Ti sarà inviata una password per E-mail
VIAREGGIO (LU) | Villa Argentina | 11 giugno – 31 luglio 2016

Le storiche e suggestive stanze di Villa Argentina a Viareggio (LU), dallo scorso sabato, ospitano la mostra personale Identità alterate dello scultore Emanuele Giannelli (1962) in cui, per l’occasione, si sono riunite oltre venti opere in resina, in bronzo e in terracotta, che coprono un periodo che va dal 2009 al 2016.
L’artista ci propone uno sguardo significativo sulla sua ricerca scultorea che si concentra nella creazione di figure dalle sembianze umane, ma con evidenti mutazioni, alterazioni e distorsioni che vanno a modificarne la natura. Le “identità alterate” sono, infatti, proprio quelle cercate dall’artista il cui sguardo rileva, partendo da una metafora dell’uomo contemporaneo, la sua possibile evoluzione nel futuro. Le difficoltà e le tensioni vissute nel suo presente, si trasferiscono nel corpo degli uomini di Giannelli, il quale innesta in questo modo, altri e nuovi principi estetici e narrativi all’arte statuaria della figura.

Emanuele Giannelli, Sospesi, 2010, resina, grandezza naturale ciascuna Foto Gabriele Ancillotti

Emanuele Giannelli, Sospesi, 2010, resina, grandezza naturale ciascuna Foto Gabriele Ancillotti

Dice Niccolò Bonechi, curatore della mostra e del catalogo:

“Identità alterate è una mostra monografica dell’artista Emanuele Giannelli, non un’antologica, da cui peraltro si è cercato di prendere nettamente le distanze. Non vi è qui autoreferenzialità, tanto meno alcun intento celebrativo. Giannelli è un artista che non ha tempo per guardarsi alle spalle, ma punta deciso verso nuove opportunità: tramite il medium della scultura, intende indagare gli sviluppi della società contemporanea, avendo pur sempre come riferimento unico l’essere umano.”

Nei due piani della suggestiva villa Liberty, edificio oggetto di recente restauro ed adibito ora a sede espositiva, il percorso della mostra raccoglie, quindi, differenti serie di lavori di Giannelli, opere che, caratterizzate dalla loro anatomia mutante, si dispongono in gruppi scultorei che replicano la figura di un uomo creatore e consumatore della e nella contemporaneità.
Per domenica 3 luglio – data di presentazione del catalogo – è prevista una performance di danza del gruppo Keos Dance Project.

Emanuele Giannelli. Identità alterate
a cura di Niccolò Bonechi
mostra promossa da Provincia di Lucca
con il patrocinio dei Comuni di Lucca, Viareggio, Pietrasanta, Forte dei Marmi, Seravezza, Camaiore
con il contributo di Banca di Credito Cooperativo Versilia, Lunigiana e Garfagnana e La Stanza dei Bambini (Forte dei Marmi e Querceta) 

11 giugno – 31 luglio 2016

Villa Argentina
Via Fratti, 44 (angolo via Vespucci), Viareggio (LU) 

Orari: da martedì a sabato ore 10.00-13.00 e 17.00-24.00, domenica 16.00-24.00, chiuso lunedì

Info: +39 0584 48881
musei@provincia.lucca.it
www.provincia.lucca.it
www.emanuelegiannelli.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi