Ti sarà inviata una password per E-mail
 a cura di Mattia Zappile

Al suo primo appuntamento, nasce una nuova rubrica, satellite della cugina cartacea Gremlins: sabotaggi e mutazioni tra cinema e arte contemporanea. Nella sua versione online, con cadenza mensile, la rubrica è espressamente dedicata a quegli amanti dell’arte contemporanea con un debole per la settima ed ultima arrivata, per contingenze tecnologiche, ma immmaginata, realizzata e incantatrice sin dai primi giochi di qualche madre che calmava i propri figli giocando con le ombre sui muri di una grotta scaldata dal primo proiettore della storia, il fuoco. Per costoro, nome in codice cinefili, una rubrica che mensilmente sonderà il panorama di eventi culturali per proporre ai lettori appuntamenti cinematografici di ricerca, sperimentazione o comunque ad alto gradiente artistico (se poi ciò significhi qualcosa, dipende dalla vostra filosofia dell’arte).

La Festa del Cinema, 2014, immagine guida

Al suo esordio in maggio, MemoGremlins non poteva che cominciare con la Festa del Cinema che dall’8 al 15 maggio proporrà la programmazione delle grandi sale riducendo il costo dei biglietti a 3 euro per i film in 2D e a 5 euro per quelli in 3D. Nel comunicato ufficiale si legge che “Le sale cinematografiche organizzeranno diverse iniziative per accogliere e coinvolgere il pubblico nei giorni della manifestazione”, iniziative che dovrebbero andare ad implementare le strategia per quella che è una mpubbission impegnativa e di innegabile valore: riavvicinare il pubblico alla sala. Tuttavia, se l’evento merita nota per il grande afflusso di pubblico che comporterà, fatto tutt’altro che deplorevole, rimane il dispiacere per i propositi mai portati a termine, le sopracitate iniziative sono rare oasi nel deserto, con inadeguata promozione e slegate tra loro e, soprattutto, rimane la coscienza che la possibilità di una congrua valutazione del prezzo, calibrata sulle reali possibilità economiche del grande pubblico oggi, dovrebbe essere norma e non evento annuale. Il cinema nasce ed è arte di massa, evento popolare. Ne paga ancor oggi le conseguenza con la critica snobista, dovrebbe poterne trarre anche i frutti. Ma la polemica è antica ed ormai sterile.

Festival del Cinema Indipendente, Caserta

Il 10 e 11 maggio, a Caserta, va in scena il Festival del cinema dal basso che si propone di creare e promuovere canali alternativi di diffusione per quei lavori che, non trovando spazio nei circuiti mainstream, si ritrovano de facto altrimenti condannati all’invisibilità (con la seccante coscienza scientificamente dimostrata, che l’immagine non esiste senza un occhio che la guarda). Oltre al Festival stesso, con la sua ricca programmazione, rassegne, eventi vari, ed ovviamente il web, saranno i canali su cui l’associazione Cinema dal basso, fondata nel 2014, si propone di diffondere, secondo gli stessi criteri di valore artistico che la giuria del Festival ha seguito e seguirà nella selezione e premiazione delle opere video.

hoje eu quero voltar sozinho di Daniel Ribeiro (Brasile 2014), film in concorso al TGLFF 2014

Termina invece il 6 maggio il Torino Gay & Lesbian Film Festival 2014, evento tematico, tra i più importanti sulla scena internazionale, presentato dalla madrina Ambra Angiolini, ha proposto film di altissima qualità non solo contenutistica e di sceneggiatura, ma anche negli aspetti tecnici e quindi più strettamente cinematografici. Tema principe di quest’anno, l’identità di genere, e la sua interiorizzazione, nell’età dell’adolescenza.Freda, La segretaria dei Beatles, Nexo Digital

Nome ormai onnipresente nella pagine di Gremlins, la Nexo Digital propone questo mese una corposa quanto variegata programmazione di eventi. Come da tradizione, la programmazione prevede film nella irresistibile formula del “solo per stanotte” e con il solito gusto per la commistione tra generi e soprattutto tra arti. Sia chiaro, al più alto gradino della catena alimentare rimane sempre il cinema, che tutto divora e poi ai suoi cuccioli spettatori, previo prezzo del biglietto, rigurgita. Dal War Horse del National Theatre al documentario su Salinger-Holden, dal sogno animato del “nuovo Miyazaki” Il giardino delle parole al documentario evento, imperdibile per i beatlesiani, Freda-La segretaria dei Beatles, non mancano né qualità né una certa abilità nella scelta e presentazione di titoli capaci di proporsi come irrinunciabili per alcune nicchie di spettatori e insieme di andare a solleticare la curiosità del grande pubblico.

Infine, coloro che si trovassero a New York, e passassero da Central Park a Manhattan, fino al 7 maggio potranno godersi al MoMa (Museum of Modern Art) una bellissima retrospettiva sul nostro Marco Bellocchio.I pugni in tasca, (Italia 1965), scritto e diretto da Marco Bellocchio

Info: www.festadelcinema.it

cinemadalbasso.wordpress.com

www.tglff.it

www.nexodigital.it

www.moma.org/visit/calendar/films/1468

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi