Ti sarà inviata una password per E-mail
MILANO | Palazzo della Ragione Fotografia | 21 marzo – 27 settembre 2015

di MATTEO GALBIATI

Quella allestita al Palazzo della Ragione Fotografia di Milano è una di quelle mostre che non ci si aspetta. Pensando al titolo, ai suoi contenuti e alle sue presenze verrebbe, pregiudizialmente, da pensare alla più classica delle esposizioni fotografiche dove lo sguardo insegue una carrellata di nomi di importanti e noti fotografi di cui si ammirano le singoli estetiche, i singoli modi di intendere la poesia fotografica. Una “riunione” di grandi classici e di nuovi talenti che inquadrano il tema dell’immagine dell’Italia, dei suoi luoghi, delle sue storie e delle sue persone. Invece no.

Claudio Sabatino, Pompei, 2010

Varcato l’ingresso e iniziato il percorso, l’idea iniziale, che ci si poteva aver fatto, decade e svanisce. Se rimane vero che gli scatti esposti – che documentano e narrano di un’Italia che va dal secondo dopoguerra ad oggi – sono i capolavori davvero entusiasmanti che riassumo l’individualità specifica dei maestri e degli autori che li hanno realizzati e di cui si riconoscono immediatamente i segni, i tagli e le visioni caratterizzanti, altrettanto vero è che l’insieme complessivo della mostra avvolge lo sguardo facendo superare il particolare per aprire una lettura generale su quello che, di fatto resta l’occasione della mostra: parlare dell’Italia.
Muovendosi tra i pannelli dell’allestimento si percorre un vero e proprio viaggio italiano, un grand tour d’altra epoca che, senza fissarsi solo sul paesaggio in senso stretto, pone prospettive analitiche trasversali che lasciano emergere le persone e le personalità, le tradizioni e i costumi del nostro paese. Società, storia, economia, cultura, eccellenze, tutto letto nella grandezza di queste opere. In questa prima tappa, Inside, si vedono esposte le foto di maestri italiani – mentre nel successivo capitolo Out il testimone passa ai maestri internazionali che hanno ripreso nei loro scatti la nostra nazione – che pensano e riflettono dall’interno, stando dentro al nostro paese, alle sue dinamiche e alle sue peculiarità.

Riverboom, Florence vs the world, 2013

Qui non serve citare i grandi nomi presenti, o quelli dei giovani e degli emergenti, perché il progetto ha una sua anima forte, decisa e intensa che resta unitaria complessiva, inscindibile. oltre il singolo nome. Il procedimento narrativo, che si respira in questa visione quasi dall’alto dell’Italia, risulta essere raffinatamente elaborato: se è innegabile il senso di testimonianza che riassume una storia, l’essere “dentro” dei fotografi fa ammirare l’Italia, a chi osserva questa mostra, come se stesse “al di fuori”. Siamo isolati davanti all’intricata matassa di relazioni e luoghi che le immagini testimoniano. E, per questo, torniamo a rimpossessarcene con una più viva, sentita ed accalorata partecipazione. Sentiamo il desiderio di essere nuovamente dentro e parte di quest’unica nazione che si chiama Italia. Senza trionfalismi, senza retoriche, senza ideologie… Solo con tanta e forte ammirazione, che diviene orgoglio. Un processo tutto sentimentale e, senza un orientamento cronologico, senza un filo temporale da seguire, l’impatto che si desume è squisitamente emotivo.

Silvia Camporesi, Terza Venezia, 2011

Miseria e nobiltà, vizi e pregi, eccellenza e degrado, genio e sregolatezza, abbandono e sfiducia, ricchezza e magnificenza, qui si mette in luce la grande bellezza che contraddistingue l’Italia. Che ci contraddistingue. Nell’alternanza di colore e di bianco e nero, l’Italia emerge da dentro e da fuori, dall’alto e dal basso. Attraversando ogni latitudine, percorrendo ogni longitudine percepiamo e sentiamo nostra questa nazione. Viviamo un’Italia che c’era e un’Italia che c’è.
Una mostra da vivere, senza preconcetti, con quei nuovi occhi che, come recita la massima, sono indispensabili per intraprendere il vero viaggio di scoperta.

Italia Inside Out
a cura di Giovanna Calvenzi
una mostra di Comune di Milano – Cultura, Palazzo della Ragione, Civita, Contrasto – GAmm Giunti
nell’ambito di Expo in Città
allestimento di Peter Bottazzi 

I fotografi italiani
In mostra fotografie di: Marina Ballo Charmet, Olivo Barbieri, Gabriele Basilico, Letizia Battaglia, Gianni Berengo Gardin, Antonio Biasiucci, Tommaso Bonaventura, Luca Campigotto, Silvia Camporesi, Lisetta Carmi, Vincenzo Castella, Giovanni Chiaramonte, Cesare Colombo, Mario Cresci, Paola De Pietri, Pietro Donzelli, Franco Fontana, Vittore Fossati, Luigi Ghirri, Mario Giacomelli, Guido Guidi, Giovanni Hänninen, Guido Harari, Alessandro Imbriaco, Francesco Jodice, Mimmo Jodice, Martino Marangoni, Nino Migliori, Domingo Milella, Paolo Monti, Ugo Mulas, Walter Niedermayr, Federico Patellani, Franco Pinna, Francesco Radino, Riverboom, Claudio Sabatino, Marta Sarlo, Fabio Severo, Shobha, Massimo Siragusa, Toni Thorimbert, Paolo Ventura, Massimo Vitali

21 marzo – 21 giugno 2015

prossimamente:

I fotografi del mondo
In mostra fotografie di: Henri Cartier-Bresson, John Davies, Candida Höfer, William Klein, Josef Koudelka, Sergio Larrain, Herbert List, Isabel Muñoz, Martin Parr, Bernard Plossu, Sebastião Salgado, David Seymour, Alexey Titarenko, George Tatge e tanti altri ancora… 

1 luglio – 27 settembre 2015

Palazzo della Ragione Fotografia
Piazza Mercanti 1, Milano 

Orari: martedì, mercoledì, venerdì e domenica 9.30-20.30; giovedì e sabato 9.30-22.30; chiuso lunedì; ultimo ingresso un’ora prima della chiusura; festività lunedì 6 aprile 9.30-20.30; sabato 25 aprile 9.30-22.30; 
venerdì 1 maggio 9.30-20.30
; martedì 2 giugno 9.30-20.30
; sabato 15 agosto 9.30-22.30
Ingresso per un singolo allestimento intero €12.00; ridotto €10.00 (gruppi di almeno 15 persone, maggiori di 65 anni, ragazzi  dai 15 ai 26 anni, disabili, soci Touring Club con tessera, possessori  GIUNTI CARD, possessori tessera AMICI DI FORMA, aderenti a “Lunedì Musei” (Museo Poldi Pezzoli e Museo Teatrale alla Scala), possessori di Museocard Musei Civici di Milano (annuale), militari, forze dell’ordine non in servizio, insegnanti, soci FAI; ridotto speciale €6.00 (per minori dai 6 ai 14 anni, scuole, gruppi organizzati dal Touring Club, volontari del Servizio Civile operanti presso il Comune di Milano con tesserino, dipendenti Comunali con badge, gruppi organizzati dal FAI, giornalisti iscritti all’albo con tesserino); biglietto famiglia €10.00 uno o due adulti a testa con minore/i dai 6 ai 14 anni €6.00 a testa; gratuito (minori di 6 anni, un accompagnatore per gruppo, due insegnanti accompagnatori per classe, un accompagnatore per disabile, un accompagnatore e una guida per gruppo Touring, dipendenti della Soprintendenza ai Beni Architettonici, tesserati ICOM, guide turistiche abilitate, impiegati presso il Servizio Mostre di Palazzo Reale, membri della Commissione di Vigilanza e Vigili del Fuoco, soci AMACI, giornalisti accreditati da ufficio stampa); biglietto speciale per i due allestimenti intero 2 mostre €18.00, ridotto 2 mostre €16.00, ridotto speciale 2 mostre €9.00; visite guidate gruppi €100.00, scuole €80.00, in lingua €120.00 

Info: + 39 02 43353535
www.palazzodellaragionefotografia.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi