Ti sarà inviata una password per E-mail
MILANO | Via Montenapoleone/ Sant’Andrea | febbraio 2015 – gennaio 2016

di FRANCESCA DI GIORGIO

Prendi dei noti brand di moda italiani, falli scendere in strada come in “passerella”.
A sfilare open air, in Via Montenapoleone e Via Sant’Andrea – cuore del quadrilatero della moda milanese – non sono le modelle dei cat walk da fashion week ma tombini in ghisa griffati con un disegno che rispecchia il carattere della maison e il tema dell’internazionalità di Milano, reinterpretato in occasione di Expo 2015 e rispetta, grazie alla collaborazione di attenti artigiani, particolari caratteristiche tecniche per la realizzazione: l’incisione viene realizzata con un macchinario apposito e la “finitura” completata dalla colorazione eseguita a mano con colate di resina.

La terza edizione di Sopra il sotto – Tombini Art raccontano la Città Cablata, inaugurata ieri sera on the road, nel giorno che precede l’inizio della settimana della moda donna, un nuovo percorso d’arte per la città di Milano visibile per quasi un anno (fino a gennaio 2016).
Un progetto che vede molti attori coinvolti. Dall'”alto”, Metroweb l’azienda milanese titolare della più grande rete metropolitana di fibre ottiche d’Europa e mecenate del progetto, il Comune di Milano, la Camera Nazionale della Moda Italiana, al “basso” dei tombini in ghisa realizzati grazie a FERB azienda del Gruppo Ecotech specializzata nella produzione di chiusini e raccordi per il mercato delle reti interrate di telecomunicazioni e di servizi. Senza dimenticare il fine benefico del progetto: i ventiquattro tombini – opere d’arte (deditamente restaurate) andranno all’asta da Christie’s nel gennaio 2016 a sostegno della campagna di Oxfam Italia (organizzazione non profit e Civil Society Participant di Expo 2015) Con le donne per vincere la fame.

A coordinare il tutto Monica Nascimbeni, ideatrice e curatrice del progetto, sin dalla prima edizione in zona Tortona nel 2009-2010 (la seconda sempre in “Montenapo” nel 2011-2012) dove il compito di decorare i tombini era stato affidato a street artist italiani e stranieri tra cui Shepard Fairey, Space Invader, Flying Fortress, Rendo, The London Police…
Oggi sono i grandi nomi dell’Italian Style a firmare i tombini: Giorgio Armani, Just Cavalli, Etro, Missoni, Larusmiani, Laura Biagiotti, Costume National, Moschino, 10 Corso Como, Prada, Trussardi, DSquared2, Versace, Iceberg, Brunello Cucinelli, Hogan, Alberta Ferretti, Valentino, Salvatore Ferragamo, Emilio Pucci, Giuseppe Zanotti Design, Ermenegildo Zegna e con la partecipazione di Istituto Marangoni.

Sopra il Sotto – Tombini Art raccontano la città cablata
Un progetto di Metroweb, da un’idea di Monica Nascimbeni, con il patrocinio del Comune di Milano, in collaborazione con la Camera Nazionale della Moda Italiana e in partnership con Oxfam Italia

24 febbraio 2014 – gennaio 2016 (sempre visibile day&night) 

Via MonteNapoleone e via Sant’Andrea, Milano

Info: tombiniart.metroweb.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi