Ti sarà inviata una password per E-mail

Planetart è un nuovo progetto televisivo che rivoluziona il concetto tradizionale di “televendita”, nei vari settori delle arti visive e applicate. Dagli oggetti e mobili di antiquariato, fino alla fotografia, al design e all’arte contemporanea. Ogni trasmissione è realizzata “ad hoc” sulla base delle caratteristiche specifiche di ogni artista, al fine di valorizzare al meglio il suo lavoro. Non solo quindi la normale vendita con i quadri esposti, ma anche “insert” culturali sul percorso curriculare dell’artista, sulla tecnica utilizzata, sui riferimenti artistici, sulla galleria che lo appoggia, il tutto realizzato con un montaggio accurato che tiene in conto anche l’importanza della musica, dei testi, delle parole. Ogni cosa è studiata, progettata e concertata a tavolino con uno staff di professionisti, che si occupano anche della selezione e della scelta degli artisti. Parliamo di tutto questo con Fabio Anselmi direttore artistico delle trasmissioni dedicate all’arte contemporanea…

Francesca Di Giorgio: Un nuovo “pianeta” dedicato all’arte a 360 gradi un progetto che si serve del mezzo video per comunicare, diffondere e, non ultimo, vendere.
Ci racconta dove e come nasce Planetart.tv? In cosa si differenzia dai tradizionali programmi di televendita?
Fabio Anselmi: Planetart nasce da una lunga e pluriennale esperienza televisiva dedicata all’arte del suo fondatore.
È proprio il classico, e forse superato, sistema delle televendite attuali ad aver dato a Planetart lo spunto per innovarsi ed offrire ad un pubblico sempre più informato ed attento un nuovo approccio, più trasparente, calato nella realtà del mercato dell’arte. L’obiettivo allora di Planetart è stato quello di creare un nuovo format televisivo dedicato all’arte nelle sue diverse forme, un contenitore differenziato che attraverso la creazione di diversi programmi monotematici dedicati all’arte contemporanea, al design, alla fotografia e all’antiquariato miri a diventare il più importante riferimento dell’arte in tv.

Planetart.tv è caratterizzato dall’incontro di competenze, tutti professionisti del settore di riferimento: dal moderno al contemporaneo, dall’antiquariato al design.
Che peso ha il lavoro di squadra in un organismo così complesso?

Planetart è ad oggi una realtà che conta sulla professionalità di un team in continua espansione formato da tecnici e da esperti di ogni settore di riferimento. Il lavoro di squadra è il fulcro di un nuovo sistema di fare televendita perché è volto ad ottimizzare tanto le sinergie che i diversi settori possono generare insieme che, soprattutto, la condivisione delle esperienze e delle idee dei singoli direttori artistici e degli operatori esterni coinvolti nel progetto Planetart.

Avete attivato collaborazioni anche al di fuori del vostro staff operativo?
L’idea di Planetart è essenzialmente legata al concetto di “sistema”. Le sinergie che possono e devono essere create nel mercato dell’arte sono oggi più che mai fondamentali per uscire dall’empasse del mercato e riuscire a dare un reale servizio al collezionista d’arte. Planetart è nata proprio con l’obiettivo di aprire collaborazioni con gli operatori di ogni settore, dagli antiquari, ai galleristi, curatori, aziende e società editrici proprio con l’obiettivo di ottimizzare gli sforzi comuni in un’unica direzione: la trasparenza e la qualità per il collezionista. Planetart di questo si fa portavoce e “testa di ariete” per la realizzazione di un sistema aperto di collaborazione che esalti le singole peculiarità di ogni operatore ottimizzandone gli sforzi e i risultati.

Come si costruisce il palinsesto delle trasmissioni? Qual è la loro struttura e quanto impiegate normalmente a montare una puntata?

Il palinsesto Planetart ad oggi comprende l’antiquariato e l’Arte contemporanea. Prossimamente verrà ampliato con l’ingresso nei prossimi mesi dei programmi dedicati al design e alla fotografia. La logica sottesa alla creazione di un palinsesto sta principalmente nella massima copertura nelle ore di punta e dalla scelta di intervallare argomenti e approfondimenti critici in modo da rendere il più possibile leggibile e leggera la visione del programma nell’arco delle varie ore di trasmissione.
L’obiettivo è quello di risultare agli occhi dei collezionisti che ci seguono come un imprescindibile punto di riferimento non solo televisivo per l’approfondimento culturale e conoscitivo, l’acquisto, la vendita e la consulenza di opere d’arte.

Novità in vista per le prossime trasmissioni? Su quali canali dobbiamo sintonizzarci? Cosa non dobbiamo assolutamente perderci?

Planetart va in onda tutti i giorni dalle 22.00 alle 24.00 e la domenica dalle 11.00 alle 13.00 sul canale PIANETA TV 841 della piattaforma SKY. Nel prossimo futuro prevediamo di allargare la programmazione anche al digitale terrestre. A partire da fine aprile inizieranno le nuove proposte di arte contemporanea con alcuni artisti emergenti che sono stati accuratamente scelti dalle principali gallerie italiane e che risultano essere le migliori promesse future del mercato. Sempre a fine aprile consigliamo di sintonizzarsi su Planetart per ammirare lo speciale su Virgilio Guidi con una importante selezione di opere lette mirabilmente dalla bravissima critica Lucia Majer che cura la presentazione del palinsesto dedicato all’Arte Contemporanea.

Il progetto in breve:
PLANETART
www.planetart.tv
sky 841 dal lunedì al venerdì dalle 22:00 alle 24:00
domenica dalle 11:00 alle 13:00
Info: +39 041 5908050
www.planetart.tv

Per le immagini:
Still da video da PLANETART

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi