Ti sarà inviata una password per E-mail
MONZA | Villa Reale | 30 ottobre 2014 – 6 aprile 2015

Dal 2009 ad oggi le fotografie di Steve McCurry hanno letteralmente girato l’Italia. Dopo la prima mostra a Milano a Palazzo della Ragione (2009) ne sono seguite altre, in varie città italiane, (Ilaria Bignotti l’ha intervistato per noi sul numero #74 di Espoarte in occasione della tappa genovese del progetto LEGGI L’INTERVISTA). Appuntamenti che hanno fatto conoscere il lavoro di McCurry oltre l’immagine fortissima e iconica della ragazza afghana dagli occhi verde smeraldo.

Steve McCurry, Ragazza sull'uscio, Afghanistan, 2006

Ad accompagnare McCurry in questo lungo tour a cinque anni di distanza, dopo più di 500.000 visitatori alle mostre, Civita e SudEst57 che oggi decidono di realizzare una nuova mostra, per presentare il suo lavoro in una nuova prospettiva, che, a partire dai suoi inimitabili ritratti, si spinge “oltre lo sguardo”, alla ricerca di una dimensione, quasi metafisica, dello spazio e dell’umanità che lo attraversa o lo sospende con la sua assenza. Oltre le porte e le finestre, oltre le cortine e le sbarre, oltre il dolore e la paura. Tra linee di fuga e riflessi che si confondono con le architetture della Villa Reale a Monza in un suggestivo gioco di rimandi. La mostra si sviluppa a partire dai lavori più recenti e da una serie di scatti che sono legati a questa sorprendente ricerca, anche se non mancano alcune delle sue immagini più conosciute, a partire dal ritratto di Sharbat Gula, che è diventata una delle icone assolute della fotografia mondiale.

Oltre a presentare una inedita selezione della produzione fotografica di Steve McCurry – con un allestimento del tutto nuovo, progettato appositamente da Peter Bottazzi per accompagnare il visitatore nel mondo di McCurry e stabilire un dialogo con gli ambienti monumentali della Villa Reale appena restaurata e la decorazione neoclassica che li caratterizza – la rassegna intende raccontare l’avventura della sua vita e della sua professione, anche grazie ad una ricca documentazione e ad una serie di video costruiti intorno alle sue “massime”. Per seguire il filo rosso delle sue passioni, per conoscere la sua tecnica ma anche la sua voglia di condividere la prossimità con la sofferenza e talvolta con la guerra, con la gioia e con la sorpresa. Per capire il suo modo di conquistare la fiducia delle persone che fotografa:

«Ho imparato a essere paziente. Se aspetti abbastanza, le persone dimenticano la macchina fotografica e la loro anima comincia a librarsi verso di te».

La mostra monografica a Villa Reale arriva dopo una stagione particolarmente produttiva della sua ormai più che trentennale carriera di fotoreporter, con incarichi prestigiosi come il calendario Pirelli 2013 e il progetto The last roll realizzato con l’ultimo rullino prodotto da Kodak, ma soprattutto con lavori molto impegnativi che ha realizzato viaggiando nei luoghi del mondo che predilige, dall’India alla Birmania, dall’Afghanistan alla Cambogia, ma anche in Giappone, in Italia, in Brasile, in Africa, e continuando una ricerca iniziata negli anni ’70 con il portfolio realizzato in India e poi con il primo importante reportage in Afghanistan.

All’interno della mostra anche gli scatti del Calendario Lavazza 2015 e i ritratti degli Earth Defenders, protagonisti di storie di quotidiano eroismo: donne e uomini che ogni giorno con coraggio, orgoglio e dedizione difendono i propri progetti in Africa (Calendar2015.lavazza.com)

STEVE McCURRY. Oltre lo sguardo
a cura di Biba Giacchetti e Peter Bottazzi

promossa da Nuova Villa Reale di Monza SPA in collaborazione con il Consorzio Villa Reale e Parco di Monza, istituito dalle Amministrazioni pubbliche e in particolare da MIBACT, Regione Lombardia, Comune di Milano, Comune di Monza e Confindustria Monza e Brianza.

La mostra è organizzata e prodotta da Cultura Domani, la società costituita da Italiana Costruzioni e Civita per la gestione dei servizi di accoglienza e assistenza alla visita della Villa Reale.
Con il sostegno di Jacob Cohën e Lavazza e il supporto di Epson.

Villa Reale di Monza
Secondo Piano Nobile
Viale Brianza 1, Monza

30 ottobre 2014 – 6 aprile 2015

Orari: da martedì a venerdì, dalle ore 10.00 alle 18.00
Sabato, domenica e festivi, dalle ore 10.00 alle 19.00
Lunedì chiuso
Lunedì 8 dicembre apertura straordinaria, dalle 10.00 alle 18.00
La mostra sarà aperta regolarmente durante le festività natalizie.
La biglietteria chiude un’ora prima.

Info: www.mostrastevemccurry.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi