Ti sarà inviata una password per E-mail
REGGIO EMILIA | Collezione Maramotti | 9 marzo – 28 settembre

Dopo la presenza a Venezia lo scorso anno, con il progetto per il Padiglione Olanda curato Lorenzo Benedetti – recentemente nominato direttore del prestigioso De Appel Centre di Amsterdam – Mark Manders (Volke, 1968) torna in Italia, più precisamente a Reggio Emilia, alla Collezione Maramotti, con Cose in corso: un nuovo progetto che si  compone di una mostra e un libro. Il titolo scelto dall’artista sottolinea la continuità con le premesse del suo lavoro creativo caratterizzato dal concetto di percorso in fieri: le sue possono essere definite “opere aperte”, sia in senso temporale che a livello semiologico.

Nella sua poetica oggetti trovati, ri-costruiti o meglio reinventati si affiancano a manufatti creati dall’artista in composizioni che, caleidoscopicamente, continuano a presentarsi in sempre nuove costellazioni organiche creando ulteriori interazioni tra la vita e gli oggetti, come pagine di un diario di un personalissimo percorso artistico. Sculture e oggetti sedimentano per lunghi periodi, talvolta anni, nel suo studio e sono assoggettati a incessanti modifiche e cambiamenti nell’arco del tempo in un lungo processo di gestazione che si conclude nel momento in cui vengono inscritti nello spazio destinato alla loro installazione. Da qui la sua definizione di “autoritratto come architettura” che si inscrive in un progetto concettuale senza soluzione di continuità. Il suo primo lavoro del 1986, Self-Portrait as a Building, ha già in sé tutti gli aspetti centrali della sua ricerca: la trasformazione dell’esistenza dell’opera e il suo sviluppo biografico in spazi della memoria.

10

La mise-en-scène ideata per la Collezione Maramotti invece si compone di una grande installazione, in cui l’artista impiega oggetti già presenti in altri lavori (la vasca da bagno, le sedie, il corpo incompiuto che si distende sull’asse lignea poggiata alla sedia), ma che sono qui contestualizzati in modo nuovo. L’installazione è collocata su un pavimento costituito da mattonelle in ferro che crea un ambiente virtuale inscritto nello spazio espositivo. Il risultato è la creazione di una rappresentazione teatrale che, come viene indicato dallo stesso Manders, contiene una “conceptual potential narrative in a total frozen theatre”. Un elemento nuovo è inoltre l’uso del colore puro che definisce alcuni oggetti presenti nell’opera a sottolineare la possibilità di un gesto fortemente pittorico in una dimensione sculturale. Il progetto Cose in corso si accompagna a un libro d’artista totalmente ideato e realizzato dallo stesso Manders ed edito da Roma Publications, casa editrice indipendente fondata dall’artista.

Cose in Corso. Mark Manders

9 marzo – 28 settembre 2014
Private view ad invito: 8 marzo 2014 ore 18.00, alla presenza
dell’artista.

Collezione Maramotti
Via Fratelli Cervi 66, Reggio Emilia

Info: 0522 382484
info@collezionemaramotti.org
www.collezionemaramotti.org

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi