Ti sarà inviata una password per E-mail
 BOLOGNA | Spazio Arte CUBO Unipol | 23 aprile – 18 luglio 2014

Queste fotografie sono scatti d’un momento più incantato che reale, immagini di un’armonia stupefatta. Ritratti d’una realtà altra. Evocano, con malinconia, un mondo dalla bellezza surreale. Un mondo ormai scomparso, sommerso dalla volgarità, sempre più dilagante, d’un quotidiano da basso impero. Immagino quale immensa e amorevole dedizione hanno fatto nascere queste visioni che vogliono raggiungere il sublime e colpiscono il cuore e la mente con la loro struggente poesia. Una poesia che, come scriveva Novalis, diventa, con Tania e Lazlo, “il reale, il reale veramente assoluto.” [Arturo Schwarz]

Tania Brassesco (Venezia, 1986) e Lazlo Passi Norberto (Verona, 1984) sono due giovani artisti il cui sodalizio è nato durante gli studi a Venezia grazie ad una forte sintonia che li vede fondere in un progetto comune le loro esperienze pregresse sviluppate nell’ambito della pittura, scenografia, video e fotografia. I loro lavori combinano tutte queste loro competenze dando vita a risultati raffinati ed originali che riscuotono subito consensi, anche a livello internazionale. Tra il 2010 e il 2013, infatti, le loro opere vengono esposte in numerose mostre personali e collettive ospitate in prestigiose sedi tra le quali il Palazzo delle Esposizioni e il Tempio di Adriano a Roma e Palazzo Ziino a Palermo e ottengono importanti riscontri nella scena internazionale: sono stati invitati ad esporre a Parigi presso La Maison Rouge – Fondation Antoine de Galbert ed entrano a far parte della collezione permanente del Muscarelle Museum of Art in Virginia – USA.

Tania Brassesco & Lazlo Passi Norberto, Echi, 2014, veduta allestimenti, Spazio Arte Cubo Unipol

Attualmente una loro grande personale è allestita sino al 18 luglio allo Spazio Arte CUBO Unipol a Bologna: Echi. Frutto di un sapiente lavoro di preparazione, costruzione delle scene e degli scatti, l’universo artistico del duo Tania Brassesco e Lazlo Passi Norberto attinge ad un immaginario fuori dal tempo, ma anche fortemente contemporaneo che  intende esprimere ed approfondire gli aspetti più intimi e misteriosi della natura umana attraverso una ricerca introspettiva che parla un linguaggio universale. Una sorta di indagine che partendo dalle ambientazioni fortementente artefatte si ricollega agli aspetti universali della vita del singolo: melanconia e solitudine, ma anche scoperta ed evasione dalla realtà, vengono rappresentate nelle loro opere fotografiche dando vita ad immagini evocative e suggestioni eteree.

Le immagini sono in grado di creare una vera e propria narrazione visiva all’interno della quale gli echi dal passato rivivono in nuove forme, come nella serie The Essence of Decadence, in cui l’anima dei dipinti fin de siècle viene interpretata in chiave fotografica e personale,  creando uno stretto legame tra la crisi esistenziale di quell’epoca e la nostra, portando avanti una riflessione su sentimenti e paure che scopriamo essere immortali. Echi e reminiscenze, immagini senza tempo che sono anche lo specchio di inquiete visioni interiori e molto contemporanee, che nella serie Fairy Tales Now, trovano invece una via di fuga non nel passato ma in luoghi immaginari ed onirici.

Tania Brassesco & Lazlo Passi Norberto, Echi, 2014, veduta allestimenti, Spazio Arte Cubo Unipol

Le opere, in bilico tra reale ed irreale e sospese in uno spazio atemporale, immaginato e ricostruito, vengono realizzate integralmente dal vero dai due autori creando dei set, studiando tutti i particolari ed interpretando i personaggi, infine cristallizzando l’insieme nell’immagine fotografica. Una  fusione di diverse discipline sapientemente amalgamate come avviene per la scena di un film, eseguite in completa autonomia fin nel minimo dettaglio. In anteprima nello Spazio Arte di CUBO è esposta anche l’ultima creazione di Tania e Lazlo, Wandering Soul, che rappresenta un nuovo percorso nella ricerca dei due artisti volto maggiormente ad analizzare in profondità l’inconscio e le visioni immaginifiche da esso generate.

Echi. Tania Brassesco e Lazlo Passi
a cura di Angela Memola

23 aprile – 18 luglio 2014

CUBO – Centro Unipol Bologna, Spazio Arte
Piazza Viera de Mello, Bologna

Info: +39 051 5072521
a.memola@unipol.it
www.cubounipol.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi