Ti sarà inviata una password per E-mail
NAPOLI | Ex Anagrafe Comunale | 6 giugno – 5 luglio 2014

Gian Maria Tosatti, 2_Estate, 2014, installazione ambientale (dettaglio)Dopo sei mesi dall’inaugurazione di 1_La peste, opera realizzata presso la Chiesa dei SS. Cosma e Damiano, prosegue il progetto biennale Sette Stagioni dello Spirito dell’artista Gian Maria Tosatti (1980) che oggi presenta 2_Estate, la seconda opera inaugurata presso l’ex Anagrafe Comunale di Napoli.
Questo intervento site-specific si basa sul il concetto di inerzia quale condizione dell’anima, che l’artista affronta frapponendo riferimenti e spunti di diversa origine e contenuto: da Agamben a Pasolini non mancano evocazioni che, prelevati dalla storia dell’arte, riverberano e vestono i laceranti contrasti del nostro presente. L’osservazione di Tosatti si fa dura e amara e, proprio partendo dall’Italia repubblicana priva di progettualità e di identità, indaga quella “malattia dello spirito” che accomuna gli uomini e li lascia appiattire nell’animo.
Anche il luogo scelto – come per il precedente – rappresenta per Napoli una ferita aperta nella città: l’edificio che ha ospitato la prima anagrafe italiana è diventato una delle tante realtà fantasma ormai completamente invisibile e trascurato. Prima monastero nel Seicento, poi anagrafe istituita a Napoli nel 1809, oggi, chiuso da tempo, versa nel degrado più assoluto.

Gian Maria Tosatti Foto © Maddalena Tartaro

Questo ambiente, che ancora conserva gran parte dei documenti sull’identità dei napoletani raccolti per oltre 200 anni, per Tosatti diventa occasione per un’indagine storica sul passato da cui ricavare poi una visione del presente. Restituisce significato ad un luogo dimenticato, vuoto e silenzioso, per riportarlo indietro nel tempo a recuperarne la funzione originaria, che può, osservandola con cura, diventare simbolo e icona del presente.
Lo spettatore si trova in uno spazio famigliare, di cui lui stesso diviene parte, ma questo aspetto conosciuto cela un ordine meticolosamente progettato e precostituito, attraverso il quale si assorbono le informazioni di ogni singolo elemento dell’installazione che, poco per volta, contribuisce a svelarne così il suo senso profondo che va oltre la stessa quotidianità. 

Sette Stagioni dello Spirito
2_Estate. Gian Maria Tosatti
a cura di Eugenio Viola
promosso e sostenuto dalla Fondazione Morra, Napoli
in collaborazione con Regione Campania, Comune di Napoli, Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli, Assessorato al Patrimonio del Comune di Napoli, Seconda Municipalità del Comune di Napoli, Vicariato della Cultura della Curia di Napoli, Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per Napoli e Provincia, Fondazione Ordine Ingegneri Napoli, Autorità Portuale di Napoli,
matronato della Fondazione Donnaregina per le Arti Contemporaee, Napoli

6 giugno – 5 luglio 2014

Ex Anagrafe Comunale
piazza Dante 79, Napoli 

Orari: dal martedì a domenica 13.00-19.00

Info: www.fondazionemorra.org

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi