Ti sarà inviata una password per E-mail
MILANO | Spazio Oberdan | Fino al 18 ottobre 2015

In concomitanza con la chiusura del semestre di Expo lo Spazio Oberdan di Milano ospita Capitale Terreno, mostra personale dell’artista Moira Ricci (1977) e ultima parte del progetto Dal territorio alla terra. Progetto per un museo di fotografia diffuso, con il quale si anticipa e si comunica anche la nuova identità che si vuole dare al Museo di Fotografia Contemporanea nella sua formula “a rete”.
Nel progetto di Ricci il tema della civiltà contadina idealmente si riconnette con quello espresso dalla grande Esposizione Universale; infatti, proveniente dalla Maremma, l’artista ha mantenuto un legame peculiare con la terra delle sue origini, con la campagna, di cui ha studiato riti e tradizioni millenarie e dalle cui simbologie ha saputo trarne un senso e un significato da attribuire poi alle sue storie immaginarie.

Moira Ricci, Dove il cielo è più vicino 4

Moira Ricci, di cui conosciamo l’intensità dell’opera dedicata alla scomparsa della madre e intitolata 20.12.53-10.08.2004 (2004-09), ricorre alle leggende e alle narrazioni agresti per inseguire, nell’attuale situazione di devastante crisi, spaccati di nuovi orizzonti di senso che, raccogliendo i lacerti di vecchi ricordi di famiglia, possono donare nuove prospettive di visione: attraverso il video e la fotografia recupera, infatti, i piccoli, grandi, scrigni di memorie private che, da un passato prossimo-lontano, riaffiorano ora con altri valori e significati.
Rielaborando digitalmente immagini pre-esistenti, Ricci rimodella scene di vita quotidiana concedendo un effetto di forte e tangibile realismo. Tra autobiografia, identità individuale, legami e sentori ancestrali e senso di appartenenza ad una comunità analizza il legame primigenio che si ha con i luoghi delle proprie radici.
Nello spazio milanese sono presentati due lavori recenti di Ricci, che li offre al pubblico per la prima volta in modo congiunto: Da buio a buio (del 2009-2015) con le storie La bambina cinghialeIl Lupo MannaroL’Uomo Sasso I gemelliniDove il cielo è più vicino (2014). Il primo ciclo somma personaggi immaginari ad una documentazione reale che, attraverso le fotografie, i video, le registrazioni sonore, vengono proposti in una narrazione verosimile. Nel secondo progetto, composto da fotografie a colori di grandi dimensioni e due videoproiezioni, ci racconta la crisi della terra, l’abbandono dell’agricoltura e l’impoverimento delle popolazioni rurali.

Moira Ricci. Capitale Terreno
a cura di Emanuela De Cecco
scritti in catalogo di Emanuela De Cecco, Andrea Lissoni, Michele Manfellotto, Roberta Valtorta
mostra ideata e realizzata dal Museo di Fotografia Contemporanea
promossa con Città Metropolitana di Milano, Comune di Cinisello Balsamo, Regione Lombardia e Triennale di Milano
in collaborazione con il Padiglione d’Arte Contemporanea di Ferrara e l’Associazione Culturale dello Scompiglio di Lucca
con il sostegno di Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Arcus s.p.a., Società per lo sviluppo dell’arte, della cultura e dello spettacolo
catalogo bilingue italiano inglese Silvana Editoriale

Fino al 18 ottobre 2015

Spazio Oberdan
Viale Vittorio Veneto 2, Milano
 

Orari: da martedì a venerdì 12.00-19.30; sabato e domenica 10.0-19.30; chiuso il lunedì
Ingresso intero €6.00; ridotto €4.00 per adulti oltre i 65 anni, minori da 6 a 18 anni, studenti fino a 25 anni, titolari di apposite convenzioni e coupon, residenti a Cinisello Balsamo, visitatori del Mufoco e della Triennale di Milano; ingresso gratuito per minori di 6 anni, portatori di handicap e accompagnatori, militari e forze dell’ordine, giornalisti, guide turistiche, tesserati Icom
Visite guidate gratuite
tutti i giovedì ore 18.00; tutti i sabati ore 11.00 con prenotazione obbligatoria.
È possibile concordare visite per gruppi al costo di €70.00 a gruppo

Eventi Speciali:
Proiezioni cinematografiche in collaborazione con Fondazione Cineteca Milano (ingresso libero con Cinetessera della Cineteca Italiana) 

Giovedì 24 settembre ore 21.00
La rabbia di Pasolini di P.P. Pasolini, G. Bertolucci, Italia, 2008, b/n, 70’
con una lettura critica di Michele Manfellotto 

Sabato 26 settembre ore 15.00
I racconti dell’età dell’oro di C. Mungiu, H. Höfer, I. Uricaru, R. Marculescu, C. Popescu, Romania, Francia, 2009, 100’ 

Info: Spazio Oberdan
+39 02 77406302-6381
www.cittametropolitana.milano.it/cultura


 Museo di Fotografia Contemporanea
+39 02 6605661
www.mufoco.org

Infoline: Prenotazione visite guidate e prevendita 199757513

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi