MANTOVA | Fruttiere Palazzo Te | 30 maggio – 4 ottobre 2015

Nelle Fruttiere di Palazzo Te a Mantova, la mostra Guardando all’URSS. Realismo socialista in Italia dal mito al mercato propone una lettura incrociata tra l’arte italiana e quella sovietica nel secodno dopoguerra. Tra opposte tensioni e divergenze, tra analogie, rimandi e riferimenti reciproci, l’espressione artistica nell’era del realismo socialista qui si offre allo spettaore con un ricco e articolato percorso espositivo che vanta un repertorio di materiali – alcuni inediti al pubblico italiano – composto da opere d’arte, documenti, video e fotografie, manifesti e libri.
La mostra, di rilevanza internazionale, riporta lo sguardo al periodo della contrapposizione politica degli schieramenti in due blocci e propone una lettura in chiave originale ponendo, al centro dell’indagine, la visione mitica che si aveva dell’URSS nell’Italia di quegli anni.

Semën Afanas'evič Čujkov, La figlia del soviet Kirghizia, 1948, olio su tela, 120x95 cm, Galleria Tret'jakov, Mosca

Afferma la curatrice Vanja Strukelj, docente dell’Università di Parma:

“Innanzitutto abbiamo cercato di restringere il campo della nostra ricerca a un territorio rigorosamente storico artistico, focalizzando l’attenzione sulla ricezione del realismo socialista sovietico in Italia, inquadrandolo in un contesto di scambi e rapporti culturali. 
[…] Abbiamo lavorato alla ricerca di un filo rosso che si dipana e si ritrova nella consapevolezza che parlare di realismo socialista in Italia, dalla nostra prospettiva, significa rileggere la nostra cultura e anche metterla un po’ in crisi.”

Sono due i contesti privilegiati dove verificare l’affermazione di quella specifica iconografia nella realtà culturale italiana: il Premio Suzzara che, voluto da Dino Villani, Tebe Mignoni e Cesare Zavattini, dal 1948 fece riflettere, per i successivi trent’anni, gli artisti su temi realisti evidenziando il compito dell’arte figurativa nella politica culturale del Partitico Comunista Italiano.
Il secondo elemento di analisi passa attraverso l’immagine costruita dall’Unione Sovietica in Italia attraverso gli artisti proposti nel suo padiglione nazionale alle Biennali di Venezia nel 1934 e tra la fine degli anni Cinquanta e gli inizi dei Settanta, di cui si espongono grandi capolavori provenienti dalla Galleria Tret’jakov.

Guardando all’URSS. Realismo socialista in Italia dal mito al mercato
da una idea di Arturo Calzona
progetto mostra e catalogo a cura di Vanja Strukelj, Francesca Zanella, Ilaria Bignotti
gruppo di lavoro Elisa Barili, Ilaria Bignotti, Cristina Casero, Livio Lepratto, Jennifer Malvezzi, Mariella Milan, Elisabetta Modena, Marco Sironi,  Vanja Strukelj, Francesca Zanella, Anna Zinelli
organizzata dal Centro Internazionale d’Arte e di Cultura di Palazzo Te
con il patrocinio di Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo, Consolato Generale della Federazione Russa a Milano, Regione Lombardia, Sistema Mantova per Expo, Museo Civico di Palazzo Te, Galleria del Premio Suzzara
con il contributo di Comune di Mantova e Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Mantova 

30 maggio – 4 ottobre 2015

Fruttiere Palazzo Te
viale Te 13, Mantova 

Orari: lunedì 13.00-18.00; da martedì a domenica 9.00-18.00; la biglietteria chiude un’ora prima
Ingresso intero €6.00; ridotto €4.00 (over 65, possessori di tessere TCI/FAI/ACI, possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte, soci Lega Coop Lombardia, possessori di biglietto Vittoriale degli Italiani, possessori Coupon Qui cultura, studenti universitari, residenti del Comune di Mantova); ridotto sponsor €3.00 (Soci Coop Consumatori Nordest, Dipendenti TEA S.p.A. e Berman S.p.A.); ridotto speciale €2.00 (visitatori dai 12 ai 18 anni, disabili e accompagnatori di disabili che presentino necessità di essere accompagnati, giornalisti non accreditati; gratuito per bambini fino agli 11 anni, 1 accompagnatore per ogni gruppo di min. 20 persone, 2 accompagnatori per classe di scuola primaria o secondaria, giornalisti con patentino accreditati presso l’Ufficio stampa della mostra (ufficiostampa@centropalazzote.it), guide turistiche con patentino fino a un massimo di 10 ingressi per visite fuori servizio, possessori di tessera ICOM e ICOMOS; speciale per possessori biglietti Palazzo Te intero €3.00 (possessori di biglietto per l’accesso a Palazzo Te e Palazzo San Sebastiano e possessori di Mantova Musei Card, Biglietto Famiglia, Biglietto Circuito Regione Lombardia); ridotto €2.00 (possessori di biglietto per l’accesso a Palazzo Te e Palazzo San Sebastiano e possessori di Mantova Musei Card, Biglietto Famiglia, Biglietto Circuito Regione Lombardia aventi diritto a biglietto ridotto della mostra); ridotto speciale €1.00 (possessori di biglietto per l’accesso a Palazzo Te e Palazzo San Sebastiano e possessori di Mantova Musei Card, Biglietto Famiglia, Biglietto Circuito Regione Lombardia aventi diritto al biglietto ridotto “speciale” della mostra) 

Info: www.centropalazzote.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •