Ti sarà inviata una password per E-mail

VENEZIA | Padiglione Tibet | Santa Marta Congressi – Spazio Porto | 6 luglio 2013

Padiglione Tibet a Venezia. Sabato 6 luglio apertura straordinaria per il 78° compleanno di Sua Santità il Dalai Lama.

ORE 16.00 – 17.30 MANDALA “CON-TA-CI” a cura di Tiziana Tacconi

Il 6 Luglio per festeggiare al Padiglione Tibet il compleanno del Dalai Lama, guida spirituale del popolo tibetano ed emblema del più profondo amore per la Pace, 100 artisti, tra cui intellettuali, storici e critici d’arte, medici, psicanalisti, artisti-terapisti, realizzeranno come Opera condivisa Con-ta-ci, un enorme Mandala di sale. Con-ta-ci non è un gruppo artistico ma un’azione condivisa. “Con-ta-ci” significa : <condivisione> nella preposizione “con”, “ta” – traduce da una lingua antica orientale <le mani che lavorano bene> -“ci” rappresenta <noi>, ovvero la capacità dell’uomo di immedesimarsi nello stato d’animo o nella situazione di un’altra persona, venuta però meno a causa di una cultura individualistica e consumistica imperante, che antepone l’«io» al «noi». Il disegno del Mandala Con-ta-ci che parte da un centro ed è condotto dagli artisti liberamente si può figurare come nella formazione del sale, un’espansione dove tutto cresce secondo un “ordine della materia inarrestabile”, la cui crescita non avviene solo orizzontalmente ma anche in altezza come un vortice, per poi ricrollare su se stesso e trovare una nuova espansione. Al termine del disegno e del sale nel mandala si proietta il dramma della disgregazione e della reintegrazione cosmica. Il Mandala distrutto, o per l’esattezza dissolto in un dono, viene regalato ai presenti. La bella piazza del Padiglione Tibet è il luogo e la speranza di dare attraverso l’arte contemporanea ufficialità al Tibet e quindi al suo Padiglione Nazionale.

Aderiscono al Mandala Con-ta-ci:
Gioia Aloisi, Lucio Afeltra, Marica Albertario, Chiara Amendola, Carlo Antonetti, Alessandro Baldanzi, Piergiorgio Baroldi, Camilla Baron, Martina Basconi, Antonio Battaglia, Susanna Baumgartner, Giulia Beccali, Giorgio Bedoni, Maria Giovanna Berenato, Giovanni Beretta, Elsa Berhani, Michele Berton, Nicoletta Braga, Vanna Berlincioni, Daniela Bolelli, Luca Bombassei, Greta Botteghi, Vito Bucciarelli, Marisa Bovolenta, Thomas Bucciarelli, Debora Busoni, Mariarosa Calabrese, Letizia Capra, Carmela Castellano, Lina Catabeni, Viola Ceribelli, Mandra Cerrone, Andrea Chessa, Paolo Ciabattini, Vittorio Corsini, Cristiana Cossu, Elisabetta Cori, Daniela Cristofori, Silvia Cucurnia, Leonarda Dalessandro, Giorgio Davos, Amalia Del Ponte, Eda Dika, Carla Dughetti, Béatrice Dupriez, Gaetano Fanelli, Filippo De Filippi, Adelaide Fontana, Cecilia Frigerio, Cristina Galli, Romano Gasparotti, Paola Gherardi, Carola Giabbani, Betta Giannetti, Paola Giorgi, Bruno Gorgone, Monica Gorini, Eleonora Grondona, Cosmo Laera, Anne Catherine Lonchay, Elisabetta Longari, Jamaica Longo, Milena Longo, Patricia Legrand, Ruggero Maggi, Isabella Maj, Cecilia Marchetti, Paola Marcialis, Beatrice Masi, Francesca Masperi, Massimo Mazzone, Alina Montebello, Giancarlo Montebello, Danila Malgorani, Ottavio Mangiarini, Paola Marcialis, Silvia Mornati, Jacopo Musner, Giuditta Maccalli, Carola Nicoli, Ghiti Nour, Angela Occhipinti, Simona Olivieri, Davide Pala, Carlo Perazzo,Antonella Pierno, Nicola Pinnel, Isa Piccini, Cinzia Pattoni, Silvia Porro, Antonia Quaranta, Marina Quaranta, Roberto Rocchi, Giovanna Ricotta, Raffaella Rocco, Anna Rezzara, Marcella Rodriguez, Roberto Sala, Marco Scifo, Francesca Sivori, Rosa Sgorbani, Francesca Salcioli, Cristina Sani, Barbara Santagostini, Elvira Sciuto, Elisabetta Susani, Tiziana Tacconi, Tommaso Trini, Laura Tonani, Daniela Zarro, Angela Zampini.

“Concert-azione” intervento musicale di Roberto Aglieri
con Anna Achilli, Ermanno Bidone, Monica Bozzo, Sergio Maggi, Rosella Vicini.

a seguire ELEMENTO SOTTILE
performance di danza contemporanea di Kappa con Maria Benassi, Viola Bergamini, Elisa Ferri, Melissa Simionato, Giuseppe Spinelli
e con la collaborazione del progetto Carmilla e il Segreto dei Ciliegi

Una sottile vibrazione che dal silenzio conduce in uno spazio sospeso in cui si sovrappongono forme, suoni, impressioni visive alla ricerca di un effimero equilibrio (Kappa)

“nessun luogo è mai troppo lontano” e credo ancora, nonostante tutto, che sia possibile creare arte che unisca e suoni all’unisono, corpo e suono, l’anima e il corpo sono fatti della stessa vibrazione e le problematiche si vincono con coraggio e creatività, ogni volta.. (Giuliana Schiavone)

a seguire SILENZIO. Oltre l’Esotico cortometraggio per Padiglione Tibet
Ruggero Maggi curatore
Valentina Poli testo
Giovanni Pellegrini montaggio
Lama Thupten e Lama Tenzing immagini

Thanks to Kappa

COSTRUIRE – SAPERE – COMUNITA’ – DIALOGO – SILENZIO.
SILENZIO, PREGO.
IN SILENZIO – CI DISPERDIAMO.
PERCHE’?
SILENZIO.

a seguire estratti dal video UDIENZA DEL DALAI LAMA
Il Dalai Lama parla ai soci di Italia-Tibet
Thanks to Claudio Cardelli (Presidente Associazione Italia Tibet)

dal 22 giugno è aperta l’AMBASCIATA TIBETANA con rilascio del PASSAPORTO TIBETANO

“Il passaporto è la parte più nobile di un uomo. E difatti non è mica così semplice da fare come un uomo. Un essere umano lo si può fare dappertutto, nel modo più irresponsabile e senza una ragione valida; ma un passaporto, mai. In compenso il passaporto, quando è buono viene riconosciuto; invece un uomo può essere buono quanto vuole, non viene riconosciuto lo stesso” (Bertolt Brecht – 1934 “Dialoghi di profughi”)

Viviamo in tempi bui o più probabilmente gli esseri umani si comportano in modi oscuri in tempi limpidi. L’avvenire e i suoi futuri abitanti ci chiederanno conto del nostro comportamento nella storia. E allora dovremo spiegare perche’ e’ tanto importante l’identita’ e i suoi pezzi di carta. La carta e’ solo carta ci diranno. Come puo’ una parte di mondo decidere e dichiarare per l’universale? Come la pace puo’ giungere per mezzo di violenza e guerra? I concetti di spazio, luogo e tempo nella modernita’ si sono coniugati in modo nuovo. E cosi’ i capitali oltrepassano i confini e raggiungono in pochi secondi paradisi fiscali dall’altra parte del mondo. Le merci nel mercato globale attraversano frontiere con estrema facilita’. Lo fanno nel chiasso di campagne pubblicitarie assordanti. L’uomo che parte invece, non sempre arriva a destinazione; spesso non arriva. Anche questo e’ assordante, accade in un silenzio assordante. (Fulvio Bizzarini)

per informazioni e aperture straordinarie (7 settembre):

www.padiglionetibet.com
ruggero.maggi@libero.it

+39 320 9621497

PADIGLIONE TIBET
ideato e curato da Ruggero Maggi

Santa Marta Congressi Spazio Porto | Venezia

1 giugno – 7 settembre 2013

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi