Ti sarà inviata una password per E-mail
SALERNO | Punto Einaudi | 6-31 ottobre 2012

Sabato 6 ottobre 2012 inaugura la personale Polvere dedicata all’artista Michele Attianese, nell’ambito della rassegna “Immaginare la città”, progetto ideato da Massimo Bignardi e da Claudio Bartiromo, affidato alla curatela di Marcella Ferro e Pasquale Ruocco.

Salerno è in questo momento fra le protagoniste di una delle trasformazioni urbanistiche più importanti alle quali assistiamo in Italia e in Europa, oggetto di dibattiti e riflessioni sull’architettura e il ruolo dell’arte nel contesto ambientale. La rassegna mira attraverso le opere di un gruppo di artisti attivi sul territorio campano, a offrire suggestioni e suggerimenti sulla condizione dell’arte e della città.

È quanto affiora dalle opere esposte da Michele Attianese in questa occasione e delle quali Marcella Ferro scrive:

La città più di tutto diventa immagine tangibile di ciò che sta accadendo, si pensi alle linee guida suggerite da David Chipperfield per la “13ª Biennale Internazionale di Architettura di Venezia: parlano di eco sostenibilità e controllo dei budget, propongono strategie pronte a reagire alla crisi che ha investito il globo, proponendo infine una vera e propria rigenerazione urbana, rivedendo la funzionalità delle periferie che, da “quartieri dormitori, assurgono nel linguaggio attuale a ‘quartieri residenziali’, come se un nome bastasse a cancellare anni di degrado.

Michele Attianese con questi ultimi lavori prova a ricomporre, mentalmente, una nuova topografia dell’urbano pittorico, conscio che gli abitanti di una città hanno impresse nella mente personalissime mappe stradali, ciascuna con spazi vuoti, aree dismesse, escluse perché, sostiene sempre Bauman, dal punto di vista dell’efficienza, prive di senso.

Un’automobile si allontana velocemente da una città perché, secondo il copione di John Fante nella chiusa di Chiedilo alla polvere «in quelle strade c’è la polvere dell’Est e del Middle West, ed è una polvere da cui non cresce nulla, una cultura senza radici, una frenetica ricerca di un riparo, la furia cieca di un popolo perso e senza speranza alle prese con la ricerca affannosa di una pace che non potrà mai raggiungere».

Quello di Fante è un romanzo che ha suggestionato non poco l’artista: dalla sua scrittura, dalle frasi lunghe, dagli incisi netti, taglienti, crudi, ha tratto la natura del suo il colore.

Da I luoghi di Michele Attianese di Marcella Ferro

Michele Attianese Polvere

Inaugurazione sabato 6 ottobre 2012, ore 18.00
6-31 ottobre 2012

Punto Einaudi
Corso Vittorio Emanuele 94
Piazzetta Barracano int. 13
, Salerno

Orari: lunedì al sabato, 9.30-13.00 | 16.30-20.00
Info: +39 0892 73653 – einaudisalerno@virgilio.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi