Ti sarà inviata una password per E-mail
CUNEO | LocalArt 2014

Sono stati 46 i giovani artisti cuneesi che hanno partecipato al bando di concorso, indetto dalla Fondazione CRC di Cuneo, LocalArt 2014, progetto nato nel 2012 a sostegno del lavoro degli artisti locali, edizione questa che ha confermato la qualità dei progetti selezionati.
Sono nove gli artisti scelti tra i candidati che, in attesa di esporre le loro opere in uno stand ad hoc ad Artissima il prossimo mese di novembre, hanno partecipato ad una mostra, conclusa il 20 luglio, all’interno del contenitore ZOOart.

Roberto Fassone, Sibi Foto di Marco Sasia

La rassegna espositiva ai Giardini Fresia, che ha attirato nelle tre settimane di apertura oltre diecimila visitatori, ha concesso notevole spazio ai progetti dei giovani artisti di LocalArt 2014, tutti nati, residenti o operanti nella provincia di Cuneo.
Esprime soddisfazione Ezio Falco, presidente della Fondazione CRC:

“La Fondazione CRC completa il proprio puzzle di interventi – che vanno dallo sviluppo locale, all’istruzione, alla ricerca, al sostegno delle persone in difficoltà – con questo progetto che intende sostenere la creatività dei giovani artisti del nostro territorio e offrire loro l’opportunità di farsi conoscere su importanti palcoscenici nazionali e internazionali”

Il gruppo dei selezionati comprende: Franco Ariaudo, Michele Bruna, Roberto Fassone, Andrea Rinaudo, Arianna Uda, Nadir Valente per la sezione Arti visive e plastiche e Paolo Balmas, Anna Chiapello, Irene Rubiano per la sezione Fotografia, realizzata per la prima volta in collaborazione con la Fondazione Fotografia di Modena.  Tra questi nomi il comitato scientifico − cui ha partecipato il curatore di LocalArt Claudio Cravero − ha scelto i due vincitori della prima sezione, cui andrà il premio acquisto di 2.500 Euro ciascuno, e il vincitore della seconda che potrà frequentare i workshop e i corsi della Fondazione Fotografia di Modena. Per la prima volta, in questa edizione la commissione ha attribuito anche un Premio della critica.
Michele Bruna, Ortus – Obitus Foto di Marco SasiaI vincitori della Sezione Arti visive e plastiche sono Franco Ariaudo (1979) che è stato “selezionato per la sperimentazione artistica e la trans-disciplinarietà” dell’opera MPGG (Mundaj Public Gym Gear) e Roberto Fassone (1986) con Sibi, “un generatore di istruzioni installato in un calcolatore TOSHIBA, il primo modello di pc portatile risalente al 1981 […] può generare più di 53 miliardi di set di istruzioni per la creazione di opere”. Per la Sezione Fotografia troviamo i nomi di Irene Rubiano (1982) “con la serie fotografica (AP)PUNTI DI VISTA. Apparentemente riconducibile a stampe d’epoca […] l’artista scatta le sue fotografie adottando lo sguardo tipico del voyeur, colui che guarda senza esser visto”.
Si aggiudica il premio della critica il giovanissimo Michele Bruna (1990) “per l’entusiasmo dimostrato nella sperimentazione con il lavoro Ortus – Obitus”.
Tutte le loro opere verranno promosse anche attraverso pubblicazioni specifiche dedicate.

LocalArt 2014
promosso dalla Fondazione CRC
in collaborazione con Associazione ART.UR; Fondazione Fotografia di Modena; ZOOart 

Artisti selezionati: Franco Ariaudo, Paolo Balmas, Michele Bruna, Anna Chiapello, Roberto Fassone, Andrea Rinaudo, Irene Rubiano, Arianna Uda, Nadir Valente

Info: www.fondazionecrc.it
www.zooart.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi