Ti sarà inviata una password per E-mail
LUGANO | Museo d’Arte | 17 marzo – 30 giugno 2013

di MATTEO GALBIATI

Può nascere un suggestivo dialogo fatto di strette reciprocità e di comuni visioni tra due grandi artisti che non ebbero mai occasione di conoscersi e incontrarsi di persona? Guardando ai sobri e misurati allestimenti – nulla è lasciato al caso e nessuna opera è fuori posto o di troppo – del Museo d’Arte di Lugano l’incontro ideale tra Paul Klee (1879-1940) e Fausto Melotti (1901-1986) avviene con piacevole sorpresa ed incanto, con una ri-scoperta intensa e piena di fascino che rende il percorso espositivo fluido, scorrevole e di facile lettura, sebbene molte delle tematiche affrontate nelle varie sale abbiamo un profondo spessore poetico e intellettuale.


Klee e Melotti, due storie artistiche differenti, figlie e specchio della loro epoca, che da una prima specifica fase autonoma, trovano nel tempo un’assimilazione dei propri percorsi su territori comuni e condivisi del sentire. Un rapporto avvenuto sempre a distanza, uno scambio silenzioso e istintivo, frutto di temperamenti e animi che avevano una coerente e congruente correlazione su reciproche affinità d’interesse, che la loro espressione artistica avrebbe poi sviluppato in un modo tanto strettamente prossimo. Proprio su questi comuni campi d’azione avviene lo sviluppo di questa mostra che individua, con sorprendente puntualità, i punti di contatto che i due artisti hanno inconsapevolmente legato alle forme delle loro opere. Comporre questo racconto, intrigante incontro di sensibilità – che si traduce in uno stretto rapporto di rimandi impliciti – è la missione che i curatori della mostra hanno saputo far emergere – con un’eccellente regia e una linea di scelte determinata e sicura – nelle sale del museo luganese, fornendo occasione di un dialogo che allieta lo sguardo di ogni osservatore e ne tocca sempre l’immaginazione. Una mostra imperdibile e davvero valida per tutti, non è stato infatti un caso incontrare famiglie con bambini (anche piccoli) – sono i più abili e attenti osservatori delle opere – al seguito che, invece di soffocare la ragione in un centro commerciale qualunque, ritrovano la libertà immaginativa dell’arte per aprire la mente alla conoscenza. E questa mostra risulta, anche per lo specifico linguaggio di Klee e Melotti – e l’eccellente allestimento realizzato – il mezzo migliore.



Settanta opere
(dipinti, acquarelli e disegni) di Klee e circa ottanta (sculture e disegni) di Melotti – provenienti da prestigiose istituzioni, musei e collezioni pubbliche e con la generosità e disponibilità di collezionisti privati, il contributo del Zentrum Paul Klee di Berna e dell’Archivio Fausto Melotti di Milano – si distribuiscono nelle sezioni Origini, Astrazioni e geometrie, Ritmi musicali, La figura si fa linea, Stanze e partiture, In scena, Secondo natura, Ritmi come paesaggi, Alfabeti e Zoologia fantastica, capitoli tematici che si susseguono svolgendo la lettura dei differenti aspetti da cui emerge quella loro possible “relazione postuma”.
Su tutto domina un ritmo poetico-melodico che vede, proprio nella musica, il mezzo reciproco per dare forma al pensiero e la via per la manifestazione di una nuova misura della percezione della realtà. E non è un caso che il maestro svizzero fosse un provetto violinista, e lo scultore italiano avesse conseguito il diploma in pianoforte e fosse un raffinato musicologo. Una mostra che è una sorpresa continua.
Tutto questo in attesa dell’attivazione effettiva del nuovo centro culturale di Lugano – il LAC – che vedrà la luce nel 2014, ma che è identità virtualmente già presente per l’unione della direzione del Museo d’Arte di Lugano e il Museo Cantonale d’Arte, musei dalla cui definitiva fusione prenderà avvio il nuovo ente.

Klee – Melotti
a cura di Guido Comis e Bettina Della Casa

17 marzo – 30 giugno 2013

Museo d’Arte
Riva Caccia 5, Lugano

Orari: martedì-domenica 10.00-18.00, venerdì 10.00-21.00

Ingresso: 
Franchi 12,00; AVS, gruppi e studenti 17-25 anni Franchi 8,00; gratuito ragazzi fino a 16 anni, la prima domenica del mese e domenica 12 maggio (Giornata Internazionale dei Musei)

Info: +41 58 8667214
info.mda@lugano.ch
www.klee-melotti.ch
www.mda.lugano.ch

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi