ALBISSOLA MARINA, ALBISOLA SUPERIORE, SAVONA | sedi varie | 7 ottobre 2016

Appuntamento oggi pomeriggio in tre sedi ad Albisola Superiore, Albissola Marina e Savona per l’inaugurazione delle sezioni espositive della Mostra TERRA! evento conclusivo del progetto interregionale “La terra di mezzo. La via della ceramica tra Liguria e Piemonte”.
Si parte dal MuDA (il Museo Diffuso di Albisola) di Albissola Marina alle ore 17.00 per poi trasferirsi alle 17.30 al Museo Trucco di Albisola Superiore e chiudere alle 18.00 con la visita al Museo della Ceramica a Savona.

TERRA! è una mostra diffusa in sei Musei liguri e piemontesi incentrata sui rapporti di scambio e contaminazione della produzione ceramica, dall’antico al contemporaneo. Una rassegna espositiva a cura di Andreina d’Agliano e di Luca Bochicchio che rappresenta il completamento del progetto di rete La terra di mezzo. La via della ceramica tra Liguria e Piemonte, voluto dall’allora Presidente Guido Neppi Modona dall’idea guida di Christiana Fissore Direttrice del Museo.

Guido Garotti, Deviazione (Albisola Artists in Residence 2012) in mostra al Museo Trucco di Albisola Superiore

Guido Garotti, Deviazione (Albisola Artists in Residence 2012) in mostra al Museo Trucco di Albisola Superiore

Tre anni di lavoro per la realizzazione del progetto che ha ricevuto il sostenuto della Compagnia di San Paolo, gli “attori” riuniti in un comitato sono tanti e coordinati da Claudia Abbina e rafforzano ulteriormente la rete messa in opera dal progetto: Presidente della Fondazione Museo della ceramica di “Vecchia Mondovì” Guido Neppi Modona (al quale è subentrata Andreina d’Agliano) e la Direttrice Christiana Fissore, dalla Direttrice dei Musei Civici di Savona Eliana Mattiauda, dall’Assessore alla cultura del Comune di Albissola Marina Nicoletta Negro, da Maddalena Gambino dell’ufficio cultura di Albissola Marina, dall’Assessore alla cultura di Albisola Superiore Giovanna Rolandi e dal funzionario del settore cultura di Albisola Superiore Cinzia Pantano, dall’Assessore alla cultura del Comune di Mondovì Mariangela Schellino e dal funzionario del Comune di Mondovì Alessandro Bracco.

Nata in seguito alla collaborazione tra il Museo della Ceramica di Mondovì e i quattro Comuni di Savona, Mondovì, Albissola Marina e Albisola Superiore, la rete della TERRA DI MEZZO si articola su una comune identità culturale ceramica, basata inizialmente sulla produzione della maiolica nelle località di Savona e di Albisola e poi, agli inizi dell’Ottocento, sull’esportazione della manodopera fra Savona e Mondovì che diede vita al distretto industriale monregalese della terraglia.
Da più di cinquecento anni la “terra” costituisce per il savonese un inestimabile patrimonio artistico e commerciale, cui anche il Piemonte attinse per organizzare la sua produzione ceramica: basti pensare alla manifattura del Regio Parco iniziata nel 1646 o alle committenze sabaude ai Guidobono alla fine del XVII secolo. I dati archivistici documentano importanti presenze liguri e francesi a Torino.

Una mostra finale a suggello del progetto non poteva quindi prescindere dalla capitale sabauda, dove dal 1725 durante il regno di Vittorio Amedeo II sorse una nuova manifattura di maiolica, quella di Giorgio Giacinto Rossetti. Ma fu la porcellana a conferire a Torino, già animata dagli artisti del cantiere juvarriano, quella predominanza tecnica che ne fece un centro di riferimento ceramico: nel 1737 Giorgio Giacinto Rossetti riuscì a produrre una porcellana di tipo tenero, simile a quella francese. Dalla vicina Castellamonte giungeva la “terra bianca” per la fabbricazione delle porcellane. Il nome della città era già conosciuto soprattutto per la terracotta rossa, che ha dato continuità alla sua produzione artistica dall’antichità fino ai giorni nostri.
Nell’Ottocento e poi ancor più nel Novecento e negli anni Duemila, gli scambi e i contatti tra artisti, manifatture e industrie legati alla ceramica si sono via via trasformati e intensificati fra Piemonte e Liguria. Nuove forme di collaborazione e di condivisione vedono oggi coinvolti artigiani, artisti e designer insieme a enti pubblici e privati – come Fondazioni, Comuni e Musei – nella ricerca e nella comunicazione della cultura ceramica antica e contemporanea.
Da queste considerazioni risulta di evidente importanza mettere in luce con una mostra i diversi collegamenti tecnici e tematici fra Liguria e Piemonte. La rassegna espositiva ideata a chiusura del progetto “Terra di Mezzo” si articola sulle sei sedi che in qualche modo sono state protagoniste di questo circuito ceramico, emblematico non solo della produzione ligure-piemontese ma anche dei diversi collegamenti artistici con la Francia del Sud – basti pensare a Giacomo Boselli, agli scambi fra il Nord Europa, Albisola e Vallauris a metà Novecento e, in tempi più recenti, ai progetti internazionali di residenze per artisti.
Le sei mostre sono documentate da un unico catalogo edito da Gli Ori (Pistoia).

SAVONA
Il Museo della Ceramica di Savona (Museo d’Arte di Palazzo Gavotti) propone un approfondimento didattico sui vasi da farmacia: pregevole specificità del territorio ligure fin dal XVI secolo, perfetto connubio tra praticità ergonomica, funzionalità igienica e ricercatezza dei decori. La storia della maiolica, cui è prevalentemente associata la fama della produzione ceramica savonese, si sviluppa in uno stretto legame con il patrimonio vasale utilizzato dalle antiche farmacie ospedaliere, conventuali e private per la conservazione di spezie e preparati medicamentosi. Il vantaggioso rapporto fra qualità e prezzo, che caratterizza la produzione secolare di stagnoni, albarelli e boccali, ne determina il vasto successo e un’ampia circolazione, specie nel Seicento e nel Settecento, anche in relazione all’accresciuto bisogno di numerose istituzioni sanitarie.
Un itinerario esemplificativo della maiolica savonese nel Museo della Ceramica si svolge quindi anche attraverso i numerosi vasi di farmacia presenti nel percorso espositivo, appositamente segnalati per questa occasione e introdotti da un allestimento scenografico didattico che rievoca un banco da farmacia d’età moderna.
Orari: lunedì, martedì, mercoledì 10-13.30; giovedì, venerdì, sabato 10-13.30 / 15.30-18.30 domenica e festivi 10-13,30. Info e contatti: www.museodellaceramica.savona.it

Enrico Baj, Doppia faccia, 1955, Centro Esposizioni MuDA Albissola Marina

Enrico Baj, Doppia faccia, 1955, Centro Esposizioni MuDA Albissola Marina

ALBISOLA SUPERIORE E ALBISSOLA MARINA
Le sezioni espositive delle due Albisole, curate da Luca Bochicchio, valorizzano la residenza d’artista come processo storico e creativo. Al Centro Esposizioni del MuDA (il Museo Diffuso di Albisola) di Albissola Marina, capolavori di Tullio d’Albisola, Lucio Fontana, Enrico Baj e Asger Jorn documentano le premesse e i risultati dell’Incontro Internazionale della Ceramica del 1954, mentre per la prima volta vengono esposte le opere in ceramica di Pablo Picasso offerte in dono dalla città di Vallauris nel 1956 per suggellare il gemellaggio con Albissola. La Casa Museo Jorn ospita invece tre opere realizzate da Loris Cecchini, Yuan Shun e Momoyo Torimitsu durante la Biennale di Ceramica nell’Arte Contemporanea organizzata ad Albisola nel 2001, e un assemblage ceramico di Arianna Carossa: artista genovese residente a New York che per prima ha esposto a Casa Jorn nel 2016 dopo la riapertura ufficiale del sito nel 2014. Il Museo Trucco di Albisola Superiore vede dialogare i pezzi delle collezioni storiche (dai reperti archeologici delle fornaci del XV secolo alla maiolica bianca e blu, dagli arredi popolari e borghesi ottocenteschi alle sculture di Francesco Messina, Arturo Martini e Manlio Trucco) con quelli di una selezione di artisti in residenza dal 2012 nell’ambito di Albisola Artists in Residence: Guido Garotti, Serena Zanardi, Nero/Alessandro Neretti. Ospiti speciali in questa sezione Andrea Salvatori e il progetto emergente Mario Kunst.
Orari:
– Museo Manlio Trucco, Albisola Superiore: martedì, giovedì, sabato: 8.30-12.30; mercoledì, venerdì: 14.00-18.30. Contatti: Uff. Cultura Tel. 019482295/214/226 cultura@comune.albisola-superiore.sv.it
– MuDA Albissola Marina: Centro Esposizioni martedì, mercoledì, giovedì 10-12 / 16-18; venerdì 10-12; sabato 16-18; lunedì chiuso.
– Casa Museo Jorn: martedì 9-12; giovedì 15-17; sabato, domenica: 11-13/14-17.
Info: Uff. Cultura +39 019 40029280
cultura@comune.albissolamarina.sv.it
www.museodiffusoalbisola.it

 

TERRA!
La via della Ceramica tra Liguria e Piemonte
a cura di Andreina d’Agliano e Luca Bochicchio

3 settembre 2016 – 23 gennaio 2017

Le tappe:
TORINO // Palazzo Madama – Museo Civico d’Arte Antica
SAVONA // Museo d’Arte di Palazzo Gavotti – Museo della Ceramica
MONDOVI’ // Museo della Ceramica
CASTELLAMONTE // Palazzo Botton – Museo della Ceramica e della Terra Rossa
ALBISOLA SUPERIORE // Civico Museo Manlio Trucco
ALBISSOLA MARINA // MuDA Centro Esposizioni – Casa Museo Asger Jorn

EVENTO CONCLUSIVO DEL PROGETTO DI RETE
LA TERRA DI MEZZO
PROMOSSO E FINANZIATO DALLA COMPAGNIA DI SAN PAOLO:

PARTNER LA TERRA DI MEZZO:

Fondazione Museo della Ceramica – Vecchia Mondovì (ente capofila) – Presidente Andreina d’Agliano
Comune di Mondovì – Sindaco Stefano Viglione
Città di Savona – Sindaco Ilaria Caprioglio
Città di Albisola Superiore – Sindaco Franco Orsi
Comune di Albissola Marina – Sindaco Gianluca Nasuti

COORDINAMENTO LA TERRA DI MEZZO
Claudia Abbina

TERRA!
CON IL CONTRIBUTO DI: Fondazione CRT, Fondazione CRC, Comune di Castellamonte

CON IL PATROCINIO DI: Regione Piemonte, Regione Liguria, Comune di Torino, Comune di Castellamonte, AiCC Associazione Italiana Città della Ceramica

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •