Ti sarà inviata una password per E-mail

GUCCI CORONA L’ANNO DELLE CELEBRAZIONI DEDICATE AL 90ESIMO ANNIVERSARIO CON L’APERTURA DEL GUCCI MUSEO A FIRENZE, TRIBUTO ALL’ARCHIVIO STORICO E AL PATRIMONIO CREATIVO DEL MARCHIO.

MUSEO GUCCI | Firenze

L’anno dedicato alle celebrazioni per il 90esimo Anniversario di Gucci è culminato con l’apertura al pubblico del GUCCI MUSEO (www.guccimuseo.com), lo scorso 28 settembre, all’interno dello storico Palazzo della Mercanzia, in Piazza della Signoria a Firenze.
Era il 1921 quando Guccio Gucci fondò la sua azienda e il primo negozio a Firenze, inseguendo un sogno e una visione che vivono ancora oggi attraverso il patrimonio delle icone e dei valori che continuano a ispirare il marchio.

Progettato dal Direttore Creativo di Gucci Frida Giannini, il GUCCI MUSEO è uno spazio vivente che racchiude la filosofia “Forever Now” del marchio. L’esposizione permanente dell’archivio Gucci, preservato e ampliato nel corso degli anni nella sua ricchezza e rilevanza culturale, sarà affiancata da una serie di installazioni d’arte contemporanea selezionate con il supporto della Fondazione Pinault. Il percorso del museo sarà inoltre completato dai negozi destinati ai prodotti iconici di Gucci e agli articoli da regalo, da un bookstore e da un Caffè.
L’antico Palazzo della Mercanzia, originario del 1337 e ancora oggi simbolo delle arti e dei mestieri fiorentini, si estende da Piazza della Signoria a Piazza Santa Firenze e nasce dall’unione di due splendidi edifici, rispettive sedi dell’Ufficio della Condotta degli Stipendiati e dell’Università dei Mercanti e Ufficio della Mercanzia, al tempo dei Medici.
I lavori di restauro realizzati negli interni rispettano la storia del palazzo, attraverso l’uso di materiali che si integrano naturalmente con l’architettura originale.

Il GUCCI MUSEO si sviluppa su una superficie di 1.715 metri quadrati disposti su tre piani, ed è diviso in sale a tema ispirate ai motivi iconici e ai simboli di Gucci. Mentre il piano terra e i piani superiori dell’edificio ospitano la mostra permanente, nel basement privato ha sede il caveau che custodisce l’archivio Gucci: un’immensa collezione di capi di prét-à-porter, accessori, oggetti, documenti e foto, meticolosamente raccolti, catalogati e conservati per documentare l’universo creativo e l’influenza culturale del patrimonio di Gucci.

Il piano terra ospita il Gucci Caffè, un luogo di incontro che oltre ad accogliere i visitatori del museo è stato pensato come punto di ritrovo per i fiorentini e nuova meta irrinunciabile del centro città, dove sarà inoltre possibile gustare un variegato menù a base di cibi preparati con ingredienti di produzione locale e biologica.

L’adiacente Bookstore è gestito in collaborazione con Rizzoli, che aggiunge questo spazio alle altre location di New York, Londra e Milano. Grazie a questa partnership, il GUCCI MUSEO potrà offrire un vasto elenco di pubblicazioni dedicate agli appassionati di arte, moda, fotografia e architettura, con una selezione accurata di opere d’epoca e contemporanee. Il coinvolgimento di Rizzoli, che condivide con Gucci i valori della tradizione e dell’innovazione, in breve tempo contribuirà a far riconoscere il Bookstore del  museo come una delle mete più autorevoli per gli amanti del libro.

Nell’era moderna della connettività, i visitatori potranno inoltre usufruire di uno spazio comune per una pausa caffè o per navigare online usando la rete wireless del museo. Accanto all’area social, all’interno dell’Icon Store sarà disponibile l’elegante Icon Collection di prodotti in edizione unica, tra cui i modelli di borse come la New Jackie, la New Bamboo, la Stirrup e la Horsebit Chain, così come il mocassino con morsetto e il foulard Flora, tutti disegnati da Frida Giannini con tonalità e dettagli realizzati in esclusiva per il GUCCI MUSEO.

Lo spazio dedicato all’esposizione permanente comincia al piano terra, con la grande sala Viaggio, dedicata all’esposizione di bauli, valigie, accessori e articoli creati per il jet-set internazionale, che con il suo glamour ha contribuito al successo internazionale di Gucci durante gli anni’50, ’60 e ’70. “Valigeria e articoli da Viaggio” fu, infatti, la denominazione delle prime collezioni di Guccio Gucci, ispirate alle valigie della clientela dell’Hotel Savoy di Londra, dove agli inizi lavorò come portiere.

Il viaggio nella storia di Gucci prosegue al primo piano, con la rappresentazione di altri temi e icone di Gucci: dal Mondo Flora, motivo intramontabile che nel tempo ha scoperto molteplici interpretazioni e stilizzazioni su tutti i prodotti dell’azienda; alla sala Borse, percorso di design ed eccellenza artigianale che ricorda i modelli storici, divenuti dei veri e propri oggetti di culto ancora oggi ricercatissimi; fino al tema Sera, che svela il sogno dell’abito da sera e la magia delle creazioni da red carpet indossate agli eventi più prestigiosi, e alla sala Preziosi, dove sono esposte clutch uniche e oggetti di valore. Al primo piano si trova anche il Contemporary Art Space, dedicato alle opere di artisti contemporanei selezionate in collaborazione con la Fondazione Pinault. Nella sala adiacente saranno invece presentati i video e le installazioni delle produzioni più originali e contemporanee della “movie art”; in questa sala avranno anche luogo le proiezioni dei film storici che Gucci ha contribuito a restaurare grazie alla collaborazione con la Film Foundation di Martin Scorsese, e dei documentari cui Gucci ha devoluto nel tempo fondi di supporto attraverso il Gucci Tribeca Documentary Fund.

L’esposizione permanente continua al secondo piano, con la Logomania, spazio che ripercorre l’evoluzione del monogramma della doppia G, tracciando una storia nella storia il cui protagonista è l’intramontabile segno grafico divenuto emblema del made in Italy. Infine, i temi Lifestyle e Sport completano il viaggio all’interno del GUCCI MUSEO, con un omaggio ai simboli e ai prodotti iconici del marchio ispirati ai mondi dello sport e del tempo libero.

Il GUCCI MUSEO ha inaugurato durante la Settimana della Moda di Milano, il 26 Settembre, con una cena di gala all’interno del Palazzo Vecchio, uno dei più importanti edifici storici di Firenze, sede degli uffici municipali della città, situato accanto al Palazzo della Mercanzia.

In quell’occasione Mario Nanni ha composto una nuova poesia di luceda sempre per sempre” dove le finestre del Museo Gucci diventano le tele di un quadro dipinto in 2.9LD, la tridimensionalità in una nuova prospettiva. Il  2.9LD è un nuovo modo prospettico di usare la luce creato da Mario Nanni in cui superficie architettonica, luce e sguardo si fondono in un unico momento percettivo. Calibrando toni, tecnica e luce grafica, l’occhio percepisce le immagini come un componimento tridimensionale.
È la luce la nuova dimensione: come su una tela il pittore utilizza il colore simulando la luce, così Mario Nanni utilizza la luce dando l’illusione della terza dimensione.
L’opera sarà visibile fino al prossimo 16 ottobre 2011.


Gucci
Museo
Palazzo della Mercanzia
Piazza della Signoria, Firenze
Orari di apertura al pubblico:
Museo 10.00 – 20.00
Icon Store 10.00 – 20.00
Bookstore & Caffè 10.00 – 23.00
Aperto tutti i giorni dell’anno ad esclusione del 25 dicembre, 1 gennaio e 15 agosto
Prezzo del biglietto di ingresso:
6 euro – il 50% della vendita di ogni biglietto sarà destinato al restauro di opere d’arte della Città di Firenze

Info:
www.guccimuseo.com

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi