Ti sarà inviata una password per E-mail
Reggio Emilia | Galleria Bonioni Arte | 1 aprile – 14 maggio 2017

Alla Galleria Bonioni Arte di Reggio Emilia, dal 1 aprile al 14 maggio 2017, un excursus attraverso la produzione pittorica e scultorea di Paolo Minoli con opere dal 1970 al 2004. L’inaugurazione si terrà sabato 1 aprile alle ore 17.00.

Paolo Minoli, Trasfigurato, 1983, acrilici su tela e rilievi in legno, cm. 120x120, foto Dario Lasagni

Paolo Minoli, Trasfigurato, 1983, acrilici su tela e rilievi in legno, cm. 120×120, foto Dario Lasagni

Curata da Niccolò Bonechi con un testo di Riccardo Zelatore e realizzata in collaborazione con Casaperlarte, l’esposizione intende rileggere il percorso artistico di Paolo Minoli in senso cronologico, a partire dagli anni ’70 e ’80, segnati dal dialogo con Bruno Munari, Luigi Veronesi ed altri protagonisti del panorama culturale italiano, sino al 2004, anno della sua scomparsa. In mostra, una quindicina di dipinti ad acrilico su tela o su tavola, alcuni dei quali di grandi dimensioni, unitamente ad alcune carte e sculture, a volte nate come studi preparatori per installazioni monumentali.

Paolo Minoli, ... i vuoti scolpiti ..., 1989, acrilici su tavola, cm. 173x188. Galleria Bonioni Arte, Artefiera 2017, foto Dario Lasagni

Paolo Minoli, … i vuoti scolpiti …, 1989, acrilici su tavola, cm. 173×188. Galleria Bonioni Arte, Artefiera 2017, foto Dario Lasagni

«Con la pittura di Paolo Minoli – spiega il curatore – entriamo in una elaborazione della luce che trasforma l’analisi scientifica delle componenti geometriche in intervalli di contemplazione delle partiture cromatiche. Costruita con la perizia tecnica di un cromatologo, l’immagine evoca altre dimensioni, non si chiude nell’osservanza dei principi strutturali della forma ma dichiara apertamente la sua natura poetica. Su questi presupposti si fonda anche l’esperienza tridimensionale di Minoli, sia essa intesa non esclusivamente in senso scultoreo bensì, più ad ampio raggio, in senso spaziale».

Paolo Minoli, Compenetrazioni lineari, 1974, acrilici su tela, cm. 70x70, foto Dario Lasagni

Paolo Minoli, Compenetrazioni lineari, 1974, acrilici su tela, cm. 70×70, foto Dario Lasagni

«Se volessi azzardare un tentativo di restituzione del valore che Paolo Minoli ha avuto nella storia dell’arte visiva nostrana degli ultimi quarant’anni – aggiunge Riccardo Zelatore – la definizione che userei con maggior disinvoltura è protagonista, e non solo a Cantù e Milano e non solo lombardo. Minoli è stato un artista che ha lavorato con una dedizione, un rigore, una coerenza e una meticolosità tali da permettergli di mettere in campo una sequenza densissima di prove e di esperienze. La mia non è posizione partigiana, motivata da un rapporto amicale autentico e da un legame profondo con l’artista, quanto dalla ricchezza di forza e stupore che queste opere mantengono e rinnovano a ogni nuova esposizione».

Paolo Minoli. Opere 1970-2004
A cura di Niccolò Bonechi
Testo di Riccardo Zelatore

Galleria Bonioni Arte
Corso Garibaldi 43, Reggio Emilia

1 aprile – 14 maggio 2017
Inaugurazione: sabato 1 aprile, ore 17.00

Orari: da martedì a domenica ore 10.00-13.00 e 16.00-20.00, chiuso il lunedì e Pasqua, aperto Pasquetta, 25 aprile, 1 maggio

Catalogo: Edizioni Bertani, 2017, con testi di Niccolò Bonechi e Riccardo Zelatore

Info:
Tel/Fax 0522 435765
info@bonioniarte.it
www.bonioniarte.it
www.facebook.com/bonioniarte/

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi