SAN GIMIGNANO (SI) | Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea “Raffaele De Grada” | 5 marzo – 30 aprile 2016

La Galleria d’Arte Moderna e ContemporaneaRaffaele De Grada” di San Gimignano (SI) inaugura una ricca mostra che vede protagonista il celebre fotoreporter di guerra  Robert Capa (1913-1954) qui esposto con 78 intense immagini in bianco e nero che raccontano un biennio cruciale della Seconda Guerra Mondiale in Italia.
Il fotografo, universalmente considerato come il padre del moderno fotogiornalismo, senza essere militare ha saputo vivere l’esperienza dura dei campi di battaglia stando direttamente a contatto con i soldati e riportandone la drammaticità e la tragicità delle vicende di guerra.

Robert Capa, Anziana donna tra le rovine di Agrigento, 17-18 luglio 1943 Photograph by Robert Capa © International Center of Photography/Magnum – Collection of the Hungarian National Museum

Robert Capa, Anziana donna tra le rovine di Agrigento, 17-18 luglio 1943 Photograph by Robert Capa © International Center of Photography/Magnum – Collection of the Hungarian National Museum

Lui stesso, che ha saputo dare un nuovo orientamento e un nuovo abito al fotogiornalismo, e che ha vissuto la maggior parte della sua vita nei luoghi del conflitto per essere dentro e vicino alla scena del dolore, ripeteva spesso: 

“Se le tue fotografie non sono all’altezza, non eri abbastanza vicino.”

In oltre vent’anni di attività ha avuto modo di seguire i cinque maggiori e più cruenti conflitti mondiali: dalla guerra civile spagnola alla guerra sino-giapponese, dalla Seconda Guerra Mondiale a quella guerra arabo-israeliana del 1948, fino alla prima guerra d’Indocina, lo sguardo fotografico di Capa è stato testimone fedele e presente della storia nell’istante del suo scorrere.
Le fotografie della mostra raccontano la guerra della gente comune, di piccoli paesi uguali in tutto il mondo; riportano le macerie, i soldati e civili, tutti vittima di una stessa strage.
La mostra racconta con questi settanta scatti l’Italia nel biennio 1943-44, lo sbarco degli Alleati in Italia, riscoprendo vicende che l’obiettivo di Capa coglie sempre con la stessa umanità, con lo stesso forte sentimento, con la solidarietà, immagini che fermano la paura, l’attesa, l’attimo prima dello sparo, il riposo e la speranza.

Robert Capa, Soldati americani a Troina, nei pressi della cattedrale di Maria Santissima Assunta, dopo il 6 agosto 1943 Photograph by Robert Capa © International Center of Photography/Magnum – Collection of the Hungarian National Museum

Robert Capa, Soldati americani a Troina, nei pressi della cattedrale di Maria Santissima Assunta, dopo il 6 agosto 1943 Photograph by Robert Capa © International Center of Photography/Magnum – Collection of the Hungarian National Museum

Provenienti dalla serie Robert Capa Master Selection III, questa selezione rappresenta un minima parte dell’intera collezione che è conservata a Budapest e che, acquisita dal Museo Nazionale Ungherese tra la fine del 2008 e l’inizio del 2009, conta 937 fotografie realizzate dal fotografo in 23 paesi di 4 continenti.
La collezione rientra in una delle tre Master Selection che Cornell, fratello (fotografo anch’egli) di Capa, e Richard Whelan (il suo biografo) hanno riunito negli Novanta e sono conservate, oltre che a Budapest anche a New York e Tokyo. Le serie, provenienti dalla collezione dell’International Center of Photography di New York che custodisce l’eredità di Capa, tutte identiche tra loro, sono denominate Master Selection I, II e III. 

Robert Capa in Italia 1943-1944
a cura di Beatrix Lengyel
ideata da Museo Nazionale Ungherese di Budapest
promossa da Ministero delle Risorse Umane d’Ungheria
organizzazione Comune di San Gimignano, Museo Nazionale Ungherese di Budapest, Fratelli Alinari e Fondazione per la Storia della Fotografia
in collaborazione con Opera-Gruppo Civita
catalogo bilingue italiano-inglese coedizione Museo Nazionale Ungherese di Budapest e Fratelli Alinari, Fondazione per la Storia della Fotografia con testi di Beatrix Lengyel, Ilona Stemlerné Balog, Éva Fisli, Luigi Tomassini 

5 marzo – 10 luglio 2016

Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea “Raffaele De Grada”
Via Folgore 11, San Gimignano (SI)

Orari:
5-31 marzo 10:00 -17.30; 1 aprile – 10 luglio 9:30 – 19:00
Ingresso intero €7.50; ridotto €6.50

Info: +39 0577 286300
prenotazioni@sangimignanomusei.it
www.sangimignanomusei.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •