Ti sarà inviata una password per E-mail
TORINO | Oval – Lingotto Fiere Torino | 3-5 novembre 2017

Apre i battenti il prossimo giovedì la ventriquattresima edizione di Artissima la fiera internazionale d’arte contemporanea che, presso l’Oval del Lingotto Fiere a Torino, riunisce gallerie, artisti, collezionisti e professionisti del settore provenienti da tutto il mondo, a conferma di un successo che qualifica questo atteso appuntamento come unico e fortemente radicato nel panorama culturale europeo attuale.
Alla sua prima volta alla guida della kermesse, la neo direttrice Ilaria Bonacossa esprime grande soddisfazione per un’edizione che ancor più vuole radicarsi nel tessuto cittadino e legarsi alla sua storia culturale in un anno davvero speciale in cui si celebrano il cinquantenario dell’Arte Povera e del Piper, storica discoteca torinese, cui la fiera dedica progetti speciali specifici. Artissima continua ad evolvere a mutare e, da una edizione all’altra, rinnova un format che non delude mai con le sue novità e che si propone sempre come laboratorio di ricerca concentrato sul futuro dell’arte e che promuove la scoperta e la valorizzazione di talenti trasversali e spesso fuori dal sistema.

Ilaria Bonacossa © Silvia Pastore

Ilaria Bonacossa © Silvia Pastore

Fedeli a questa impostazione, le 206 gallerie, provenienti da 31 paesi, si distribuiscono nelle sezioni Main Section, New Entries, Editions & Publishing, Present Future, Back to the Future, Editions & Publishing cui si aggiunge la nuova denominata Disegni. Ampia è la sezione dei Magazine e il Bookshop con le storiche Librerie Corraini di Mantova.
Impegnata a sostenere non solo la giovane arte emergente, la fiera torinese si propone, da sempre, anche di favorire e stimolare le scelte del collezionismo giovane, a rafforzare un sistema, una rete di collezionisti internazionali che, ospiti a Torino, provano ad individuare e valorizzare le migliori risorse creative per individuare gli artisti italiani del futuro. La vitalità e la forza di Artissima, come si diceva, si riverberano su tutta la città contagiando con la sua carica innovatrice le numerose istituzioni museali partner, coinvolte con progetti specifici pensati per il territorio.
Evento fondamentale per Torino, per la capacità di attrarre un pubblico ampio, internazionale e assai diversificato, Artissima sa far muovere interessi economici, culturali e di accoglienza molto importanti tanto che, in occasione dell’edizione 2017, l’indotto cittadino e regionale sarà analizzato con una indagine promossa dalla Camera di Commercio di Torino che, confermando il suo interesse per questa fiera, ha commissionato tale ricerca al Dipartimento di Management dell’Università di Torino che consegnerà nel 2018 i risultati ottenuti.

Artissima, Internazionale d’arte contemporanea2016 © Perottino-Alfero-Tardito/ Artissima 2016

Artissima, Internazionale d’arte contemporanea2016 © Perottino-Alfero-Tardito/ Artissima 2016

Tra gli eventi dei partner si segnalano poi Aldo Mondino. Food for thought da Edit Kitchens, Fatma Buck. Remains of what has not been said promosso dalla Fondazione Sardi per l’Arte presso la Biblioteca Arturo Graf al Rettorato dell’Università degli Studi di Torino e Walter Niedermayr. Iran: Antica Persia e industrializzazione da Tosetti Value.
Con una nuova visione digitale Artissima trasforma il suo catalogo in una piattaforma digitale in costante aggiornamento per offrire alle gallerie una vetrina non solo fisica, ma virtuale in cui caricare in autonomia i propri contenuti per entrare in contatto con un pubblico più vasto di appassionati. Il progetto media passa anche da #ArtissimaLive, la redazione dal vivo che, composta da riviste on-line, blogger, siti web di settore coordinati da Elena Bordignon, collabora alla creazione di contenuti prodotti in fiera.
Da sottolineare anche l’attenzione per la ricerca enogastronomica: le creazioni della chef stellata Mariangela Susigan, del Gardenia di Caluso, accoglieranno gli ospiti nel ristorante sulla balconata della Vip Lounge, mentre il bistrot, curato da Piaceri d’Italia, realtà gastronomica attenta a qualità e autenticità, offrirà emozioni culinari con prodotti provenienti da presidi Slow Food.

Artissima 2017. Internazionale d’Arte Contemporanea
direzione Ilaria Bonacossa
progetto di allestimento Studio Vudafieri Saverino Partners, Milano
immagine coordinata Studio Sonnoli

Disegni: nuova sezione di Artissima ( a cura di Luís Silva e João Mourão) nata per sostenere la nascita di un nuovo collezionismo che si affianca a una pratica artistica in grado di catturare l’immediatezza processuale e di pensiero del gesto

Il Deposito d’Arte Italiana Presente: nuovo progetto espositivo e culturale (a curato di Ilaria Bonacossa e Vittoria Martini) dedicato all’arte italiana dal 1994 ad oggi con importanti prestiti da istituzioni piemontesi e gallerie presenti in fiera

Piper. Learning at the discotheque: nuovo programma di incontri (a cura di the classroom) che racconta l’arte contemporanea in modo non convenzionale in uno spazio ispirato alla storica discoteca Piper di Torino

#SocialRoom: spazio per ricaricare i propri dispositivi, e non solo, con un ambiente ricco di stimoli, suggestioni e ispirazioni digitali

illy Present Future 2016 Prize Exhibition: mostra personale di Cécile B. Evans al Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea a Rivoli

After Artissima: lounge “chill, drink and dance” presso il circolo torinese Società Canottieri Esperia (2-4 novembre ore 22.30-03.00 ingresso sarà consentito agli ospiti muniti di badge espositore, vip, press)

Premio OGR Award: il nuovo premio della Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT per l’acquisizione di un’opera da aggiungere alla collezione dell’istituto (in giuria Fawz Kabra, curatrice indipendente e scrittrice, New York; Abaseh Mirvali, curatrice indipendente di arte contemporanea e architettura, progettista, Mexico City, Berlino; Nicola Ricciardi, direttore artistico, OGR – Officine Grandi Riparazioni, Torino)

Premio Campari Art Prize: prima edizione, all’interno di una partnership triennale tra Artissima e il Gruppo Campari, di un premio riservato ad un artista under 35 (in giuria Adam Budak, direttore collezioni e mostre, National Gallery, Praga; Francesco Stocchi, curatore arte moderna e contemporanea, Museum Boijmans Van Beuningen, Rotterdam; Carina Plath, vice direttrice, Sprengel Museum Hannover)

Refresh Premio Irinox: dedicato alla sezione Disegni, sarà conferito ad un artista che, attraverso il disegno, “reinventa conservando” (in giuria Claire Gilman, curatrice, The Drawing Center, New York; Katharine Stout, vice direttrice, ICA, Londra; Irina Zucca Alessandrelli, curatrice, Collezione Ramo, Milano)

Premio Fondazione Ettore Fico: finalizzato alla valorizzazione e promozione di un giovane artista, con acquisizioni a parte della Fondazione per arricchire la collezione del MEF – Museo Ettore Fico di Torino (in giuria Renato Alpegiani, collezionista, consigliere, Fondazione Ettore Fico, Torino; Andrea Busto, direttore, MEF – Museo Ettore Fico, Torino; Simone Menegoi, curatore indipendente, Verona e Milano; Letizia Ragaglia, direttrice, Museion, Bolzano)

Premio illy Present Future: sostenuto da illycaffè dal 2001 viene assegnato all’artista risultato più innovativo nella ricerca. Al vincitore viene concessa l’opportunità di una mostra negli spazi del Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea (in giuria Mary Ceruti, direttore esecutivo e curatrice, Sculpture Center, New York; Carolyn Christov-Bakargiev, direttrice, Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea e GAM, Torino; Luigi Fassi, curatore arti visive, Steirischer Herbst festival, Graz)

Premio Sardi per l’Arte Back to the Future: in partnership con la Fondazione Sardi per l’Arte premia la galleria con il progetto più interessante e rilevante della sezione Back to the Future (in giuria Eva Fabbris, curatrice e storica dell’arte, curatrice Fondazione Prada, Milano; Francesco Manacorda, direttore, V-A-C Foundation, Mosca; Andrea Viliani, direttore, MADRE, Napoli; Lisa Parola, curatrice, Fondazione Sardi per l’Arte, Torino)

Walkie Talkies by Lauretana: appuntamento con le conversazioni informali che attraversano gli spazi della fiera. Coppie di curatori e collezionisti sono  guide d’eccezione che accompagneranno i visitatori in esplorazioni mirate tra gli stand. Coordina il programma Abaseh Mirvali

Ypsilon St’Art Tour by Lancia: dall’edizione 2015 questo programma propone visite guidate attraverso gli stand e le sezioni speciali con sei nuovi percorsi tematici per “inquadrare il contemporaneo” e fotografare la natura dinamica della fiera. Sotto la guida di giovani professionisti della mediazione culturale, il progetto vede la partecipazione di Arteco

Meeting Point by La Stampa: area speciale riservata alla presentazione di progetti, ricerche, eventi, conversazioni e dibattiti su alcune tematiche fondamentali della contemporaneità, promossi e curati da musei, istituzioni e realtà dell’arte

3-5 novembre 2017

Inaugurazione 2 novembe 2017 anteprima stampa dalle ore 12.00; anteprima collezionisti dalle ore 12.00 (su invito); inaugurazione ore 18.00-21.00 (su invito)  

Oval
Lingotto Fiere, Torino

Orari: ore 12.00-20.00
Ingresso intero: €15.00; ridotto €10.00; abbonamento 3 giorni €30.00; ingresso gratuito per i disabili con accompagnatore

Info: info@artissima.it
www.artissima.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi