Ti sarà inviata una password per E-mail
MILANO | Spazio Cabinet | 30 ottobre 2013 – 18 gennaio 2014

La doppia personale, che inaugura Spazio Cabinet e che vede protagonisti gli artisti Sylvie Fleury (1961) e Alexander Wagner (1978), si concentra su un progetto studiato appositamente per gli ambienti dello spazio milanese.
I due artisti sono stati invitati, infatti, a confrontarsi su un progetto di assoluta bidimensionalità che ha prodotto una serie di interventi site-specific in cui la funzione del muro supera il suo essere semplice supporto per diventare elemento necessario all’opera. In Warp & Weft troviamo sovrapposizioni cromatiche, geometriche e materiche che si pongono alla base di quella peculiare ricerca di quelle relazioni formali con sui si intendono rilevare affinità e contrasti oltre a produrre risonanze spaziali.

Sylvie Fleury, It Might As Well Rain Until September, installation at Salon 94, 2013, New York

Sylvie Fleury guarda agli eccessi di una bellezza superficiale oggi tanto diffusa: le sue opere sottolineano quella rincorsa vana delle futili aspettative di una società profana e consumistica. Il suo sguardo si compone in un’arte da vedersi quale rappresentazione tangibile dei controvalori contemporanei nei quali la sua attenzione profonda riesce a trasmettere note sacrali fin anche nell’oggetto più effimero. Ogni suo esito – nei dipinti, nelle sculture e nelle installazioni – assume l’intrinseca capacità di catturare e coinvolgere la sensibilità dei giovani, di quella nuova generazione certamente più esposta alle sollecitazioni della società attuale.

Alexander Wagner, o.T. (Touch), 2013, wallpainting, dimensioni variabili Courtesy Artist and RaebervonStenglin, Zurich - Photo Philipp Ottendörfer

Alexander Wagner apre, invece, le sue opere ad una comprensione più libera, che asseconda una natura prettamente mentale. La sua ricerca astratta, ma sempre immediatamente comunicativa, unisce esperienze artistiche diverse che vedono nel lavoro di Blinky Palermo e Agnes Martin le espressioni a lui più vicine e sicuramente di riferimento, a queste unisce una componente strutturale – quasi architettonica – di derivazione razionalista. Egli compie vere e proprie elencazioni analitiche che vogliono esprimere un ordine figurativo, entro una accumulazione di oggetti ed eventi “casuali”.
Per questa mostra Alexander Wagner e Sylvie Fleury presentano wallpieces inediti e rispazializzati per Spazio Cabinet.

Warp & Weft. Silvie Fleury – Alexander Wagner
a cura di Maria Chiara Valacchi 

30 ottobre 2013 – 18 gennaio 2014

Spazio Cabinet
via Tadino 20, Milano 

Orari: giovedì e venerdì 16:00-19:30 e su appuntamento

Info: +39 338 3032422
info@spaziocabinet.com
spaziocabinet@gmail.com
www.spaziocabinet.com

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi