Ti sarà inviata una password per E-mail
GENOVA | Museo D’Arte Contemporanea di Villa Croce | 12 febbraio – 30 marzo 2014

Una giornata ricca di appuntamenti oggi, mercoledì 12 febbraio, al Museo d’Arte Contemporanea di Villa Croce a Genova: si parla di una storica galleria d’arte genovese come la Galleriaforma, dell’opera di Pino Pascali e della giovane artista norvegese Marit Roland.

Alle 17.30 ha inizio il quarto appuntamento di Sperimentare il Contemporaneo, ciclo di cinque conferenze, ideato per ripercorrere la storia dell’arte contemporanea attraverso le vicende e le mostre delle gallerie genovesi in una serie di conversazioni con i loro protagonisti. Oggi il pubblico potrà scoprire la storia della Galleriaforma – con il suo direttore Paolo Minetti e Claudia Baghino – una galleria con all’attivo poco meno di cento esposizioni, ordinate tra 1972 e 1982, che ha costituito una presenza di imprescindibile importanza nel tessuto culturale cittadino. In primo luogo per l’innegabile qualità dei nomi proposti, in secondo anche e soprattutto, per il carattere di rottura delle scelte compiute: attraverso le sale della galleria sono passati infatti molti artisti che all’epoca erano ancora quasi sconosciuti o le cui opere non erano ancora state esposte nel nostro paese ad esempio, per citare solo alcuni, Gordon Matta Clark, Bernd e Hilla Becher, Robert Morris, Christian Boltanski.

Robert Morris, allestimento, GALLERIAFORMA, Genova 1973, fotografia agenzia Publifoto, Archivio Paolo Minetti, Archivio d’ Arte contemporanea, Università degli Studi di Genova (DIRAAS)
Segue, alle 18.00, l’inaugurazione di BOOOM! Pino Pascali e il Gioco delle armi, mostra curata da Anna Lovecchio, composta da una selezione di opere che raccontano il “mondo eroico infantile” caratteristico dell’opera di Pino Pascali (1935-1968). Un’umanità variopinta e combattente, composta da personaggi di ogni sorta, armati, apparentemente sull’orlo dello scontro armato, eppure mai davvero ostili o minacciosi raccolto in una galleria di  immagini, prodotte principalmente per la pubblicità, in cui l’atmosfera di belligeranza universale si connota in senso ludico.

Bazooka (P.)
Pascali opera infatti una reinvenzione fantastica delle armi che da oggetti letali diventano strumenti di gioco. Nella sua produzione artistica l’arma ritorna, declinata nelle forme più svariate, con una frequenza che va oltre una mera questione di familiarità. Nella sua ripetizione ossessiva declinata in un linguaggio sempre sintetico, l’arma acquista la forza dell’archetipo, elemento pregnante della coscienza estetica dell’artista, perdendo la loro funzione originaria per acquisire un valore d’uso ludico, fondamentale per l’artista il quale dichiara: «non si vuole parlare di gioco in senso di “puro divertimento”, bensì inteso come attività normale dell’uomo. E il gioco, anche per i bambini, è una cosa seria, è un modo per conoscere».

Continuano inoltre i progetti site specific che trasformano lo scalone monumentale del Museo in luogo di sperimentazione per i giovani Marit Roland_work in progress_courtesy Villa Croceartisti:questa volta il turno della norvegese Marit Roland. Si tratta del terzo intervento (ricordiamo i precedenti affidati a Marta Dell’Angelo e a Gabriella Ciancimino), dal titolo Paper Drawings: un’istallazione ideata e creata appositamente per gli spazi dello scalone, utilizzando semplici fogli di carta, installati uno accanto all’altro sulla parete. La carta crea vere e proprie sculture che però l’artista considera, nella sua poetica, ancora disegni. Il progetto fa parte di un corpo di lavori intitolati anch’essi Paper Drawings, disegni di carta, frutto di un’estensione della sua precedente pratica artistica, il disegno classico che però ora si trasforma: la carta diviene essa stessa atto di disegno annullando così la distinzione tra segno e supporto, la carta diviene l’unico materiale. Partendo dal disegno classico, la Roland se ne allontana, disegnando con la carta e non su di essa, in questo caso utilizzando l’intero spazio espositivo come sua tela.

Sperimentare il Contemporaneo: Galleriaforma
Intervengono Paolo Minetti e Claudia Baghino
12 febbraio 2014
ore 17.30

BOOOOM! Pino Pascali e il gioco delle armi
A cura di Anna Lovecchio
12 febbraio – 30 marzo 2014
Inaugurazione mercoledì 12 febbraio ore 18.00

Paper Drawning. Marit Roland
Intervento site specific – Scalone Monumentale
Inaugurazione 12 febbraio, ore 18.00

Museo D’Arte Contemporanea di Villa Croce
via Jacopo Ruffini 3, Genova

Info: +39 010 580069/585772
staffmostre@comune.genova.it
www.museidigenova.it

 

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi