Ti sarà inviata una password per E-mail
TORINO | Sedi varie in città | Fino al 10 gennaio 2016

La XVIII^ edizione di Luci d’Artista (31 ottobre 2015 – 10 gennaio 2016) – la collezione di opere luminose progetto della Città di Torino realizzato da Teatro Regio e IREN Servizi e Innovazione, con il sostegno di IREN, Compagnia di San Paolo e Fondazione CRT che vede coinvolti molti artisti italiani e internazionali – ha preso il via sabato 31 ottobre con un Défilé creato da Torinodanza/Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale e dalla Biennale de la Danse de Lyon nel 2014.
Le installazioni di Luci d’Artista, riconosciute in tutto il mondo, sono diventate un importante simbolo della città.

© Luci d’Artista – www.comune.torino.it - foto di Mauro Donato IMG_6119

L’edizione 2015/16 – che conta 25 installazioni, di cui 20 appartenenti alla collezione di Luci d’Artista – è caratterizzata da:  una nuova opera Migrazione (Climate change) dell’artista Piero GILARDI in Galleria Subalpina, realizzata grazie al contributo della Fondazione CRT,  13 Luci temporanee della collezione,  6 lavori permanenti (Mosaico di Enrica BORGHI (via Montebello e via Verdi) e Il Mito di Nello FERRIGNO (via San Francesco d’Assisi) provenienti dalla Città di Salerno,  altri tre progetti, Mattang Lucente. La rete celeste di Gaia – ideato da Ugo Locatelli per la curatela scientifica INAF–Istituto Nazionale di Astrofisica, Mariateresa Crosta e Davide Groppi per il lighting design – piazza (piazza Castello), Mai visti e Altre storie di ARTECO e Atelier dell’Errore (piazza IV marzo) e Lumen Flumen a cura dell’Associazione Culturale Nomen Omen (facciata del Palazzo Servizi Sociali, Lungo Dora Savona).

Enrica BORGHI - Mosaico

Le opere della collezione che si potranno ammirare quest’anno sono: Vele di Natale di Vasco ARE in via Lagrange; Ancora una volta di Valerio BERRUTI in via Accademia delle Scienze; Palle di neve di Enrica BORGHI in via Carlo Alberto; Volo su… di Francesco CASORATI in via Pietro Micca e via Cernaia; Regno dei fiori: nido cosmico di tutte le anime di Nicola DE MARIA in piazza San Carlo; Giardino Verticale, Giardino Barocco, Come se a Torino ci fosse il mare e La Maschera di Richi FERRERO in via Alfieri 6-Palazzo Valperga Galleani; L’energia che unisce si espande nel blu di Marco GASTINI in Galleria Umberto I (Porta Palazzo); Planetario di Carmelo GIAMMELLO in via Roma; MigrazionePiero GILARDI (nuova opera) in Galleria Subalpina; Illuminated Benches di Jeppe HEIN in piazza Carignano; Piccoli Spiriti Blu di Rebecca HORN al Monte dei Cappuccini; Cultura=Capitale di Alfredo JAAR in piazza Carlo Alberto 3 (facciata Biblioteca Nazionale); Luì e l’arte di andare nel bosco di Luigi MAINOLFI in via Garibaldi; Il volo dei numeri di Mario MERZ sulla cupola della Mole Antonelliana; Vento solare di Luigi NERVO Porta Palatina; L’amore non fa rumore di Domenico Luca PANNOLI in piazza Bodoni; Palomar di Giulio PAOLINI in via Po; Amare le differenze di Michelangelo PISTOLETTO sull’Antica Tettoia dell’Orologio a Porta Palazzo; My noon di Tobias REHBERGER in piazza Palazzo di Città (accesa tutto il 2015 in omaggio al gemellaggio “Torino incontra Berlino”) e Luce fontana ruota di Gilberto ZORIO al Laghetto Italia ’61.

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi