Non sei registrato? Registrati.
Bologna | Galleria Spazio Testoni | 20 aprile – 30 giugno 2018

Alla Galleria Spazio Testoni di Bologna inaugura l’esposizione di opere realizzate per il progetto LABRYS dell’artista Maria Rebecca Ballestra, a cura di Giorgia Gastaldon.

Labrys è un progetto di arte contemporanea che, come suggerisce il titolo stesso, indaga il tema – simbolico e visivo – del labirinto, prendendo spunto dalla lettura dei testo di Julien Friedler dal titolo The Truth of the Labyrinth. Il progetto si è sviluppato in due anni attraverso nove tappe, ciascuna delle quali si è concretizzata nella realizzazione di una o più opere d’arte, frutto di collaborazioni con altri protagonisti del mondo del contemporaneo (artisti, coreografi, attori, scrittori, ecc) e di residenze d’artista nazionali ed internazionali.

MARIA REBECCA BALLESTRA - MAURO PANICHELLA, Labrys, 2017, ricami su tela di cotone, neon, elementi metallici, dimensioni variabili

MARIA REBECCA BALLESTRA – MAURO PANICHELLA, Labrys, 2017, ricami su tela di cotone, neon, elementi metallici, dimensioni variabili

Oltre alle opere realizzate interamente da Maria Rebecca Ballestra ed in collaborazione con altri artisti, e quelle realizzate dagli artisti invitati, accompagnano questa esposizione sei storici documenti fotografici sull’opera di Land Art Spiral Jetty realizzata nel 1970 da Robert Smithson a Rozel Point (Great Salt Lake, Utha – USA), e l’opera di Aldo Spinelli Il segno e il simbolo del 1978, entrambe concesse dalla Galleria UnimediaModern di Genova.

Il soggetto “labirinto” non è scelto dall’artista in maniera casuale, anzi: Maria Rebecca Ballestra porta avanti la sua riflessione su questo tema proprio alla luce della constatazione che l’immagine del labirinto, nel tempo, è stata sempre investita di significati diversi e “altri”. Nelle varie tappe di questo progetto, infatti, l’artista indaga, di volta in volta, un aspetto diverso legato all’immagine ed al concetto di labirinto e ciascuna di queste riflessioni rappresenta una diversa tappa di Labrys.
Grazie al sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia ed alla preziosa ospitalità del Centro di Salute Mentale Parco Basaglia, l’intero progetto – realizzato anche grazie alla promozione di Altreforme Udine – si è concretizzato in una serie di mostre, tavole rotonde, laboratori didattici e performance che si sono svolte a Gorizia da ottobre 2017 a marzo 2018.

MARIA REBECCA BALLESTRA – NINA BACUN, Re-flection, 2018, 33 stampe su carta 42 x 29 cm ciascuna, opera realizzata durante una residenza per artisti alla The Emily Harvey Foundation, Venezia

MARIA REBECCA BALLESTRA – NINA BACUN, Re-flection, 2018, 33 stampe su carta 42 x 29 cm ciascuna, opera realizzata durante una residenza per artisti alla The Emily Harvey Foundation, Venezia

Il progetto affonda le sue radici su una solida ed intricata rete di partner tecnici e scientifici. Nei mesi della sua gestazione, infatti, numerosissime sono state le realtà che hanno fornito, nei modi più diversificati, il loro prezioso contributo allo svolgimento ed alla realizzazione dell’ambizioso programma di Labrys.
Oltre ai partner internazionali – si segnalano a tal proposito Signal Fire Art (Arizona), The Emily Harvey Art Foundation di Venezia e la Fondazione Spirit of Boz (Associazione Julien Friedler per l’Arte Contemporanea Italia-Belgio) che hanno ospitato in residenza Maria Rebecca Ballestra in alcune delle tappe del progetto – numerosi sono gli enti che hanno creduto nel progetto concedendo pertanto il loro patrocinio: ricordiamo, tra gli altri, l’Università degli Studi di Udine, l’Azienda di Servizi Sanitari della Bassa Friulana Isontina, il Comune di Gorizia, il Giornale delle Fondazioni, la Biblioteca Statale Isontina, nonché il Dipartimento di Ingegneria e Architettura dell’ateneo triestino.

MARIA REBECCA BALLESTRA, Il tempo capovolto, 2017, stampe su carta (30 x 40 cm) e pietre, dimensioni variabili

MARIA REBECCA BALLESTRA, Il tempo capovolto, 2017, stampe su carta (30 x 40 cm) e pietre, dimensioni variabili

Durante l’inaugurazione di venerdì 20 aprile sarà anche presentato in anteprima il catalogo monografico sul progetto stesso, appena pubblicato da De Ferrari Editore di Genova.

Maria Rebecca Ballestra | Labrys
a cura di Giorgia Gastaldon

Opere in collaborazione con:
Mauro Panichella, Nina Bacun, Wen Chin Fu

Artisti invitati:
Julien Friedler, Berty Skuber, Aldo Spinelli

20 aprile – 30 giugno 2018
venerdì 20 aprile 2018, ore 20.30 | 22.30

Galleria Spazio Testoni
Via D’Azeglio 50 – 40123 Bologna

Orari di apertura:
dal martedì al venerdì dalle 16.00 alle 20.00
sabato dalle 10,30 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 20,00
domenica, lunedì e altri orari su appuntamento

Catalogo: De Ferrari Editore, Genova

Info:
Tel. +39 051371272 – 051580988
M.ph. +39 3356570830
info@spaziotestoni.it
www.spaziotestoni.it
www.labrysproject.com

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •