Ti sarà inviata una password per E-mail
VOLTERRA (PI) | Pinatocoteca Civica | 3 aprile – 31 dicembre 2015

La Pinatocoteca Civica di Volterra (PI) propone due grandi e suggestive esposizioni fotografiche che vedono protagoniste il cinema di Pier Paolo Pasolini (1922-1975) e le “icone pop” di Terry O’Neill (1938). Accanto alla mostra dedicata a Rosso Fiorentino (1495-1540), la città toscana diventa, quindi, palcoscenico per la grande fotografia internazionale con il linguaggio di due grandi artisti, diversi tra loro se non addirittura opposti, che trovano, comune denominatore con Rosso Fiorentino, l’essere diventati vere e proprie icone.
Nelle sale dello spazio espositivo della cittadina toscana, i due autori aprono un appassionante dialogo tra loro: gli uomini e i luoghi del mondo popolare del poeta e regista Pier Paolo Pasolini si confrontano con le grandi star che, dagli anni ’60 in poi, sono state immortalate dall’obiettivo del grande fotografo Terry O’Neill.

Pier Paolo Pasolini, Set de "Il Vangelo secondo Matteo", 1964

Di Pasolini si presentano diversi scatti di scena che ci riportano nella drammatica fisicità di opere come Vita violenta, Accattone o delle immagini, fantastiche e tragicamente colorate, di Salò o le 120 giornate di Sodoma.
Gli scatti fotografici, provenienti dal Museo Nazionale del Cinema di Torino documentano i vari momenti della vita e della poetica filmica pasoliniana: dall’immersione nella realtà delle borgate alla rivisitazione dei grandi classici fino all’ultimo urlo, disperato e visionario, nella violenta e crudele allegoria di Salò. Accompagnate da un compenetrante testo di indagine interiore sul regista, questi scatti ci riportano, nell’anno del quarantesimo anniversario della scomparsa di Pasolini, nel pieno novero del suo straordinario talento e genio creativo.
Guardando a Rosso Fiorentino il legame con l’artista appare immediato; basta osservare l’influenza della Deposizione di Rosso nei suoi film sul ciclo di Cristo per ritrovare, ad esempio, un medesimo e affine manierismo coloristico.
Il raffronto tra Rosso e Terry O’Neill passa, invece, per la vicinanza ad un temperamento, forte e unico. Entrambi, nella loro epoca, sono stati pionieri di uno stile, nuovo e avanguardistico, carico di forze interiori e dall’indubbio potere emozionale, entrambi, irrequieti e tormentati, smarcandosi dall’esempio dei maestri contemporanei o che li avevano preceduti.

Terry O’ Neill, David Bowie in posa per il suo album Diamonds Dogs, 1974

Nella retrospettiva dedicata a O’Neill, troviamo 47 ritratti con i momenti più intimi e naturali delle icone del pop degli ultimi 40 anni: tra i maggiori maestri della fotografia del Novecento, ha tracciato il profilo caratteristico della personalità di politici, cantanti e attori che sono passati davanti alla sua macchina fotografica.
Collaboratore di riviste come Rolling Stone e Vogue, con colleghi come David Bailey, Terence Donovan e Brian Duffy, ha registrato l’irripetibile atmosfera della Swinging London degli Anni ’60 e ‘70. Dello star system O’Neill ha saputo cogliere, vivendo intere giornate con i suoi soggetti, la loro vita quotidiana, i loro momenti più intensi, sapendo essere presenza discreta al loro fianco. Uno stile naturale e inconfondibile ripropone opere che, dopo il recente riordino dei suoi archivi, attraverso la sua famosa 35mm una novità assoluta per l’epoca, lo hanno consacrato tra gli autori maggiormente riconosciuti e amati. Da sottolineare anche la peculiarità dell’allestimento della mostra che anima il suggestivo Chiostro della Pinacoteca di Palazzo Minucci Solaini.
Le opere esposte, da collezioni pubbliche e private, ruoteranno nel corso dell’anno, alternandosi per rendere l’esposizione dinamica e in continua evoluzione. Le due esposizioni si inseriscono nel ciclo di proposte del grande evento del biennio 2014-2015 Rosso Fiorentino. Rosso Vivo. 

Icone a Volterra Pier Paolo Pasolini e Terry O’Neill a confronto con Rosso Fiorentino
promossa dal Comune di Volterra
prodotta ed organizzata da Arthemisia Group
realizzata con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra e di Generali Assicurazioni
partner Ricola, Trenitalia

Pier Paolo Pasolini: il cinema in forma di poesia
a cura di Sergio Anelli 

e

Terry O’Neill. Pop Icons
a cura di Cristina Carillo de Albornoz 

3 aprile – 31 dicembre 2015

Pinatocoteca Civica
Palazzo Minucci Solaini
Via dei Sarti 1, Volterra (PI) 

nell’ambito di

Rosso Fiorentino. Rosso Vivo. La Deposizione, la Storia, il ‘900, il Contemporaneo
a cura di Vittorio Sgarbi e Alberto Bartalini 

23 maggio 2014 – 31 dicembre 2015

Pinacoteca Civica
Via dei Sarti 1, Volterra (PI) 

Ecomuseo dell’Alabastro
Piazza Minucci, Volterra (PI) 

Palazzo dei Priori
Piazza dei Priori 1, Volterra (PI) 

Museo Etrusco Guarnacci
Via Don Giovanni Minzoni 15, Volterra (PI) 

Teatro Romano
Piazza del Bastione, Volterra (PI) 

Battistero di San Giovanni
Piazza San Giovanni 2, Volterra (PI)

Orari: gli spazi espositivi sono aperti tutti i giorni; Pinacoteca Civica 9.00-19.00; Museo dell’Alabastro 9.30-19.00; Palazzo dei Priori 10.30-17.30; Museo Guarnacci 9.00-19.00; Teatro Romano 10.30-17.30; Battistero di San Giovanni 10.00-18.00
Ingresso intero €14.00; ridotto €12.00; gruppi €10.00; scuole €6.00; famiglia €20.00
L’ingresso ad entrambe le mostre è compreso nella “Volterra Card” che avrà la validità di 72 ore e consentirà l’ingresso anche alla Pinacoteca Civica, al Museo Etrusco Guarnacci, al Palazzo dei Priori, al Teatro Romano, al Battistero di San Giovanni e all’Ecomuseo dell’Alabastro 

Info: +39 0588 87580
www.comune.volterra.pi.it
www.rossofiorentinovolterra.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi