Ti sarà inviata una password per E-mail
Mamiano di Traversetolo (PR) | Fondazione Magnani Rocca | 22 marzo – 29 giugno 2014

di Matteo Galbiati

Massimo Campigli, Donne in métro, 1951 o 1952, olio su telaSuggestivo, maestoso, solenne e, al contempo, lirico e poetico nel rifarsi alla storia e all’antico. Con queste parole si potrebbe sintetizzare il linguaggio di Massimo Campigli, raffinato ed elegante interprete di una stagione particolare dell’arte italiana quale quella del Novecento italiano. Poco conosciuto, forse, al grande pubblico rispetto ad altri artisti coevi e non molto presente sulla scena delle grandi mostre, l’esposizione della Fondazione Magnani Rocca ne restituisce, con un’ottantina di opere, una riflessione e un’analisi attenta e precisa. Dopo la recente pubblicazione del catalogo generale (leggi la recensione qui), questa esposizione riporta lo sguardo su un pittore la cui voce resta esempio significativo di un periodo cruciale e importante della nostra storia artistica. Cinque sezioni riassumono l’immaginario fantastico e mobilissimo di un pittore colto ed erudito, oltre che aperto al confronto con le esperienze internazionali (parlava cinque lingue!). Personalità solitaria e schiva, nel suo lavoro ammiriamo tanto il rigore di una geometria dal sapore antico, che si plasma su memorie, ricordi, simboli e citazioni, ma anche che lascia trasparire la misura di un colore rarefatto e prepotentemente moderno nel suo rifarsi alla tradizione. Le presenze di Campigli portano ad una dimensione mitica e idealizzata, in un’atmosfera sospesa tra un’astrazione asciutta e un lirismo onirico e sentimentale.
Il percorso espositivo lascia accedere a quel valore importante dell’opera di Campigli che, bloccando e sospendendo il presente, congelato attraverso il sopraggiungere dell’antico, fissa una dimensione di assolutezza dipinta, questa sì eterna e senza tempo.

CAMPIGLI. Il Novecento antico
a cura di Stefano Roffi

22 marzo – 29 giugno 2014

Fondazione Magnani Rocca
via Fondazione Magnani Rocca 4, Mamiano di Traversetolo (PR)

Orari: dal martedì al venerdì continuato 10-18 (la biglietteria chiude alle 17); sabato, domenica e festivi continuato 10-19 (la biglietteria chiude alle 18); lunedì chiuso, aperto il lunedì di Pasqua e il 2 giugno.

Ingresso: € 9,00 valido anche per le raccolte permanenti – € 5,00 per le scuole

Info e prenotazioni:
tel. 0521 848327 / 848148
info@magnanirocca.it
www.magnanirocca.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi