Ti sarà inviata una password per E-mail
MILANO | Dellupi Arte | 24 marzo – 26 maggio 2017

Il percorso espositivo dedicato all’arte informale proposto dalla galleria Dellupi Arte, nella suggestiva sede nel complesso residenziale di CityLife a Milano progettato da Daniel Libeskind, prosegue con la personale che ha per protagonista Hans Hartung (1904-1989).
Attraverso un’attenta selezione di opere degli Anni Sessanta il segno pittorico di uno dei maggiori maestri dell’arte del XX secolo torna a testimoniate il valore e l’importanza della sua ricerca e del suo immaginario.
Fu proprio in quegli anni che Hartung ricevette il Gran Premio di Pittura alla XXX Biennale di Venezia in un momento di feconda e ispirata tensione creativa che testimonia questa straordinaria stagione, cruciale per la ricerca artistica maestro. Sono anni in cui impiega tecniche artistiche innovative capaci di coordinare con coerenza il suo schietto lirismo e una profonda immaginazione pittorica.

Hans Hartung, veduta della mostra, Dellupi Arte, Milano

Hans Hartung, veduta della mostra, Dellupi Arte, Milano

Hartung – come testimonia nella sua autobiografia del 1976 – si concentra sul grattage, tecnica con cui, attraverso vari strumenti, si interviene “grattando” la superficie fresca del colore steso soffiandolo sulla tela. In questa fase l’artista ricorre a strumenti inediti, nuovi, non necessariamente artistici, ma provenienti da altre origini: usa utensili comuni, oggetti quotidiani quali rulli, spazzole, rami, rastrelli da giardino, l’aerografo, compressori… Un insieme eterogeneo di mezzi che abilita qualità e una fisicità nuove al suo segno.
È proprio il segno la cifra stilistica di tutta la sua opera: questo fluisce, si trasforma, attraverso l’emersione di energie, visive e fisiche, che trasmigrano al visibile le intuizioni immediate, le emanazione delle pulsioni cosmiche e le tensioni interiori delle sue intuizioni.
Le opere in mostra declinano il suo lessico segnico che attiva una pittura vitale e vibrante, dove la massa intricata di colori, assai diversi, freme, dove i toni si fanno cangianti e vivono di una forza che fissa la materia, la luce, lo spirito, sul dipinto come testimonianza di forze universali e senza tempo.

Hans Hartung
mostra e catalogo a cura di Ilaria Porotto 

24 marzo – 26 maggio 2017

Dellupi Arte
Via A. Spinola 8, Milano 

Info: +39 02 469 5211 +39 366 5242547
info@dellupiarte.com
www.dellupiarte.com

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi