Ti sarà inviata una password per E-mail
SKIRA EDITORE | Lucio Fontana. Catalogo ragionato delle opere su carta

di MATTEO GALBIATI 

È stato da poco presentato al pubblico, nella ricca collana gli Archivi dell’Arte Moderna di Skira, il poderoso catalogo ragionato delle opere su carta di Lucio Fontana (1899-1968): suddivisa in tre grandi tomi, quest’opera costituisce, senza dubbio, uno degli studi più completi e scientificamente irreprensibili su questo peculiare aspetto della ricerca del maestro dello Spazialismo.
Lucio Fontana, Ambiente spaziale, 1949, gouache su carta, azzurro, 30x23 cm (49 DCSA 5), copertina cofanetto
Poter valutare un’iniziativa editoriale come questa significa innanzitutto tenere in considerazione ed apprezzare l’impegnativo lavoro che la precede e che, certo, non si limita ad essere concepito e finalizzato alla produzione di un semplice “catalogo” d’occasione. Un’opera di questo spessore diventa punto di riferimento degli studi sull’artista e ne circoscrive in modo storico-scientifico l’esperienza e la ricerca. Chi fa lavoro d’archivio è ben conscio di quale mole di attività – tra ricerche, consultazione e riordino di documenti, studio delle opere, … – si renda necessaria per poter ottenere quel risultato, metodologico e sistematico, che un impegno – lo ribadiamo – scientifico, quale la catalogazione ragionata delle opere di un autore, richiede.
Questa pubblicazione, risultato, quindi, di un monumentale lavoro di archiviazione e di documentazione di autenticità condotto dalla Fondazione Lucio Fontana, prende in esame quarant’anni di attività di Fontana, tra il 1928 e il 1968, raccogliendo e riorganizzando oltre 5500 opere, ciascuna delle quali accompagnata, nelle pagine del volume, da un’accurata scheda che ne riassume l’analisi bibliografica ed espositiva. L’intero arco cronologico, oggetto di studio, racchiude tutta l’esperienza artistica di Lucio Fontana mappandone ogni sua riflessione: dalle vivaci e sensibili prove figurali sino alle note ricerche astratte, quelle dove si originano i “segni” dell’Arte spaziale con buchi, tagli e le elaborazioni degli ambienti spaziali.
L’impostazione della ricerca segue un ordinamento cronologico che tiene in considerazione la suddivisione delle diverse tipologie operative che, anche nel caso delle prove su carta, documentano e testimoniano con efficacia il riscontro di quella vasta attività creativa di uno dei maggiori interpreti e protagonisti dell’arte del XX secolo.

Lucio Fontana, Concetto spaziale, 1957, gouache e matita su carta, bianco e marrone, 49x68 cm (57 DSP 55)

Le opere su carta sono un documento importante che riporta – proprio con l’uscita di questo grande volume – un punto di vista davvero privilegiato, e per lo più inedito in molti dei contenuti del corpus presentato, che lascia scorrere tutta la storia artistica di Fontana seguendo un aspetto – quello degli interventi su carta – spesso impropriamente considerato come minore, secondario o marginale. Sfogliando le oltre 1000 pagine si comprende, invece, come per l’artista la sperimentazione su carta fosse un momento peculiare per “provare” le sue ispirazioni e per verificare la dirompente novità dei suoi “segni”. Un esercizio che ha portato ad un numero davvero ragguardevole di esiti.
Merito ulteriore di questo studio è anche quello di approfondire con puntualità una prima ed estesa analisi sul rapporto che Fontana ha avuto con l’architettura e con la decorazione: un dialogo che ha prodotto mirabili risultati tanto per le sperimentazioni tecniche, quanto per l’uso di materiali nuovi e inconsueti.

Lucio Fontana nel suo studio, 1965 circa Foto Studio Wolleh

Luca Massimo Barbero, che nella cura di questo catalogo si è avvalso della preziosa collaborazione di Nini Ardemagni Laurini e Silvia Ardemagni, col testo Lucio Fontana: il segno come diagramma del pensiero fornisce un apporto rilevante con uno suo studio storico-critico – il primo indirizzato scientificamente sulle opere su carta – destinato a divenire di capitale importanza per le indagini su Fontana. Completa e sugella il lavoro di Barbero la prefazione di Enrico Crispolti, che di Lucio Fontana ha curato tutti gli altri cataloghi generali.
Dopo la presentazione avvenuta lo scorso mese di novembre a Milano presso la Sala Fontana del Museo del Novecento, i tre tomi di questo catalogo generale saranno presentati anche a Roma e, ma sono ancora in via di definizione, a Londra e New York. Dimostrazione dell’interesse internazionale dell’esperienza dirompente e dell’eredità artisticamente preziosa che ci ha lasciato Lucio Fontana. 

Titolo: Lucio Fontana. Catalogo ragionato delle opere su carta

A cura di: Luca Massimo Barbero
con la collaborazione di Nini Ardemagni Laurini, Silvia Ardemagni

Testi di: Enrico Crispolti, Luca Massimo Barbero

Collana: Archivi dell’Arte Moderna

Anno: 2013

Pagine:  1184 in 3 tomi (italiano-inglese)

Immagini: 400 a colori e oltre 5500 in b/n

Prezzo: Euro 350,00

Editore: Skira

Info: www.skira.net

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi