Ti sarà inviata una password per E-mail
M.A.D Vieste Festival
VIESTE (FG) | Sedi varie | 2 – 8 settembre 2012
M.A.D Vieste Prize
Scadenza bando prorogata al 30 giugno 2012

Intervista a GIANANDREA CATANEO di Elena Baldelli

Prorogate sino al 30 giugno le iscrizioni al M.A.D Prize. Quindi tutti i creativi che hanno a che fare con Musica, Arte, Danza non disperino, sono ancora in tempo per partecipare alle selezioni nella speranza di “passare il turno” ed esibirsi a Vieste nella settimana del M.A.D Vieste Festival ai primi di settembre... Nell’attesa abbiamo chiesto a Gianandrea Cataneo, organizzatore e project Leader di M.A.D Prize e M.A.D Festival, di raccontarci questa esperienza a doppio taglio… Prima il premio, poi il festival.

Il sistema a candidatura libera del Prize rende le giornate di settembre un’incognita anche per gli organizzatori. Come si prospetta la settimana di Festival, a pochi giorni dalla scadenza del bando?
Le candidature ci hanno mostrato da subito l’ampio ventaglio di stili e di linguaggi abbracciati dagli artisti e la loro voglia di buttarsi in qualcosa di nuovo. Nonostante la forte caratterizzazione delle sottosezioni (pittura, fotografia, scultura&installazione, video, performance, graffiti&street art, per la sola categoria ARTE), le opere più strutturate si sono accostate a sperimentazioni e ibridazioni… Proprio ciò che volevamo.
Siamo quindi felici delle risposte che stiamo avendo.
Il MAD Prize e il relativo Festival nascono soprattutto dal desiderio di far dialogare le varie discipline creative, in un contesto che non ponga limiti o barriere all’intraprendenza dei partecipanti. In un periodo storico in cui è diventato quasi impossibile classificare l’arte, la musica o la danza in rigide categorie e stili predefiniti e la contaminazione è all’ordine del giorno – il video si serve della musica, la musica dell’arte, l’arte visiva abbraccia l’intero campo sensoriale – MAD vuole essere un trampolino per far nascere tra i giovani creativi possibilità di scambio e collaborazione, oltre ad uno scenario per farsi conoscere dal mondo della cultura e dello spettacolo. Non per niente lo slogan della manifestazione è “VIENI PER VINCERE, RIMANI PER IMPARARE”. I componenti delle varie giurie sono tutti stimati professionisti: critici e curatori di altissimo livello per la sezione ARTE, oltre a musicisti, ballerini e insegnanti di spicco a livello internazionale per quel che riguarda MUSICA E DANZA.
Dal 2 all’8 settembre oltre a spettacoli ed esposizioni si svolgeranno seminari, talk, stage: tutte attività a cui i finalisti accederanno gratuitamente, per una settimana che si rivelerà un enorme workshop a cielo aperto. In base alle attività il Comune di Vieste ha reso disponibili diversi spazi pubblici per dare la possibilità ai partecipanti di fruire di corsi gratuti e networking in attesa della serata finale, nella quale verranno comunicati i vincitori del MAD PRIZE. I laboratori e le attività diurne serviranno inoltre per dare agli artisti la possibilità di conoscersi, interagire, stringere sodalizi. L’obiettivo è far diventare il Festival un’occasione annuale di incontro, partnership e socializzazione.
La Città di Vieste ha voluto porsi come nuovo polo di scambio, integrando la sua immagine di località turistica con quella di promotrice culturale. Il Festival sarà sicuramente un’occasione di divertimento oltre che di cultura, e speriamo diventi uno degli appuntamenti fissi della stagione culturale estiva italiana ed europea.

Vorremmo sapere qualcosa in più delle tre sezioni che compongono l’acronimo M.A.D – Musica Arte Danza
L’acronimo MAD racchiude i tre grandi campi d’azione della creatività: la musica, l’arte visiva e quella performativa. La sezione Musica permetterà a cantanti e musicisti di esibirsi ed essere giudicati da professionisti del calibro di Mirella Freni, Andrea Lo Vecchio, Flavio Cucchi. Ce n’è per tutti i gusti: lirica, musica pop, strumentale. L’importanza di una giuria di qualità risiede non solo nella garanzia del valore dell’artista premiato, ma è una tangibile occasione di visibilità e riconoscimento da parte di professionisti che lavorano da sempre nel mondo dello show business.
Maurizio Coccia, Piergiorgio Giraudo, Sabrina Raffaghello
, sono solo alcuni dei nomi dei giurati della sezione Arte, curata da Chiara Canali come presidente di giuria. La categoria abbraccia tutte le forme espressive, senza tralasciare nessuna tecnica o disciplina. Il plus della sezione sta nelle tre residenze d’artista in palio (in aggiunta ai premi) presso il GlogauAir di Berlino, la Nes Artists Residency a Skagaströnd, in Islanda e l’Halka Art Project, di Istanbul. Alcune tra le opere in concorso verranno inoltre selezionate per programmi espositivi sul territorio nazionale e per biennali di arte contemporanea.
La sezione Danza si avvale di giurati noti al grande pubblico come Anna Razzi, Andrè De La Roche, Tony James. Anche in questo caso la competenza dei selezionatori è garanzia di qualità. Per tutti gli appassionati di danza che vorranno iscriversi (anche esternamente al contest online) e per i finalisti del MAD PRIZE si terranno stage gestiti in prima persona dai giurati. Un’occasione per sfruttare al massimo l’esperienza MAD e per tornare a casa con qualcosa in più, che si tratti del premio o della professionalità respirata nelle session con gli insegnanti.

Dallo spazio virtuale del sito allo spazio reale del borgo di Vieste… Com’è nata l’idea?
Le due iniziative (Prize e Festival) sono state pensate da subito come un connubio vincente, un modo per dare un valore aggiunto al premio e distinguerlo dalla miriade di contest che è possibile trovare oggi online. Il Festival rimane comunque un evento a se stante che, col tempo, potrebbe confrontarsi con altre istituzioni già attive ogni estate in ambito europeo.

M.A.D punta molto sulla formazione, diventando un vero e proprio boot camp… Potrebbe presentarci le attività, i premi, tutto ciò che è stato pensato per supportare la crescita artistica e professionale dei partecipanti?
Il programma è ancora under construction, posso anticipare che ci saranno attività davvero per ogni palato, fino a quello più sensibile. Stage con coreografi che hanno ballato con star del calibro di Madonna e Whitney Houston, conferenze, esposizioni disseminate nei luoghi più suggestivi della città e una serata finale di sicuro impatto. Per tenersi aggiornati basta visitare il sito ufficiale della manifestazione www.madprize.it o seguirci sui nostri canali sociali. Siamo su Facebook, Twitter, Pinterest, Google+ e abbiamo anche un blog ufficiale. Tutte le attività del Festival verranno monitorate attraverso i canali social per non farvi perdere nulla.

Ci potrebbe dare delle anticipazioni sul Festival?
Posso anticipare che oltre ai giovani partecipanti ci saranno esibizioni di artisti professionisti che abbracciano il messaggio di MAD: arte in tutte le sue sfaccettature.

SCARICA IL BANDO E LA SCHEDA DI PARTECIPAZIONE

M.A.D. Vieste Prize
Scadenza iscrizioni sabato 30 giugno 2012

Info: info@madprize.it
www.madprize.it

Curatore, coordinatore della Categoria Arte
Chiara Canali

Giuria
sezione Pittura – Maurizio Coccia e Lorenzo Poggiali
sezione Fotografia – Pier Giorgio Giraudo e Sabrina Raffaghello
sezione Scultura e Installazione – Fortunato D’Amico e Bruno Grossetti
sezione Video e Animazione – Federica Bianconi e Vitaliano Teti
sezione Performance – Eugenio Viola e Marco Aion Mangani
sezione Graffiti e Street Art – Julie Kogler e Luigi Mauri

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi