Ti sarà inviata una password per E-mail
MILANO | Dimora Artica | 20 gennaio – 7 febbraio 2015

Lo spazio di Dimora Artica accoglie la mostra personale dell’artista Fiorella Fontana che, per questa occasione, ha pensato ad un progetto che fa perno sul tema della pietra angolare e tutta la sua conseguente valenza simbolica.
L’intervento dell’artista è stato studiato per inserirsi perfettamente negli ambienti dello spazio espositivo milanese e ha prodotto, in questo modo, una grande installazione che si sviluppa – coinvolgendole – in tutte le coordinate del luogo che la ospita.
Nella simbologia consegnataci dalla storia, dalle religioni e dal pensiero filosofico dell’uomo la pietra angolare si identifica con la possibilità di accogliere, al contempo, la duplice identità di ogni azione umana che resta in sé sia immanente che trascendente: presenza latente ed effimera che tanto chiarisce gli elementi del mondo reale indagandoli come luce, quanto ritraendosi alla vista per delinearsi solamente al compimento ultimo di ogni impresa. Partendo dal mondo tangibile, quello dell’accadere fenomenico delle cose, il concetto di pietra angolare penetra ad un livello superiore, cosmico e invisibile, diventando sorgente unica della totalità dell’esistenza.

Fiorella Fontana, La pietra angolare (particolare), lastre di vetro sovrapposte e incise

Attorno a questo pensiero si realizza l’intervento di Fontana che, facendo riferimento ad un’analisi che somma in questo simbolo sia i valori della terra sia quelli del cielo, trova nella luce il punto di contatto universale. Ecco quindi che una sorgente luminosa posta al centro dello spazio si irradia espandendosi in ciascun angolo. L’ambiente viene sollecitato dall’artista che vi ha predisposto alcune strutture modulari che, entro una forma stellare, ne ridisegnano le coordinate e i percorsi. Questa composizione semplice ed elementare modifica radicalmente la realtà percettiva e visiva e lo spazio, da luogo comune, diventa recinto sacro, quinta teatrale, architettura magica ed alchemica.
Scrive Andrea Lacarpia:

“La geometria e la natura organica vengono accomunate dall’artista nella stessa ricerca dell’equilibrio essenziale, in cui il senso della misura proprio dell’intelletto apollineo si somma alla vitalità dionisiaca. Il senso panico dell’esistenza incontra le algide forme di un’iperborea età dell’oro, rivelando la schematicità della storia delle passioni umane che incessantemente ruotano intorno all’asse cosmico della pietra angolare.”

Uno schematismo austero ed essenziale quello su cui fa riflettere Fontana che riconduce il pensiero, di chi viene coinvolto, a visioni che si fanno esperienze trascendenti e sanno trasportare oltre la mera fisicità della circostanza.

Fiorella Fontana. La pietra angolare
testo di Andrea Lacarpia 

20 gennaio – 7 febbraio 2015
inaugurazione martedì 20 gennaio 2015 ore 18.30

Dimora Artica
Via Matteo Maria Boiardo 11, Milano

Orari: visite su appuntamento 

Info: +39 380 5245917
dimoraartica@gmail.com
www.dimoraartica.com

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi