Ti sarà inviata una password per E-mail

Panorama 4 – Arte nuova in Alto Adige

FORTEZZA (BZ) | forte asburgico | 16 giugno – 30 settembre 2012

di GABRIELE SALVATERRA

Ci troviamo a Fortezza nello spazio dell’imponente forte asburgico costruito nel 1838 che da giugno ospita le opere di 33 giovani artisti all’interno della mostra Panorama 4. Questa rassegna, giunta alla sua quarta edizione, documenta l’arte nuova in Alto Adige: un panorama che si vorrebbe roseo come nell’installazione di Carla Cardinaletti ma che nei fatti si scontra con tutte le difficoltà dell’arte emergente.

Le opere si susseguono negli stanzoni abbandonati lasciando volutamente che la poetica di ciascun artista si alterni a quella degli altri con strappi e salti, senza imporre dall’alto un percorso omogeneo. Gli artisti prescelti si trovano così ad affrontare da soli il peso di Fortezza che, con la sua patina quasi bicentenaria e gli spazi generosi che offre, rischia di fagocitare o, almeno diluire, qualsiasi cosa venga allestita al suo interno. Non sempre quindi il gioco funziona ma persi tra camminamenti, anfratti e antichi dormitori si fanno anche begli incontri.

Cominciamo con Sissa Micheli che con la sua malinconica installazione video analizza l’anima dei luoghi in accordo con l’alone evocativo dello spazio di Fortezza ma con una delicata sensibilità femminile. Benjamin Tomasi e Leander Schwazer optano invece per l’interazione sonora: il primo attraverso un meccanismo in grado di tramutare il baluginio di una candela in installazione rumorista; il secondo trasformando, attraverso un complesso sistema di corrispondenze, il Capitale di Marx in una sognante melodia per carillon.

Anche l’approccio sociopolitico si inserisce bene all’interno di questo sito costruito per scopi bellici e mai effettivamente utilizzato: Diego Perathoner sintetizza le ragioni che hanno determinato la costruzione di Fortezza con un assemblaggio di oggetti trovati e modellini in cui due entità ostili si fronteggiano davanti ad uno stretto valico lattiginoso. Silvia Hell presenta invece oggetti laminati che sembrano frutto di raffinato design ma che si rivelano essere diagrammi tridimensionali dei cambiamenti nei confini dei principali paesi europei: opera centrata all’interno di un presidio militare nato proprio con l’intento di porre un controllo a questi confini.

Da segnalare anche le foto paesaggistiche di Christian Martinelli, realizzate con una gigantesca camera ottica specchiante, e le sculture dei già affermati Aron Demetz e Gehard Demetz. Verso la fine del lungo percorso l’incontro con i mobili provenienti dalla casa di Nicolò Degiorgis costituisce, oltre ad un’interferenza tra pubblico e privato, anche una piacevole pausa ricreativa per il visitatore.

Panorama 4 si presenta così con molte complessità dovute all’ambizioso obiettivo di dare uno spaccato dell’arte locale, ma costituisce anche una gradita iniziativa per il dibattito che tenta di sollevare. In ogni caso il confronto tra la giovane arte e le vecchie mura non può che essere difficile e certe volte è anche bello passeggiare nei vuoti corridoi e osservare l’arte astratta, anonima e collettiva fiorita spontaneamente sui muri scalcinati.

Panorama 4 – Arte nuova in Alto Adige
A cura di Denis Isaia, Tobia Moroder, Christina Nägele, Lisa Trockner

Forte di Fortezza, Fortezza (BZ)

Orari: mart ore 11–21
merc–dom ore 11–17
agosto: mart ore 11–21 / merc–dom ore 11–18

Info: info@forte-fortezza.it
+39 0472 458698

http://www.provinz.bz.it/panorama/index_i.html

16 giugno  – 30 settembre 2012

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi