Ti sarà inviata una password per E-mail
MILANO | AICA Andrea Ingenito Contemporary Art | 21 gennaio – 5 marzo 2016

Si orienta verso un’osservazione della natura, del paesaggio e dell’ambiente lo sguardo dell’artista Giacomo Rizzo (1977) che, per la mostra personale presso la galleria Andrea Ingenito Contemporary Art di Milano, presenta un nucleo di dodici sculture di medie e grandi dimensioni.

Giacomo Rizzo, Respiro, 2015, resina, 350x210 cm, Museo Riso, Fondazione Fiumara d'Arte, Castel di Tusa, Messina

L’artista, docente di Scultura e Tecniche della Fonderia presso l’Accademia di Belle Arti di Palermo, con Passaggi. I luoghi della pelle, propone, infatti, un nucleo di lavori in resina, gesso, alluminio, plex, cera e silicone che descrivono esaustivamente il suo percorso di ricerca nelle sue ultime fasi e sperimentazioni: l’artista palermitano ricava forti suggestioni dagli elementi naturali e li traduce in un’autonomia di visione in cui la dinamica della materia si fa suggestione di una tridimensionalità che sconfina nella proporzione della pratica pittorica. Forma disegnata e volume acquisiscono, nei suoi lavori, un equilibrio e un’armonia di grande effetto plastico.
La lettura “archeologica” della natura, lo impegna a realizzare calchi di tronchi d’albero, porzioni di terreno, parti di scogliere o pareti rocciose che, “strappate”, rimangono come lacerti delle superfici che le hanno segnate, raccogliendone segni ed elementi che testimoniano la loro primordiale essenza.

Giacomo Rizzo, Passaggi, 2015, resina, cera, legno, plex, gesso, 160x80 cm

Scrive la curatrice Serena Ribaldo:

“Giacomo Rizzo diparte dalla res terrena per sublimare quest’ultima in imago animae attraverso lo “strappo”, risalendo dal contingente-terra all’idea pura-anima. Rizzo ha dedicato gli ultimi anni della sua ricerca, con vocazione d’anacoreta e con religioso rigore d’analisi e d’esplorazione, all’operazione artistica del calco di brani di natura: […] in special modo monti “sacri”. Monti come padri dell’umanità, monti come padri di una spiritualità sepolta ma non dimenticata.”

Negli ambienti della galleria, quindi, rivivono le impronte naturali enunciando la loro costituzione simbolica e quasi ieratica che recepiscono una circolarità di elementi che dalla terra si innalzano al divino e il sacro ritorna nella sua manifestazione universalmente terrena.
La mostra si arricchisce di un catalogo con testo critico di Serena Ribaudo.

Giacomo Rizzo. Passaggi. I luoghi della pelle
a cura di Serena Ribaudo 

21 gennaio – 5 marzo 2016
Inaugurazione mercoledì 20 gennaio 2016 ore 18.30 

AICA Andrea Ingenito Contemporary Art
via Privata Massimiano 5, Milano

Orari: dal martedì a sabato 15.00-19.00; chiuso domenica e lunedì

Info: +39 02 36798346
www.ai-ca.com

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi