi bloccarlo definitivamente – direttamente sulla tela, quasi sotto lo sguardo dell’osservatore.
Nella loro ricerca, quindi, l’intervento dellartista si limita all’atto iniziale della “creazione” dell’evento artistico: loro miscelano, ai pigmenti e ai colori, elementi naturali quali l’acqua e la farina, per poi lasciare che su questi sia il tempo naturale a far crescere e germinare le muffe che inevitabilmente intervengono in un ciclo biologico determinato dalle condizioni ambientali.
Le loro jute si fanno vero e proprio terreno fertile su cui s’impiantano le spore che proliferano nell’ambiente ideale delle teche sottovuoto: qui si genera il deperimento della materia organica che, producendo le muffe, porta ad agire e attivare una forza distruttrice-creatrice insita nell’evoluzione della stessa materia organica. La natura agisce liberamente.
L’opera quindi cresce autonomamente, muta e cambia secondo un processo che, indipendente dalla volontà degli artisti, intreccia e sviluppa proprie strutture che si sommano a quelle tracce colorate lasciate in precedenza dal gesto pittorico.
Oltre al principio dell’opera, l’intervento degli TTOZOI si ritrova nella fase finale quando, con la resinatura delle superfici, bloccano per sempre il processo in corso nel momento in cui il loro sguardo considera “completo” ciascun lavoro. 

TTOZOI. Sex on canvas. Molds 

30 gennaio – 28 febbraio 2015
Inaugurazione venerdi 30 gennaio ore 18.00-22.00 

Raffaella De Chirico – Galleria Arte Contemporanea
Via della Rocca 19 – Via Giolitti 52, Torino 

Orari: martedì e mercoledì 14.00-19.00;
giovedì, venerdì e sabato 11.00-19.00; altri giorni e orari su appuntamento

Info: +39 011 835357
info@dechiricogalleriadarte.it
www.dechiricogalleriadarte.com

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi