Ti sarà inviata una password per E-mail
QUERCETA (LU) | Fondazione Henraux | fino al 30 marzo 2014

Il 18 febbraio di 450 anni fa a Roma si spegneva per sempre il genio di Michelangelo Buonarroti (1475-1564) senza vedere realizzato il suo sogno di poter utilizzare il pregiato marmo statuario delle cave del Monte dell’Altissimo. Ne aveva intuito il pregio e il valore, oltre che le qualità straordinarie del materiale e, per questo, era riuscito ad ottenere il permesso di poterne usufruire gratuitamente per tutta la vita qualora fosse riuscito a mettere in esercizio le cave. Un sogno poi interrotto e mai realizzato.
Il Monte dell’AltissimoDopo lunghe vicende storiche oggi la Henraux s.p.a, proprietaria del Monte dell’Altissimo, e la sua Fondazione Henraux desiderano ripercorrere nuovamente gli episodi significativi che hanno reso questo luogo un prezioso tesoro di assoluta eccellenza che, non solo ha legato il proprio nome ai grandi nomi del passato – da Michelangelo a Rodin – ma anche  a quello di moltissimi artisti contemporanei che lavorarono presso l’Henraux, grazie alla passione e e alla lungimiranza di Erminio Cidonio, amministratore unico dell’azienda. Fu lui che, dai primi anni Sessanta del secolo scorso, fece arrivare in questo luogo artisti del calibro di Moore, Arp, Mirò o Noguchi, per citarne solo alcuni, che, con le loro numerose opere, gettarono le basi per l’istituzione di un museo di scultura. Una storia che continua ancora e rende il Monte dell’Altissimo un luogo speciale e unico.
Paolo Carli, presidente della Fondazione Henraux e di Henraux s.p.a., ribadisce la loro missione: 

“Il nostro fare impresa è fare cultura. Desideriamo, nel segno del passato, contribuire alla storia. Per questo, oggi, manteniamo con responsabilità e consapevolezza il testimone ricevuto e vogliamo ricordare Michelangelo […]. Siamo oggi alla seconda edizione del Premio Fondazione Henraux, unico Premio al mondo che è nato per onorare la tradizione e la lavorazione del marmo nei diversi ambiti della scultura, del design, dell’architettura.”

La Fondazione Henraux nasce quindi per celebrare con progetti, sia culturali che scientifici, la tradizione della lavorazione del marmo dalla scultura al design, dall’architettura alla decorazione e, nel novero di queste attività, dal 2012, promuove un concorso riservato ai giovani scultori internazionali (under 45) che, entro il 30 marzo prossimo hanno modo di partecipare alla nuova edizione del Premio (scarica qui il bando), inviando i loro progetti come specificato nel bando. Entro il 15 aprile la commissione comunicherà i 3 progetti vincitori e ai rispettivi artisti sarà data la possibilità di lavorare con le maestranze del Monte dell’Altissimo per la realizzazione delle opere stesse, opere che saranno poi esposte nella mostra di luglio nella sede della Fondazione.

Premio Fondazione Henraux in memoria di Erminio Cidonio 2014. II edizione

Fino al 30 marzo 2014 

Fondazione Henraux
Via Deposito 269, Querceta (LU) 

Info: +39 0584 761217
info@fondazionehenraux.it
www.fondazionehenraux.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi