Ti sarà inviata una password per E-mail
SAN GIMIGNANO (SI) | iSculpture Art Gallery | 5-21 settembre 2014
CASOLE D’ELSA (SI) | Tenuta Castello di Casole | 5-21 settembre 2014

Intervista a PATRICK PII di Chiara Canali

Abbiamo pubblicato ieri la prima parte della chiacchierata di Chiara Canali con lo scultore Gerald Moroder e Patrick Pii di iSculpture Art Gallery (leggi qui l’intervista), scoprendo concept e genesi del progetto Lo Spazio dell’Essere, personale dell’artista originario della Val Gardena. Oggi la parola al gallerista – che insieme a Francesca Cundari ha creato la iSculpture – per conoscerne meglio l’attività e avere qualche anticipazione sulla prossima stagione…Davide Dall'Osso, iSculpture Art Gallery,  San Gimignano, 2013

Quando è nato il progetto iSculpture e come mai questa scelta di campo così risoluta e totalizzante, nei confronti della scultura, linguaggio con una sua tradizione e classicità, ma oggi sempre meno utilizzato dagli artisti per la sua difficoltà compositiva e realizzativa?
Ci sono voluti molti mesi di gestazione progettuale prima che la galleria vedesse la luce nella primavera del 2012, ma fin da subito abbiamo pensato a come essa potesse distinguersi, sia a livello locale che nel panorama internazionale. La scelta di trattare solo scultura italiana è stata quasi obbligata, un po’ per la passione che per essa nutriamo, ma anche per assecondare una attenta analisi del mercato e soprattutto per creare uno spazio culturale fino ad allora assente. Non esisteva infatti nessun altro luogo al mondo che indagasse, promuovesse e commercializzasse unicamente scultura italiana. Volevamo che questo fosse il primo esperimento, certamente molto complesso ma avvincente, dedicato alle capacità e alle esperienze scultoree espresse nel nostro paese.

In che modo avete ideato architettonicamente la galleria di San Gimignano affinché si adattasse ad ospitare sculture di differente tipologia e grandezza?
Lo spazio espositivo trova collocazione all’interno dell’antico basamento di una torre medievale. La struttura architettonica ha nella sua storia il punto di maggiore pregio ma allo stesso tempo costituisce anche un grosso limite dal momento che siamo di fronte a una location protetta e tutelata. La struttura soppalcata che abbiamo deciso di creare, e ci piace considerare di per sé un’opera d’arte, era l’unico modo di ottenere una maggiorazione degli spazi e di esporre al meglio i vari lavori. Abbiamo voluto coniugare tradizione e contemporaneità. Il contrasto che si crea tra le mura di un passato glorioso e le linee moderne delle opere esposte è ciò che affascina maggiormente collezionisti e visitatori.

Ivan Lardschneider, A child's play, 2014-3, installation view, iSculpture Art Gallery
Quali sono gli artisti che al momento avete in scuderia?

Al momento stiamo lavorando permanentemente con 24 artisti italiani. Inoltre negli ultimi mesi abbiamo allargato la nostra ricerca ai lavori di 3 scultori di origini estere ma che affondano le proprie basi culturali e lavorative nel nostro paese. Ogni artista è scelto preminentemente in relazione al materiale che predilige e cerchiamo di selezionare quelle esperienze, soprattutto nell’ambito della figurazione, che  indagano e sviluppano in chiave contemporanea, tradizioni specifiche all’interno dei territori di appartenenza. Gerald Moroder è un esempio specifico della Val Gardena, del cui ambito presentiamo altri tre artisti con le proprie lavorazioni lignee.

Davide Dall' osso, installation view presso il Castello di Casole, 2013
Il nome scelto per il progetto, iSculpture, vuole forse anticipare un possibile sviluppo in rete con una piattaforma navigabile e spazi di interazione diretta da parte del fruitore?
iSculpture nasce come omaggio ad un brand noto universalmente per la ricerca e l’innovazione. Il nostro marchio ha un rimando diretto a tale brand, ma raffigura anche una torre stilizzata a significare che veniamo da un glorioso passato che necessità però di continue sfide per continuare ad esprimere bellezza e qualità nel tempo. La galleria ha inoltre una missione culturale e didattica: dal prossimo anno, infatti, avremo a disposizione strumenti multimediali per l’approfondimento della storia della scultura, delle sue tecniche di lavorazione e degli approcci stilistici degli artisti che presentiamo.

In corso:

Gerald Moroder. Lo Spazio dell’Essere

6 – 21 settembre 2014
presentazione sabato 6 settembre 2014, ore 18.30

iSculpture Art Gallery San Gimignano
Via Berignano 25, San Gimignano (SI)

Gerald Moroder. Lo Spazio dell’Essere
Installazione site specific

5 – 21 settembre 2014
Inaugurazione venerdì 5 settembre 2014, ore 18.30

Tenuta Castello di Casole
Località Querceto Casole d’Elsa, Siena

Info: +39 0577 940207
info@isculpture.it
www.isculpture.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi