Ti sarà inviata una password per E-mail
TORINO | Galleria Opere Scelte | 30 gennaio – 15 marzo 2014 

La galleria Opere Scelte di Torino presenta, in una mostra personale, il lavoro del giovane artista Roberto Fanari (1984).
Il lavoro scultoreo dell’artista cagliaritano si pone in un territorio di confine tra la presenza e la manifestazione di forme e soggetti provenienti dal mondo reale e la loro trasposizione simultanea in un pari universo immaginario. Egli propone forme ed elementi desunti dalla vita quotidiana che, estratti dal loro contesto e dalla realtà originari cui appartengono naturalmente, si semplificano nelle forme, si alleggeriscono dalla fisicità più immediata, proponendosi in struttura e volume eterei ed essenziali.
Roberto Fanari, Galleria Opere Scelte, TorinoQuesta pratica suggerisce un’idea, una suggestione, particolare in chi guarda: ci si immagina Fanari disegnare con la materia, componendo nell’aria linee che, nella loro evoluzione formale, acquistano, poco per volta e in modo sinceramente spontaneo, una tridimensionalità concreta. Le sculture sopraggiungono ad una solidità attraverso una fitta intelaiatura metallica, entro la quale i fili di ferro s’intrecciano seguendo un coordinamento determinato: s’intensificano dove la mano dell’artista sceglie di soffermasi sui quei dettagli, utili e necessari alla riconoscibilità e alla caratterizzazione degli stessi soggetti, diventano evanescenti e labili dove si lascia intuire il senso di visione e leggerezza indeterminabile.
In questa mostra sono esposte anche opere inedite: troviamo, raccolti in una sorta di “Stanza delle meraviglie”, una serie di oggetti straordinari che lasciano assaporare il gusto di epoche passate. Accanto a questa, calata in un’atmosfera straniante, Fanari ci presenta una classe di scolari lasciati come sospesi nel tempo.
La sua scultura domina e conquista lo spazio con pieni e vuoti che si amalgamano all’ambiente in cui l’opera s’inserisce. Materie tangibili e ombre impalpabili raggiungono un equilibrio perfetto: dentro uno spazio libero, le sculture fanno vivere contesti e scenari immaginari, perché la loro affermazione decorre dall’assenza fantastica, dal vuoto in divenire, dall’immaginazione. Aspetti che in Fanari hanno la pari importanza della materia concreta con cui si attua e compie la stessa scultura. 

Roberto Fanari 

30 gennaio – 15 marzo 2014

Galleria Opere Scelte
Via Matteo Pescatore 11/D, Torino 

Orario: da martedì a sabato 15.30-20.00

Info: + 39 011 5823026; +39 349 3509087
info@operescelte.com
www.operescelte.com

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi