Ti sarà inviata una password per E-mail
CASERTA | Reggia di Caserta, Sala dei Porti | 2 giugno – 4 novembre 2012

Keith Haring alla Reggia di Caserta.
Il Murale di Milwaukee del famoso “writer” statunitense sarà esposto nella Sala dei Porti, nel percorso di visita degli Appartamenti settecenteschi di Palazzo Reale dal 2 giugno al 4 novembre 2012.

Il Murale di Milwaukee è una delle più significative opere di Keith Haring. Lungo trenta metri e alto due metri e mezzo, è costituito da 24 pannelli in legno realizzati nell’aprile del 1983 dall’artista, invitato dall’Università Marquette di Milwaukee a creare una gigantesca realizzazione sul luogo in cui sarebbe sorto il nuovo museo Haggerty. Entrambe le pareti sono dipinte. Sulla prima è raffigurata una sequenza ininterrotta di bambini a quattro zampe e di cani che abbaiano (barking dogs). L’altra è più complessa e presenta una maggiore varietà di immagini il cui tema dominante sono le figure danzanti ispirate ai ballerini di breakdance.

A queste si affiancano altre celebri icone della sua arte: il televisore con le ali, il cane, l’uomo con la testa di serpente. Il centro del murale è occupato da un ballerino che al posto della testa ha un televisore con il numero 83 disegnato sul monitor. Questo lato termina con un’altra delle immagini simbolo di Haring: la faccia con tre occhi che fa la linguaccia. Il Murale di Milwaukee è una testimonianza importante del primo periodo dell’evoluzione artistica di Haring, quando il suo stile rispecchiava tutta la freschezza dei disegni della metropolitana di New York e la vitalità della metropoli.

L’iconografia rappresentata nell’opera è esemplificativa del vocabolario d’immagini dell’artista che meglio celebrano la vita, divenendo un segno distintivo del suo approccio alla pittura. Haring riteneva che bambini e cani fossero tra le immagini più amate e riconoscibili; per questo, all’inizio della sua carriera, scelse queste figure proprio come firma (tag), per rendere la sua arte facilmente identificabile in mezzo a quella di altri che, come lui, avevano scelto la strada come
luogo in cui liberare la creatività.

“All’inizio la mia firma fu un animale – racconta l’artista – che diventò sempre più simile a un cane. Poi cominciai a disegnare un bambino che andava a quattro zampe e più lo disegnavo e più è diventato “The Baby”.

L’allestimento espositivo realizzato nella Sala dei Porti è arricchito da fotografie e da un video che documentano le fasi della realizzazione e dai disegni fatti da Haring per l’occasione. “A pendant” del murale, viene esposta un’altra importante opera di Keith Haring – Senza titolo, acrilico su tela, cm 590x cm 290 – appartenente – insieme a grandi capolavori di Warhol, Rauschenberg, Beuys e di molti altri – alla Collezione “Terrae Motus”.

La raccolta, costituita dal gallerista napoletano Lucio Amelio dopo il violento sisma che devastò il Sud Italia nel novembre del 1980, è considerata oggi come una delle più importanti collezioni d’arte contemporanea. È dunque in un ideale dialogo con l’esposizione permanente delle opere donate da Amelio, che trova ragione l’allestimento a Caserta del murale di Milwaukee, espressione del messaggio vitalistico di cui la cultura di Haring si faceva portatrice.
Un’ottima occasione quindi per ammirare due capolavori di uno dei maggiori esponenti della corrente neo-pop, protagonista indiscusso dell’arte del XX secolo, in una splendida e suggestiva cornice.

Keith Haring. Il murale di Milwaukee

Reggia di Caserta
Sala dei Porti
, Appartamenti storici

2 giugno – 4 novembre 2012

Orari: Appartamenti storici 8.30 – 19.30 | Parco e Giardino 8.30 – 17.30 | Martedì chiuso
Info:
0823 448084 – caserta@civitamusea.it


www.reggiadicaserta.beniculturali.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi