Ti sarà inviata una password per E-mail
GALLARATE (VA) | Museo MA*GA e Terminal 1 Aeroporto Milano Malpensa | Fino al 7 gennaio 2018

Con 50 opere il Museo MA*GA di Gallarate (VA) presenta Spiritual cities, la prima personale in un museo italiano di Oksana Mas (1969), artista che ha rappresentato l’Ucraina alla 54.Biennale d’Arte di Venezia. In questo percorso espositivo si offre al pubblico lo spunto per riflettere sull’idea di città secondo una proiezione storica, politica, sociale ed estetica e mira a valorizzare la ricerca di un autore legato a tematiche inerenti la storia dell’arte e della cultura italiana.

Oksana Mas, Helium 3, 2011, ½ di sfera, nero lucido con sfere Ø0,06m, 212x212x106 cm

Oksana Mas, Helium 3, 2011, ½ di sfera, nero lucido con sfere Ø0,06m, 212x212x106 cm

La città, infatti, qui affiora attraverso una serie di elementi pittorici e installativi, con molte lavori inediti, che cercano un sofisticato dialogo con le opere presenti nella collezione del museo gallaratese con il fine di generare, stimolare e promuovere una ricca dialettica e confronto tra culture e approcci linguistici differenti, per una mostra che guarda alle convergenze tra globalizzazione e individuo, ricerca personale e società.
Riflette sugli interrogativi proposti dal lavoro di Mas Kristina Krasnyanskaya, curatrice della mostra:

“Che cos’è la spiritualità, oggi, in una società moderna? Quali sono le radici spirituali della società contemporanea? In che posizione si trova la religione oggi? C’è spazio per il cambiamento individuale nella società globale? In che modo il progresso scientifico dà forma alle nostre menti e al nostro futuro?” Queste sono solo una serie di domande alle quali l’artista cerca di rispondere.”

Oksana Mas, 1–10, 2015, tecnica mista, 150x150 cm

Oksana Mas, 1–10, 2015, tecnica mista, 150×150 cm

Sulle opere dell’artista afferma, inoltre, Sandrina Bandera, co-curatrice della mostra e presidente del MA*GA:

“Possiamo spingerci a un paragone tra l’opera di Oksana Mas e la visione estetica di alcuni tra i padri della critica del XX secolo, come Mumford, Lynch, Argan e Olsen, che nei loro scritti intorno alla città, pervengono, pur partendo da presupposti molto diversi, alla medesima emozione estetica opposta alla mentalità positivista più diffusa. […] In polemica con il Movimento Moderno essi infatti considerano la polis non come una rete stradale capillarmente diffusa, ma come un’opera d’arte che risponde a esigenze metafisiche. In linea con questa tendenza critica l’opera di Oksana Mas appare espressione di valori indubbiamente simili a tale modello metafisico, per quanto nei Contrappunti black and white, sia indubbio il suo tentativo di superare gli schemi rigidi metafisici attraverso un più attuale sistema di relazioni, di contrapposizioni e di effetti negativo/positivo e di flusso continuo.”

Oksana Mas, Quantum Prayer - 15, 2015, inkjet photo print, acrilico lucido su pannello in alluminio, 149x399 cm

Oksana Mas, Quantum Prayer – 15, 2015, inkjet photo print, acrilico lucido su pannello in alluminio, 149×399 cm

Una serie di installazioni di Oksana Mas sono state collocate nella stazione ferroviaria davanti all’ingresso dell’hotel Sheraton e in altri punti del Terminal 1 dell’Aeroporto Milano Malpensa, in modo da incontrare i viaggiatori in transito e di estendere non solo la conoscenza del lavoro dell’artista ucraina in un contesto di “socialità” diffusa come l’aeroporto, ma di testimoniare anche la presenza e le attività del museo nel/sul territorio in cui si inserisce.

Oksana Mas. Spiritual cities
a cura di Kristina Krasnyanskaya e Sandrina Bandera
organizzata in collaborazione con Heritage Art Foundation

8 ottobre 2017 – 7 gennaio 2018

Museo MA*GA
via E. De Magri 1, Gallarate (VA) 

Orari: da martedì a venerdì 10.00-18.30; sabato e domenica 11.00-19.00; lunedì chiuso
Ingresso intero €7.00; ridotto €5.00 per studenti fino ai 26 anni, over 65, tesserati FAI – Fondo Ambiente Italiano e residenti in Gallarate;gratuito per i minori di 14 anni, disabili che necessitano di accompagnatore , accompagnatore del disabile; dipendenti MiBACT; accompagnatori e guide turistiche Regione Lombardia, 1 insegnante ogni 10 studenti, membri ICOM, soci AMACI; giornalisti accreditati, giornalisti con tesserino in corso di validità

e

Stazione ferroviaria, Ingresso dell’hotel Sheraton, ViaMilano Lounge Montale (imbarchi extra-Shengen), Respighi (partenze)
Terminal 1 dell’Aeroporto Milano Malpensa 

Info: +39 0331 706011
info@museomaga.it
www.museomaga.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi